Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > VI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

VI Commissione - Verbale

Seduta del 08-11-2017 ore 12:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maika Canton, Ciro Cotena, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Ciro Cotena, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman, Saverio Centenaro (assiste), Maurizio Crovato (sostituisce Marta Locatelli), Gianpaolo Formenti (assiste), Giancarlo Giacomin (sostituisce Enrico Gavagnin), Paolo Pellegrini (assiste), Monica Sambo (sostituisce Francesca Faccini), Renzo Scarpa (convocato)

 

Altri presenti: Assessore Paola Mar, Dirigente Elisabetta Piccin

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Discussione della proposta di deliberazione di iniziativa dei Consiglieri Comunali PD 2016.0000374: "Controllo e Gestione dei Flussi Turistici".

Verbale

La VI Commissione è convocata mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 12:30 presso il Municipio di Mestre con il seguente ordine del giorno:
1. Discussione della proposta di deliberazione di iniziativa dei Consiglieri Comunali PD 2016.0000374: "Controllo e Gestione dei Flussi Turistici".

VERBALE
PEA: apre ai lavori di Commissione alle ore 12,55, riscontrato il numero legale, prosegue con la lettura dell'ordine del giorno, ricordando che era stata precedentemente illustrata il 19 aprile 2017 , nel riprendere i lavori prega i consiglieri proponenti di iniziare la discussione in oggetto.

SCARPA R.: entrando nel merito della discussione ricorda che si tratta di un atto di indirizzo rivolto all'Amministrazione al fine di poter inizre un percorso di deliberazione in termini tecnici ed attuativi. Esprime soddisfazione per il lavoro svolto dalla presidente la commissione e dall'assessore in merito alla questione turistica e richiama alla necessità di gestire la questione riguardante i residenzi e il continuo flusso turistico che interessa la città storica. Pur riconoscendo che la questione poteva essere affrontata in passato , evidenzia come la complessità oggettiva del costante aumento turistico e dai moltplici interessi attorno all'indotto che il turismo comporta , necessitano di attuare interventi a tutela dei residenti in città rispetto alla mobilità turistica presente. Affronta la questione della necessità di tutelare gli aspetti di "vita quotidiana" dei residenti e contenere ,in un rapporto equilibrato, la tollerabilità numerica delle presenze turistiche , oltre che la tutela degli stessi interessi economici che interessano l'intera città. Richiede di intraprendere un contenimento delle presenze e di gestire un "turismo accettabile" , con una equiparazione tra numero dei residenti e presenze in città ed un diverso controllo del territorio , anche in date meno turistiche. Ribadisce la necessità di attuare strumenti oggettivi per determinare una concreta conoscenza numeri delle presenze in città e ritiene opportuno organizzare una serie di incontri con le diverse categorie operanti in città al fine di determinare un maggior controllo numerico delle presenze stesse. Pur riconoscendo che la triangolazione geografica di accesso alla città , identificata nei punti di ingresso dell'area portuale di Tessera, Porto Marghera e piazza San Marco , comportano una complessità gestionale e con una movimentazione fin troppo elevata con negative ripercussioni sulla vita quotidiana dela città , percio' ancor piu' necessario avere dati concreti del flusso turistico.

SERENA: chiarisce la neccessità di una maggiore collaborazione con i gruppi turistici , dando priorità a quelli organizzati o con precedente prenotazione , creando anche percorsi turistici alternativi puntando ad una valorizzazione delle zone limitrofe alal stessa Venezia. Conclude ricordando gli interventi adottati durante talune manifestazioni (Carnevale,Redentore,...) e ritiene necessario rivedere i servizi offerti grazie al contributi della varie forse dell'ordine e che sia posto un limite dei flussi sproporzionati , chiedendo che si debba intervenire durante tutto l'anno e non solo in taluni periodi.

GIACOMIN: riconosce che ,pur non riscontrando dati ecclatanti sulla questione del flusso turistico, vi siano stati incontri e tavoli tecnici sulla questione riguardante non solo in turismo ma la sicurezza stessa ed auspica che si possa giungere a dei concreti risultati sul tema dei flussi.

COTENA: ricorda la sofferenza dei cittadini residenti dagli "attacchi " e del rischio del degrado dovuto al turismo ed intendo di questa proposta intesa come atto di indirizzo volto all'opportunità di garantire una maggior vivibilità della città di Venezia ed aiutare a trovare le dovute soluzioni. Ritiene fondamentale conoscere oggettivamente il numero di presenze giornaliere anche con laiuto di una regia che possa dare un adeguato sistema per conoscere e capire la consistenza e del flusso dele presenze turistiche. Riconosce il successo per come l?amministraziane abbia gestito un avvenimento quale la festa del Redentore e che sia stata gestita in modo esemplare ed auspica si possa proseguire nell'attuare un maggior controllo delle presenze turistiche.

PEA: apre al dibattito in aula.

VISMAN: ricorda che il Movimento 5Stelle abbia presentato una propria proposta in una delle commissioni dedicate ai flussi turistici , in particolare pone attenzione a delel questione legate alla presenza turistica con implicazione sulal gestione della città stessa a partire dalla gestione immondizie, rete fogniaria, trasporto merci ed approvigionamenti vari ,causando problematiche a carico della citta e dei residenti stessi. Ribadisce che nella proposta ZTL Revolution erano stati toccati molteplici aspetti e tra questi anche favorire percorsi turistici alternativi oltre a questioni riguardanti la tutela delal residenzialità e del commercio locale e conclude concordando su molti aspetti proposti con particolare attenzione a favorire le prenotazioni turistiche.

