Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Atti dei Consiglieri > Interrogazione nr. d'ordine 427
Contenuti della pagina

Interrogazione nr. d'ordine 427

Logo Elena La Rocca
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
427 52 18/07/2016 Elena La Rocca
 
Sindaco
Luigi Brugnaro
18/07/2016 17/08/2016 scritta

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
risposta in Consiglio comunale31-03-2017Leggi

 

Venezia, 18 luglio 2016
nr. ordine 427
n p.g. 52
 

Al Sindaco Luigi Brugnaro


e per conoscenza

Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Piano d'azione urgente per la tutela, la pianificazione e la gestione sostenibile del patrimonio culturale e ambientale del Sito “Venezia e la sua laguna” - Patrimonio dell'Umanità

Tipo di risposta richiesta: scritta

 

Premesso che


- durante la XI sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale del 1987, il Sito “Venezia e la sua laguna” è stato iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO come “valore universale eccezionale” (Outstanding Universal Value) soddisfacendo i seguenti criteri per l’inserimento nella lista stessa:
I) Rappresentare un capolavoro del genio creativo umano;
II) Presentare un importante interscambio di valori umani, in un lungo arco temporale o all’interno di un’area culturale del mondo, sugli sviluppi dell’architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio;
III) Costituire una testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa;
IV) Costituire un esempio straordinario di un tipo di costruzione, di un complesso architettonico o tecnologico o di un paesaggio, che illustri una o più significative fasi nella storia umana;
V) Costituire un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentative di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, specialmente quando questa diventa vulnerabile per effetto di cambiamenti irreversibili;
VI) Essere direttamente o tangibilmente associata ad avvenimenti o tradizioni viventi, con idee o credenze, con opere artistiche o letterarie, dotate di un significato universale eccezionale”.
Affinché il bene sia considerato di “eccezionale valore universale”, tuttavia, deve soddisfare anche le condizioni di “integrità” e “autenticità;


Considerato che


- dal 13 al 18 ottobre 2015 si è svolta la missione di monitoraggio disposta dall’UNESCO per valutare lo stato di conservazione del suddetto sito;

- viene segnalato dal locale Ufficio Sito UNESCO che “Il sito lagunare è attualmente sotto attenta osservazione da parte degli organismi internazionali che dovranno valutare in che modo l’Italia, quale Stato Parte della Convenzione UNESCO del 1972, risponde ai numerosi adempimenti prescritti a garanzia della conservazione dei valori universali del sito dal Comitato del Patrimonio Mondiale”. E ancora “Al centro della discussione è la complessità del sito in relazione a diversi aspetti di cui si ritiene dover valutare l’impatto sia rispetto al patrimonio culturale che alle risorse ambientali: turismo, infrastrutture, cambiamenti dell’ecosistema lagunare


Considerato inoltre che


- la relazione prodotta dalla commissione incaricata dei suddetti accertamenti rileva (come riferito dalla stampa in data 05.07.2016) che le scelte effettuate in termini di turismo e residenzialità, grandi opere e salvaguardia della laguna, hanno portato ad un eccessivo sfruttamento delle risorse della laguna con il rischio di danni irreversibili sia in termini di autenticità che di integrità di tale ambiente;

- il rapporto raccomanda di attuare una serie di misure urgenti per la salvaguardia di Venezia e della sua laguna nonché di sottoporre alla Commissione dell'UNESCO una relazione dettagliata sullo stato di conservazione entro il 01.02.2017;

- in questi giorni, in occasione della 40a conferenza internazionale dell'UNESCO che si sta tenendo ad Istanbul, i 21 delegati presenti ribadiscono la forte preoccupazione rispetto alle condizioni attuali e prospettive della nostra città, raccomandano che entro il prossimo febbraio 2017 il Governo Italiano e il Comune di Venezia abbiano avviato azioni concrete di salvaguardia e tutela di tale bene dell'umanità. In caso contrario il Sito sarà iscritto nella Lista dei siti del Patrimonio dell’Umanità in Pericolo;


Tutto quanto premesso e considerato, si chiede

- quali misure urgenti il Sindaco intenda predisporre per la tutela, la pianificazione e la gestione sostenibile del patrimonio culturale e ambientale del Sito;

- quali modalità di collaborazione intenda attivare con il Comitato di Pilotaggio e l'Ufficio Sito UNESCO di Venezia;

- quali altre misure si metteranno in essere per evitare che Venezia e la sua laguna siano inserite tra i siti a rischio (eventualità che, tra l’altro, metterebbe in dubbio la capacità delle istituzioni locali e nazionali di preservare il “valore universale eccezionale” della nostra città).

 

Elena La Rocca

 
 
Pubblicata il 18-07-2016 ore 17:13
Ultima modifica 18-07-2016 ore 17:13
Stampa