Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > IV Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

IV Commissione - Verbale

Seduta del 19-09-2018 ore 16:00
congiunta alla I Commissione, alla V Commissione e alla X Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Emanuele Rosteghin, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Francesca Rogliani, Emanuele Rosteghin, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman

 

Altri presenti: Assessore Renato Boraso, Dirigente AVM Guido Franchin, Dirigente Mario Scattolin, Funzionaria Cristina Guerretta, Consigliere comunale Renzo Scarpa

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1119 (nr. prot. 139) con oggetto "Interventi ambientali presso Strada Vallenari Bis. Segnalazioni pervenute da parte di cittadini. ", inviata da Renzo Scarpa
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1117 (nr. prot. 137) con oggetto "Interventi ambientali presso Strada Vallenari Bis. Segnalazioni pervenute da parte di cittadini. ", inviata da Renzo Scarpa
  3. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1118 (nr. prot. 138) con oggetto "Interventi ambientali presso Strada Vallenari Bis. Segnalazioni pervenute da parte di cittadini. ", inviata da Renzo Scarpa
  4. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1120 (nr. prot. 140) con oggetto "Interventi ambientali presso Strada Vallenari Bis. Segnalazioni pervenute da parte di cittadini. ", inviata da Renzo Scarpa
  5. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1129 (nr. prot. 147) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01).", inviata da Renzo Scarpa
  6. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1127 (nr. prot. 145) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01).", inviata da Renzo Scarpa
  7. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1128 (nr. prot. 146) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01).", inviata da Renzo Scarpa
  8. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1130 (nr. prot. 148) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01)", inviata da Renzo Scarpa
  9. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1131 (nr. prot. 149) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01)", inviata da Renzo Scarpa
  10. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1132 (nr. prot. 150) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01).", inviata da Renzo Scarpa
  11. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1134 (nr. prot. 152) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01).", inviata da Renzo Scarpa
  12. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 1133 (nr. prot. 151) con oggetto "Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2░ lotto (c.i. 12431/01).", inviata da Renzo Scarpa

Verbale

Alle ore 16.40 il Presidente della IV Commissione Consiliare Gianpaolo Formenti, di concerto con la Presidente della I Commissione Consiliare Monica Sambo e di concerto con la Presidente della V Commissione Consiliare Lorenza Lavini, assume la presidenza della Commissione congiunta e constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta illustrando l’ordine del giorno. Quindi dà la parola al Consigliere Renzo Scarpa

RENZO SCARPA illustra le sue interpellanze n. 1127- 1128- 1129 – 1230- 1231- 1232- 1233- 1234 ad oggetto: “ Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2° lotto ( c.i. 12431/01) “.Segnala che gli interventi ambientali presso la strada Vallenari Bis continuano in una logica di vera e propria distruzione ambientale. Sono già stati abbattuti alberi di oltre dieci metri anche di essenze pregiate tra cui farnie, aceri, olmi, salici, pioppi neri, bagolari, platani e gelsi. Inoltre sono già stati abbattuti arbusti con esemplari di 7-8 metri e piante in perfetta salute. Si è proceduto senza nessuna precauzione in un ambiente che ospitava una numerosa popolazione di uccelli nel pieno periodo di nidificazione. Quindi chiede:
• se l’Assessore sia a conoscenza di quanto denunciato e se abbia intenzione di intervenire per fermare lo scempio;
• perchè si sia proceduto alla distruzione del patrimonio ambientale già presente ed essenziale per la finalità del progetto di mitigazione ambientale;
• come sia stato possibile che la stesura di un progetto ambientale di questo tipo non sia stata assegnata a “ Professionisti nel settore” e come denunciato dal parere di competenza della Direzione Verde Pubblico e tutela del suolo e del Verde Pubblico e, in particolare, dal punto 5 delle prescrizioni contenutevi, come fosse mancante l’obbligatoria relazione tecnica e specialistica di accompagnamento come imposto dal Regolamento Comunale. Si ricorda che tale obbligatorietà è prevista anche dall’art.26 del Codice degli Appalti vigente;
• come siano stati reperiti gli estensori del progetto ” Opere di mitigazione ambientale strada e aree limitrofe via Vallenari bis 2° lotto”, quali siano le loro professionalità e quali i costi;
• perchè nella considerazione che si tratta di lavori svolti da AVM per conto del Comune di Venezia, l’incarico di predisporre o far predisporre il progetto di mitigazione ambientale non sia stato affidato al Settore Verde Pubblico- Servizio di Tutela del Suolo e del Verde Pubblico ma si sia proceduto con incarico esterno.
Ricorda che il Regolamento Comunale prevede anche la partecipazione dei cittadini

