Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Movimento 5 Stelle > Consiglieri comunali > Elena La Rocca > Archivio atti > Interrogazione nr. d'ordine 816
Contenuti della pagina

Movimento 5 Stelle - Interrogazione nr. d'ordine 816

Logo Movimento 5 Stelle Elena La Rocca
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
816 41 10/07/2017 Elena La Rocca
 
Sindaco
Luigi Brugnaro
10/07/2017 09/08/2017 scritta
 
rinviata
in Consiglio

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
risposta in Consiglio comunale31-05-2019Leggi
cambio iter per scadenza termini risposta04-02-2019Inviata per la trattazione in Consiglio comunale ai sensi dell'art. 16 c. 5 del Regolamento del C.c.

 

Venezia, 10 luglio 2017
nr. ordine 816
n p.g. 41
 

Al Sindaco Luigi Brugnaro


e per conoscenza

Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: danneggiamento di monumenti ed edifici veneziani ad opera della “writer francese”

Tipo di risposta richiesta: scritta

 

Premesso che
- lo scorso 28 Aprile un articolo de La Nuova Venezia riporta che una donna francese è stata colta in flagrante dai vigili urbani mentre imbrattava un antico capitello ligneo ritraente una Madonna, usando la vernice di una bomboletta spray;

- lo stesso articolo spiega come non si tratti dell'unico imbrattamento ad opera della writer; si riporta: “Bomboletta e stencil sono stati sequestrati, come pure il telefono cellulare della writer nel quale gli operatori del nucleo investigazioni scientifiche del corpo hanno trovato tracce di altre decine di imbrattamenti appena eseguiti nel centro storico di Venezia. Tra i manufatti danneggiati anche diverse colonne in pietra d'Istria e la statua del Cristo posta all'intersezione del rio di Noale con il Canal Grande”;

- i vigili urbani intervenuti hanno raccolto le generalità della donna, identificata in una quarantenne di origine francese residente a Milano;

premesso inoltre che
- la notizia viene replicata il 30 Aprile da Il Giorno di Milano che riporta la notizia per cui la “writer delle stelle blu”, stelle con cui ha imbrattato varie zone di Milano, è finalmente stata colta in flagrante e identificata. Lo stesso articolo evidenzia che è dunque lei la writer che almeno dal 2011 imbratta superfici private e pubbliche, in varie città italiane (Venezia, Milano, Torino..) ma anche europee (ad es. Parigi, Berlino, Vienna) con la stella blu e che ora è scattata la denuncia: “la donna dovrà rispondere di imbrattamento e danneggiamento aggravato”;

- il suddetto articolo descrive la writer anche come “artista affermata (che) ha partecipato a una serie infinita di mostre e installazioni” e aggiunge "a dimostrazione del fatto che spesso il limite tra street art e graffitismo vandalico è sottilissimo”;

- alle condanne riferite dalla stampa si è aggiunta quella dei rappresentanti della Scuola Abate Zanetti di Murano, dai quali è partita una comunicazione che riporta: ”in merito ai recenti avvenimenti che hanno vista coinvolta Sabine Delafon, selezionata nel 2011 per la realizzazione di una scultura in vetro presso la Scuola Abate Zanetti, il Premio Arte Laguna e la Scuola del Vetro Abate Zanetti si dissociano totalmente da tali atteggiamenti di vandalismo nei confronti del patrimonio artistico”;

considerato che
- l'intervento tempestivo dei vigili urbani ha consentito l'identificazione della donna; ciò consente a sua volta di riunire le informazioni relative alle molteplici azioni di imbrattamento compiute e tradurle nei provvedimenti più opportuni;

- Venezia è una città dal patrimonio storico e artistico inestimabile per la quale è necessario mettere in campo idonee misure di tutela e salvaguardia;

tutto quanto premesso e considerato,
si interpella il Sindaco per sapere

- quali azioni abbia ritenuto opportuno intraprendere a seguito dell'identificazione della writer, per il ripristino dei beni danneggiati, a tutela del patrimonio artistico di Venezia;

- se, per evitare ulteriori deturpamenti di monumenti di pregio artistico non solo in Italia, si ritenga altresì di inviare una comunicazione formale agli uffici delle principali città d'arte del centro Europa nella quale si descrive l'attività della writer.

 

Elena La Rocca

 
 
Pubblicata il 10-07-2017 ore 16:33
Ultima modifica 10-07-2017 ore 16:33
Stampa