Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 11-12-2015 ore 09:00
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Ciro Cotena (sostituisce Giancarlo Giacomin)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Assessore Michele Zuin, Direttore Andrea Costantini, Direttore Piero Dei Rossi, Direttore Istituzione Parco della Laguna Vincenzo De Nitto.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD.2015.655 del 24/11/2015: "Bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2016-2018" - ambiente.

Verbale

La Presidente alle ore 09.25 la presidente Lavini, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e dà la parola all'assessore De Martin.

DE MARTIN ringrazia i presenti e invita il Direttore ad introdurre la proposta di deliberazione.

COSTANTINI descrive quali sono le entrate della direzione, la cui l'entità totale ammonta a 96 milioni di euro. Specifica i vari centri di costo della direzione, e ricorda che a VERITAS vengono dati circa 90 milioni di euro all'anno per i servizi svolti; chiarisce che al Consorzio di Bacino vengono dati circa 150.000 euro e 500.000 euro sono destinati alle sostituzioni, cioè il comune si sostituisce a chi non paga la tassa rifiuti; prosegue descrivendo altri centri di costo che prevedono disponibilità economiche per far fronte al controllo sanitario e di gestione degli animali randagi ed anche per la gestione dei depuratori.

ZUIN evidenza che la partita di circa 40 milioni di euro si è sbloccata.

COSTANTINI sottolinea che nel bilancio della direzione ci sono anche le risorse dedicate alla gestione dell'oasi di Ca' Roman – Alberoni, oltre alla partita di giro legata ai bollini blu. Ricorda che sono destinate alcune risorse anche per l'affidamento all' ARPAV del controllo della qualità dell'aria.

CANTON chiede quali danni vengono risarciti dalle assicurazioni stipulate dalla direzione.

ONISTO pone una domanda rispetto alla tutela giuridica che si può ottenere verso i danni che eventuali immobili degradati, causano alle proprietà confinanti.

COSTANTINI sottolinea che la direzione prevede circa 28.000 euro di canone annuo per i monitoraggi dell'aria, controlli che vengono concordati con ARPAV. Risponde alla consigliera Onisto specificando che il problema dell'incuria degli immobili viene gestito, caso per caso, attraverso la Polizia Locale che contatta direttamente i privati e se nulla si ottiene, si procede attivando la Procura della Repubblica; fa sapere che fino ad ora non si sono mai attivati i poteri sostitutivi. Prosegue chiarendo che per quanto riguarda i rifiuti abbandonati, nel testo unico ambiente è prevista una procedura ad hoc, così da chiarire se si può o non si può attivare il servizio svolto da VERITAS.

Alle ore 09.52 entra il consigliere Giusto

VISMAN evidenzia come non siano previste risorse per i controlli.

CENTENARO chiede che per il futuro vengano valutati i contratti di servizio in modo particolare quelli dello smaltimento dei rifiuti. Propone di rivedere il contratto con Veritas. Chiede delucidazioni sull'attività “ adotta un'aiuola”. Chiede se i 72.000 euro destinati al canile sono da considerarsi sufficienti per la gestione. Ritiene che le risorse destinate all'oasi sia un errore, pertanto annuncia un emendamento su questa questione. Evidenzia come i costi cimiteriali abbiano raggiunto livelli troppo alti.
Alle ore 10.10 escono i consiglieri A. Scarpa e D'Anna.

DE MARTIN chiarisce che questa direzione praticamente gestisce circa 1/7 del bilancio comunale, erogando servizi alla cittadinanza di estrema importanza. Risponde in merito al canile, evidenziando che l'attuale struttura risulta sovradimensionata rispetto alle esigenze. Ribadisce che la sruttura del canile comunale è sicuramente un obbligo e ribadendo che il gattile presente a Malamocco e lo stesso canile verranno aggiudicati con bando. Il nel merito alla riflessione fatta rispetto all'oasi, risponde che è un sito UNESCO e scegliere di eliminare la gestione è una scelta politica. Chiarisce che per quanto riguarda la situazione dell'inquinamento dell'aria in Comune di Venezia, chiarisce che non si deve pensare ad un aumento delle attività inquinanti ma ad una anomala situazione di siccità che permane da molto tempo. Pone una riflessione su alcune contraddizioni legate alla possibilità dell'uso del pellets. Ritiene che l'iniziativa “adotta l'aiuola” va sicuramente incentivata considerando il costo di gestione del verde pubblico; ricorda che se l'aiuola è composta da terreno inquinato deve essere recintata.

Alle ore 10.16 entrano i consiglieri A. Scarpa e D'Anna.

ZUIN ricorda che VERITAS attualmente si trova a dover garantire un servizio, con minor numero di paganti, da cui deriva un problema di coperture dei costi a parità di servizio.

DE MARTIN specifica che il bilancio della direzione si è abbassato del 23% in questi ultimi anni e anche all' Oasi le risorse sono state ridotte passando da 150.000 euro a 40.000 euro.

ZUIN pone una riflessione sul possibile taglio delle risorse per la gestione dell'oasi, solo nel coso in cui ci possa essere un'alternativa valida per sostenerne i costi.

FIANO ritiene che le risorse riconosciute per sostenere il contratto con VERITAS possano essere riviste. Chiede maggiori dettagli sul contratto di VERITAS. Chiede maggiori informazioni sui 150.000 euro riconosciuti a VERITAS.

ZUIN risponde che questi 150.000 euro sono destinati per coprire un servizio relativo alle bollette del canone ex-lege 206.