BORASO risponde che,come Assessore competente, era a conoscenza che si stava procedendo con quanto previsto dal progetto approvato dalla Giunta. La decisione di intervenire per la sistemazione del percorso denominato “ Antico filare alberato” era prevista già nel progetto preliminare andato in gara e approvato dai competenti Uffici del Comune di Venezia. L’intervento prevedeva la sistemazione di un percorso pedonale esistente ( per renderlo facilmente fruibile e accessibile a tutti), la messa in sicurezza di alberi ( ormai morti) e la pulizia dell’area ( divenuta una discarica) . La progettazione dell’intervento e le relative analisi e monitoraggi sono state affidate con regolari incarichi a professionisti di competenza del settore. Una volta avviati i lavori e liberata l’area del selciato alberato da piante infestanti che rendevano l’area impenetrabile, si è potuto completare il censimento degli alberi esistenti e integrare la relazione con le schede analisi delle piantumazioni, ottemperando quindi a quanto previsto al punto 5 del parere della Direzione Verde Pubblico e tutela del suolo e del verde Pubblico. Il Censimento ha riportato che più di un centinaio delle piante esistenti erano morte o pericolose e quindi da abbattere. Gli incarichi ai professionisti sono stati assegnati come previsto dalla normativa. Le opere di Mitigazione Ambientale rientrano nel progetto denominato “ Vallenari bis II° lotto c.i. 12431” per il quale, con una Convenzione viene indicata la società AVM SPA quale soggetto attuatore della commessa. Il personale tecnico risultava già impegnato nell’espletamento dei normali compiti di istituto e pertanto, al fine di rispettare i tempi di programmazione dei lavori, si è ritenuto di ricorrere a prestazioni professionali esterne

SCANO ritiene che la vicenda sia nata male e stia procedendo peggio. L’opera non risolverà il problema dal punto di vista viabilistico. Le opere di mitigazione poi sono opere edilizie ed urbanistiche a largo spettro. Inoltre non è stato tutelato il pregio ambientale

VISMAN nota che è in atto una distruzione del verde mentre si era detto che non si sarebbero toccate le piante sane. Chiede il motivo per cui sono stati abbattuti tanti arbusti e quali sono le opere che dovrebbero sostituire le piante. Bisogna pensare all’ambiente nel modo più naturale possibile

RENZO SCARPA illustra le sue interpellanze nr.ordine 1117 – 1118- 1119- 1120 ad oggetto “ Interventi ambientali presso Strada Vallenari Bis. Segnalazioni pervenute da parte dei cittadini”. Ritiene un grosso danno ambientale compiuto in una strada di epoca romana , il disboscamento avvenuto la scorsa primavera in un tratto di strada che corre parallela alla Vallenari Bis, davanti all’Istituto scolastico Stefanini, prima della rotonda di via Pertini. Il percorso ,abbandonato da anni, si era gradualmente ricoperto di di piante secolari e prima di essere ripristinato come percorso pedonale, il Comune è intervenuto con ruspe e motoseghe per renderlo percorribile. L’intervento di macellazione del verde è stato anche con delle sostanze che hanno bruciato tante piante. Quindi chiede all’Assessore:
• se quanto in atto faccia parte dell’intervento “ Opere di mitigazione ambientale Strada Vallenari Bis II Lotto ( c.i. 12431/01)” e del relativo appalto a quale parte progettuale si riferisca;
• se corrisponde a verità che il verbale di verifica del progetto definitivo, approvato dalla Giunta, che ha certificato la completezza della progettazione e il rispetto delle norme specifiche e tecniche di riferimento sia stato rilasciato in data antecedente all’indispensabile parere del servizio “ Tutela del Suolo e Verde Pubblico” e se questo non rappresenti una grave anomalia del procedimento;
• se il progetto esecutivo abbia tenuto conto e in che misura delle prescrizioni contenute nel parere rilasciato dal settore “ Tutela del Suolo e Verde Pubblico”;
• se sia veramente avvenuto l’uso di prodotti chimici, per quali necessità, e se questo rientri nella fattispecie normalmente consentite e se non fosse possibile procedere in modo alternativo;
• se gli interventi avvenuti e attualmente in corso siano rispettosi del “ Regolamento comunale per la Tutela e la Promozione del Verde in Città” ;
• se sia stato valutato l’impatto degli interventi nel corso di una stagione fondamentale per la riproduzione delle varie specie faunistiche
• come mai AVM HOLDING è intervenuta su un’opera di questo tipo
Chiede inoltre :
• di considerare se la collocazione gerarchica del settore “ Tutela del Suolo e Verde Pubblico”, alle dirette dipendenze di un settore operativo quali i Lavori Pubblici, non rischi di condizionare l’autonomia di funzionamento di un organismo preposto ad un fondamentale compito di tutela ambientale
Si riserverà di denunciare la cosa agli enti preposti