FERRAZZI: chiede indicazioni su quali scelte tende orientarsi l'operato della Amministrazione e se dopo due anni e mezzo di governo non sia il caso di attuare della scelte concrete. Nel merito del "conteggio" turistico ritiene sia un problema che doveva essere iniziale del processo in anali e che vi sono enti che possono definire in modo reale le presenze sul territorio. E quindi ribadisce l'opportunità di passare dalle indicazioni alle scelte concrete e lamenta che si è ancora fermi ad una fase iniziale di discussione e chissà quando saranno poi affrontate cosi' da poter arrivare alla dovuta soluzione.

PEA: ricorda che per quanto riguarda il metodo di lavoro della commissione ci si attiene alle procedure previste e su quanto in discussione nella seduta odierna ci si riferisce ad atti di indirizzo e se possibile trasformarle in mozioni ma al fine di evitare di fare scelte non opportune si e' ritenuto necessario chiedere alla Segreteria Generale quale procedura attuare per gestire al meglio il documento in analisi nella commissione in atto. E si rimette alla volontà dei proponenti per come intendono procedere.

SCARPA R: conferma che nelle tre proposte in discussione vi sono allegati dei pareri e nel caso della specifica delibera in discussione ritiene possa transitare in Consiglio Comunale e quindi essere votabile.

PEA: prende atto che non si intenda trasformare la delibera in mozione.

CROVATO: ricorda che da quanto riportato nella delibera dei quatttro consigliere sia "passata acqua sotto i ponti" e si rammarica che nelle poche righe di cui e' composta si possa ridurre in modo semplicistico una questione tanto complessa. Afferma che una città di Venezia , per sua stessa natura, i residentiti siano costretti a vivere in una continui disagio e stando a quanto riportato dal Centro Internazionale di Studi sull'Economia Turistica (CISET) per il prossimo decennio è previsto un aumento del 10% delle presenze turistiche in città.

PELLEGRINI: intende fare un discorso di merito ed in particolare al Progetto di Governance territoriale del turismo a Venezia siano stati sviscerati tutti i possibili quesiti e che e' stato svolto un ottimo lavoro in merito. Nel merito della questione del numero di presenze turistiche richiama al rischio di trovarsi "soffocati" dal numero di turisti presenti e quindi sollecita la Giunta nel prendere le dovute soluzioni ed in particolare ricorda come il Consiglio Comunale debba attuare decisioni anche a rischio di andare contro gli interessi e ledere certe categorie economiche presenti sul territorio.

FIANO: ricorda che la questione delle quote militari presenti sul territorio non sono attribuibili alla sola questione dei flussi turistici ma riconducibili ad accadimenti internazionali legati alal sicurezza. In merito alal delibera in discussione pone attenzione a quei gioni "caldi" di presenze giornaliere ed alla necessaria gestione organizzativa e sul bisogno di intervenire in modo adeguato e ricorda come negli ultimi anni la questione delle presenze si sia ulteriormente ingigantito e quindi auspica un intervento costruttivo per attuare una soluzione e nel concludere ritiene necessario intraprendere un percorso collaborativo tra consiglieri ed iniziare anche da piccoli interventi e con provvedimenti che possono essere adottati in breve tempo.

PELLICANI: nel concordare per una discussione con intento unitario e pone il quesito se esista o meno una possibile gara d'appalto di Venis che preveda delle procedure che consentano di avere dati concreti sul conteggio effettivo delle presenze turistiche.

SAMBO: condividendo quanto espresso dal consigliere Pellegrini , ritiene necessario conoscere se con l'uso di strumenti tecnologici sia possibile avere dati sul concreto movimento turistico all'interno della città storica . Ricorda l'importanza di affrontare uno studio appropriato riguardante i dati dei flussi turistici e sa vi sono provvedimenti previsti da parte della stessa Amministrazione.

GIUSTO: esprime dissenso che commissioni riguardanti la questione di Venezia siano affrontatre in terraferma e ricorda che chi vive lla città storica comprende in pieno quelle che sono le problematicità del vivere quotidiano e l'importanza di tutelare l'artigianato locale ,lamentando il disagio creatosi per la chiusura di molte attività commerciali locali. Ricorda che sia giunto ormai il tempo del "fare" prima di assistere alla definitiva morte di Venezia .

VISENTIN: nel riprendere il discorso relativo la metodo , ritiene che la delibera in discussione debba essere ritirata e ricorda che molti aspetti posti in analisi siano poi stati concentrati nel Progetto di Governance. Ricorda che quanto di competenza del Consiglio Comunale sia quello di sollecitare, oltre ad integrare e monitorare ,gli obiettivi che sono gia' stati presentati e quindi dichiara sia necessario ritirare il documento in discussione e procedre con le modalità presenti nel documento di Governance.

DE ROSSI: ricorda che quanto riportato nella deliberazione n.91 e n.306 e ritiene opportuno come maggioranza di lavorare su quanto deliberato.

SCARPA R.: ritiene necessario proseguire con l'iter previsto al fine di prendere la giusta decisione in merito.

PEA: dichiara che la proposta di delibera numero 374 viene licenziata in discussione in consiglio comunale e ,nel ringraziare i presenti, chiude, i lavori di commissione alle ore 14.42.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 18-02-2019 ore 09:49
Ultima modifica 18-02-2019 ore 09:49
Stampa