Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 26-06-2018 ore 14:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Sara Visman, Ciro Cotena (sostituisce Marta Locatelli), Ermelinda Damiano (assiste), Rocco Fiano (sostituisce Felice Casson), Enrico Gavagnin (assiste), Deborah Onisto (assiste), Giorgia Pea (assiste), Paolo Pellegrini (assiste), Monica Sambo (assiste), Silvana Tosi (sostituisce Giovanni Giusto), Chiara Visentin (assiste)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Direttore Marco Matroianni, Funzionario Massimo Da Lio.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della PD.224.2018 del 21/05/2018 - Procedimento ai sensi del D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160, art. 7 e Legge Regionale Veneto n. 55 del 31 dicembre 2012 art. 3 per il progetto di ristrutturazione edilizia ed ampliamento della Vetreria Ferro Murano a Murano in deroga all'art. 10.2.1.1 della NTA della VPRG per l'Isola di Murano.

Verbale

Alle ore 14.50 la Presidente Lorenza Lavini  constatato il numero legale, legge l’o.d.g.

FIANO interviene sull’ordine dei lavori e ricorda che il Sindaco, durante un’intervista ad Antenna 3, aveva dichiarato che presto verrà dato avvio al  progetto del Canile, mentre sulla questione i consiglieri dell’ opposizione avevano chiesto da più di un anno e mezzo notizie nel merito. Chiede che entro venti giorni venga organizzata una Commissione congiunta V-VIII sul progetto del Canile e sul lascito economico. Sottolinea che questa situazione delinea l’inutilità delle richieste.

LAVINI risponde al Consigliere Fiano di aver appreso la notizia del Progetto del Canile dalla stessa trasmissione, confermando la futura organizzazione di una Commissione congiunta V-VIII sul Progetto del Canile.

DE MARTIN fa sapere di non aver visto la trasmissione di Antenna 3 ma precisa che nella conferenza stampa non è stato presentato un progetto. Conferma positivamente la possibilità di organizzare una commissione congiunta sul tema.

SAMBO ricorda che sul tema ci sono atti ispettivi che dovrebbero essere evasi. Porta l’esempio di Chioggia e il dibattito sul Canile.

LAVINI invita i consiglieri a proseguire con l’odg del seduta ricordando che è presente il parere della Municipalità.

DA LIO inizia la presentazione della procedura da Sportello Unico, che riguarda la  Vetreria Ferro  a Murano. Descrive il compendio e i diversi livelli di utilizzo. Specifica che si chiede la sopraelevazione dell’immobile di un piano. Ricorda che la procedura prevede la deroga al VPRG  dell’isola di Murano in quanto non sarebbero consentiti aumenti di volumetria. Fa sapere che si vuole creare uno spazio espositivo e riordinare gli uffici per 140 mq. di ampliamento, con un procedimento che risale al 2010, vista una parte di demolizione abusiva con sanatoria. Ricorda che il parere della Municipalità è contrario ed è stato controdedotto dagli uffici. Sottolinea che l’edificio è classificato come ufficio produttivo. Ricorda che la Legge Regionale che regola la questione prevede un vincolo di due anni a decorrere dall’agibilità.

CENTENARO chiede di poter leggere la convenzione.

DE ROSSI domanda maggiori spiegazioni sulla destinazione d’uso.

VISMAN chiede di poter approfondire le motivazioni per cui questa ditta abbia chiesto questo aumento di volume.

TOSI sostiene l’importanza di promuovere l’iniziativa delle attività produttive del nostro territorio.

DA LIO risponde che attraverso la convenzione per gli interventi in deroga si possono reperire gli standard, in questo caso a Murano non sono previsti gli standard quindi in convenzione non vengono considerati. Ricorda che esiste per i proprietari l’obbligo della gestione dell’immobile con la destinazione d’uso prevista dalle norme. Sottolinea che per modificare la destinazione d’uso si deve attivare una ulteriore procedura da sportello unico.
Alle ore 15.15 entra il Consigliere Formenti.

CENTENARO fa sapere di non essere contrario al provvedimento ma in casi simili non è stato applicato l’obbligo dei due anni.

DA LIO ricorda che in questo procedimento si applica l’art.3 della L.R. n.55/2012.
Alle ore 15.21 entra il Consigliere Gavagnin.

ONISTO chiede spiegazioni ulteriori sul vincolo trascritto in convenzione. Esprime il proprio sostegno all’azienda e all’investimento, considera il vincolo di due anni troppo breve.

Alle ore 15.25 esce la Presidente Lorenza Lavini e prende la presidenza  la Vicepresidente Maika Canton.

Da LIO ribadisce il concetto che per togliere il vincolo ci vuole una procedura di sportello unico.

VISMAN ricorda che con questa procedura si va a sanare un abuso edilizio preesistente.

DA LIO fa sapere che la procedura è relativa all’edificio esistente di un piano , prima era stata fatta una demolizione e ricostruito.

VISMAN ricorda che precedentemente c’èra già un piano costruito.

DA LIO risponde che dalla documentazione non risulta.

SCANO esprime il linea generale il proprio assenso su questo intervento. Fa notare che la conferenza dei servizi risulta datata settembre 2017 e ad oggi sono già passati i 60 giorni e quindi si sarebbe formato il silenzio tacito.

TOSI ritiene che il parere contrario della Municipalità non sia comprensibile perché limita un investimento importante per questa ditta.

DE MARTIN sottolinea il rilievo dei tempi evidenziato dal Consigliere Scano e ricorda che questo provvedimento è stato vagliato dalla Segreteria Generale ed ora il Consiglio comunale approverà in trasparenza la proposta deliberativa. Invita i consiglieri a controllare, non all’ultimo momento, le proposte deliberative oggetto delle commissioni. Fa presente che l’intervento riguarda solo 140 mq. per riguarda un investimento volto a per migliorare l’attività della proprietà.

R.SCARPA  sottolinea che la questione sollevata dal Consigliere Scano rappresenta un obbligo di legge. Invita i commissari a non creare un precedente, sottolinea che di fatto il Consiglio comunale viene coinvolto solo per ratificare una decisione già presa.

CENTENARO chiede di poter approfondire ulteriormente l’argomento.

CANTON apprezza le spiegazioni del consigliere Scano, ma più ritiene importante che  venga data la possibilità di avere i permessi per realizzare questo investimento.

LAZZARO ritiene che un approfondimento ulteriore non cambierebbe nulla nella procedura di rilascio dei permessi.

ONISTO chiede di organizzare una ulteriore riunione di approfondimento.

DE ROSSI concorda su una possibile ulteriore seduta di commissione .

SCANO precisa che l’intenzione è sostanzialmente quella di precisare e valutare la procedura e non quella di limitare la Ditta richiedente. Ritiene che il voto del Consiglio comunale risulta inutile.

Alle ore 16.05 la Presidente Lorenza Lavini  chiude la riunione di commissione.

.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 30-10-2018 ore 11:51
Ultima modifica 30-10-2018 ore 11:51
Stampa