BORASO risponde che i lavori fanno parte delle opere di mitigazione ambientale Strada Vallenari bis II lotto ( c.i. 12431/01); il progetto definitivo comprensivo di Progetto Fattibilità Tecnico Economica è stato approvato con Delibera di Giunta n.285 del 29/11/2017. Il verbale di verifica del progetto definitivo riporta la data di uno degli ultimi incontri informali tenuti con i competenti settori/enti per condividere gli aspetti tecnici del progetto. La stessa, per mero errore materiale, non è stata aggiornata a seguito del recepimento dei pareri formali. La delibera di Giunta riporta e allega tutti i pareri compreso anche quello del Servizio “ Tutela del Suolo e Verde Pubblico”. Le prescrizioni di carattere tecnico/progettuale del parere rilasciato dal settore “ Tutela del Suolo e Verde Pubblico” sono state recepite nel progetto esecutivo ( I°, II°, III° stralcio), mentre per quanto riguarda quelle di carattere operativo sono state messe in atto durante lo svolgersi del cantiere, attraverso la realizzazione di interventi atti a rendere l’area priva di quinte di verde che ostacolerebbero il transito in sicurezza lungo il selciato dei pedoni attraverso l’eliminazione di arbusti e l’abbattimento di alberi morti o pericolosi Non è stato riscontrato l’uso di diserbanti. Sono stati usati dei prodotti specifici a base di acido acetico, sostanza già presente in natura non inquinante, che agisce per contatto con azione erbicida sulla vegetazione; questo prodotto può essere utilizzato non solo nell’ambito dell’attività agricola, ma anche per la gestione delle infestanti in ambito pubblico ( parcheggi, lati stradali). Gli interventi avvenuti e in corso sono rispettosi del “ Regolamento comunale per la Tutela e la Promozione del Verde in Città” . Data la stagionalità e considerata l’estensione dell’ambito di intervento , sono state eseguite in loco rilevazioni visive che si sono concluse con esito negativo in quanto non sono stati rilevati siti di nidificazione. La struttura organizzativa deputata all’attuazione dell’intervento garantisce il principio della separazione delle funzioni dei settori “ Tutela del Suolo e Verde Pubblico e “ Lavori Pubblici”. Non ci sono ruoli di sudditanza. Sono state piantumate 424 nuove alberature ( 259 sulla strada + 159 opere di mitigazione), 305 nuovi arbusti , in totale 729 piante . Riguardo alla presenza di un selciato storico si è provveduto alla sua pulitura secondo quanto previsto dai regolamenti . L’obiettivo è stato di rendere fruibile un selciato alberato e al termine della pulizia della strada si è constatato che c’erano numerose piante morte che sono state tolte e ripiantumate. Ricorda che prima dell’intervento l’area versava in uno stato di abbandono e degrado totale. Ora invece chi vuole fare un percorso storico può usufruire di un selciato che è stato pulito e messo in ordine. Grazie a questo abbiamo un nuovo Parco allo Stefanini, un parcheggio attrezzato e un’area alberata a disposizione della scuola materna della Parrocchia di Santa Maria della Pace. Ritiene che su tale vicenda ci sia un accanimento. Bisogna tenere presente che l’opera nasce in un contesto urbanistico di altri tempi. Invita ad effettuare un sopralluogo nella zona

Alle ore 17.35 escono i Consiglieri La Rocca, Onisto, Centenaro e Fiano

SCATTOLIN ritiene che non ci sia stato danno ambientale in quando il territorio era abbandonato. Ci sono molte affermazioni prive di qualsiasi tesi scientifica. Si è intervenuti su opere tecniche in ambito urbano perciò bisogna fare attenzione a fare analisi di tipo ambientale. Lo sfoltimento dei rovi non è stata una scelta ma una necessità

FORMENTI comunica che se c’è la volontà dei Consiglieri si farà una visita in loco

RENZO SCARPA dichiara di non essere soddisfatto delle risposte. Precisa che ciò che ha detto è stato documentato. Non ha mai parlato di sudditanza ma il Verde Pubblico deve rimanere diviso dai Lavori Pubblici. Sostiene che è stato fatto un danno ambientale

Alle ore 18.00 il Presidente dichiara chiusa la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 23-09-2019 ore 14:48
Ultima modifica 23-09-2019 ore 14:48
Stampa