Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Atti dei Consiglieri > Interpellanza nr. d'ordine 635
Contenuti della pagina

Interpellanza nr. d'ordine 635

Logo Elena La Rocca
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
635 21 17/02/2017 Elena La Rocca
 
Assessore
Simone Venturini
 
e p. c.
Alla Presidente della III Commissione
21/02/2017 23/03/2017 in Commissione

 

 

Venezia, 17 febbraio 2017
nr. ordine 635
n p.g. 21
 

All'Assessore Simone Venturini


e per conoscenza

Alla Presidente della III Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: aggressioni e atti vandalici di baby-gang nel territorio comunale - INTERPELLANZA ai sensi ex art. 8 del Reg. C.C.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che
- la stampa locale di ieri riporta la notizia di una recente aggressione, nella zona di Marghera, attribuita ad una baby-gang;

- l'episodio viene descritto come successivo ad altre aggressioni o eventi vandalici avvenuti negli ultimi mesi nel territorio comunale;

- viene riferito che i protagonisti di tali episodi sono probabilmente minori tra i 15 e i 18 anni e che agiscono in gruppo; non è dato sapere, al momento, se si tratti di una o più baby-gang;

Considerato che

- viene altresì specificato dalla stampa come si stia diffondendo un clima di crescente paura e preoccupazione, che oltretutto rievoca quanto già vissuto in anni recenti per la diffusione della violenza agita da alcune baby-gang;


tutto quanto premesso e considerato,
si interpella l'Assessore per sapere, per quanto di competenza

- se il Comune disponga o possa attivarsi per recuperare il numero dei minori che hanno a proprio carico provvedimenti limitativi e di obbligo dal tribunale dei minori e quanti di essi siano in carico ai servizi sociali;
- quanti sono i minori per i quali sono stati emessi provvedimenti di allontanamento dalla famiglia e i minori con progetti alternativi al carcere minorile coinvolti nelle baby-gang;
- se, a seguito di fermo o arresto di un minore da parte della polizia, ne venga data comunicazione ai servizi sociali;
- quali sono le risorse destinate al servizio di educatori di strada ed assistenti sociali su tutto il territorio comunale;
- quali sono le azioni e o progetti sociali programmati e attuati per le politiche giovanili ai fini della prevenzione e del reinserimento sociale;
- quali sono i servizi e i soggetti coinvolti in tali suddette azioni e se sia prevista un'attenzione alle specificità territoriali;
- se e quante risorse sono previste e stanziate per le comunità che accolgono i minori seguiti dai servizi sociali, con particolari provvedimenti e condanne relative ad atti di teppismo, bullismo, violenza ed aggressioni;
- quante risorse sono previste nel bilancio comunale per i mediatori culturali, quali le attività di prevenzione e presidio delle forze dell'ordine attivate a Mestre e Marghera;
- in quali altri modi l'amministrazione intenda operare per il contenimento del fenomeno delle baby-gang e per ripristinare una condizione di maggior serenità e sicurezza nei cittadini.

 

Elena La Rocca

 
 
Pubblicata il 17-02-2017 ore 16:48
Ultima modifica 17-02-2017 ore 16:48
Stampa