FACCINI evidenzia che al cap. 340 c'è un problema di cifre non corrispondenti. Chiede inoltre quanti tagli siano stati effettuati alla direzione.

COSTANTINI nel cap.340 sicuramente si verificheranno le cifre, mentre il cap.341 è legato ad un finanziamento regionale sull'educazione ambientale.

A.SCARPA chiede spiegazioni sull'incuria dei siti privati, evidenziando che la procedura spiegata dal Direttore non viene sempre applicata, la realtà è che spesso gli stessi privati vittime dell'incuria devono agire in proprio per ottenere il risultato. Crede che i controlli vadano rivisti. Ritiene che le risorse destinate all'oasi per la gestione del verde non sempre danno i risultati voluti. Porta degli esempi di danni provocati dal verde.

DE MARTIN sottolinea quanto appena detto dal consigliere A.Scarpa e invita a rivedere il contratto di gestione. Evidenzia quanto sia importante approvare il bilancio del comune in dicembre così da permettere l'anticipazione della gestione dei servizi.

TOSI pone l'attenzione sulla situazione di centinaia di gatti presenti nel territorio, evidenziando che in terraferma manca una struttura adeguata, attualmente tutto è lasciato alla libera e gratuita azione dei privati. Propone di spostare il gattile da Malamocco in Terraferma.

SCANO riflette sui tagli al contratto della gestione del verde e sui possibili disservizi che questo potrà causare. Propone di rivedere il contratto con VERITAS evidenziando che di fatto non esistano degli investimenti verso l'ambiente. Chiede se siano previste risorse per i controlli verso colombi, nutrie e gabbiani. Chiede di organizzare una commissione ad hoc su queste tematiche. Propone una delibera per creare una TARI agevolata per chi adotta animali.

ZUIN pone l'attenzione sul verde pubblico, chiarendo che non ci sono dei tagli ma dei risparmi, che VERITAS deve fare sulla gestione del servizio.

Alle ore 11.00 escono i consiglieri Gavagnin e La Rocca.

VISMAN chiede spiegazioni sul cdc 340.

R.SCARPA apprezza la riduzione sul contratto VERITAS, evidenziando come i dipendenti della partecipata continuino ad aumentare, inoltre pone l'attenzione sulla qualità della pulizia urbana a Mestre che non sembra così efficiente.

Alle ore 11.10 entra la consigliere Locatelli.

ZUIN sottolinea che le partecipate hanno il blocco delle assunzioni, situazione gestita già dal Commissario. Ricorda che le assunzioni di quest'anno sono relative al passaggio di personale da contratto a tempo determinato ad indeterminato.

DE MARTIN ricorda che i controlli sulle caldaie vengono fatti sopratutto nei comuni di Padova e Venezia, quando invece si dovrebbero eseguire in tutta la regione.

ONISTO invita a recuperare le risorse per regolarizzare i controlli sulla zona aeroportuale.

COSTANTINI ricorda il contributo regionale per gli interventi sulla VINILIS. Chiarisce che sul controllo verso gli animali sono previsti circa 10.000 euro, inoltre questi tipi d'intervento vengono fatti in sinergia con l'ASL ; fa sapere che le entrate previste sulla partita ceneri da cremazione è prudenziale in quanto solo i non residenti pagano questo servizio.

DE NITTO evidenzia come il bilancio dell'Istituzione Parco delle laguna sia ridotto con trasferimenti pari a 50.000 euro. Spiega brevemente le attività verso le scuole.

LAVINI chiede spiegazioni sull'Istituzione Boschi e Grandi Parchi.

COSTANTINI chiarisce che l'Istituzione Boschi e Grandi Parchi, ha subito tagli per 20.000 euro e ha dei proventi derivanti dal Bar e dalle antenne e altre piccole entrate per manifestazioni. Descrive brevemente le manutenzioni ordinarie e straordinarie fatte per il Bosco. Fa sapere che vanno considerate come spese dell'istituzione anche le azioni di vandalismo che spesso avvengono nel parco Albanese.

Alle ore 11.30 escono il consigliere Lazzaro e la consigliera Faccini.

CENTENARO chiede un incontro con le Istituzioni. Ritiene positiva e da prendere in considerazione, l'esperienza dei boschi trentini che riescono a mantenersi con la vendita del legno.

SCANO condivide quanto detto dal consigliere Centenaro. Propone di ampliare il bosco. Chiede se le Istituzioni volgono servizi sociali. Ricorda che il bar Punta gialla è chiuso.

D'ANNA chiede che si consideri con attenzione il servizio prestato dai volontari.

DE ROSSI pone una riflessione sui costi e benefici di queste Istituzioni.

COSTANTINI fa sapere di essere a conoscenza dell'esperienza trentina, ma che per ora, considerato il tipo di economia del territorio, si riesce ad organizzare solo lo sfalcio dei prati con affidamento biennale; per quanto riguarda il taglio del legname viene fatto direttamente con la vendita del legno ricavato. Ricorda che sull'utilizzo dei volontari sono state coinvolte circa 26 risorse umane. La vigilanza viene garantita da associazioni di volontariato a fronte di contribuzioni, così come già accade con le esperienze di AUSER e casa dell'Ospitalità. Porta a conoscenza che sul bar Porta Gialla la chiusura è avvenuta lasciando un buco di 50.000 euro, si sta comunque lavorando per riaprire a primavera.

Alle ore 11:45 la presidente Lavini, esaurito l'ordine del giorno dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 26-02-2016 ore 15:16
Ultima modifica 26-02-2016 ore 15:16
Stampa