Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > VI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

VI Commissione - Verbale

Seduta del 16-05-2018 ore 12:00
congiunta alla XI Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Giovanni Pelizzato, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Sara Visman, Gianpaolo Formenti (sostituisce Marta Locatelli), Silvana Tosi (sostituisce Monica Sambo)

 

Altri presenti: Assessore Simone Venturini, Dirigente Michele Casarin

 

Ordine del giorno della seduta

  1. sopralluogo presso la Biblioteca per bambini e ragazzi Vez Junior, illustrazione delle attivitÓ e dei risultati di gestione.
  2. sopralluogo presso la Biblioteca Pedagogica Lorenzo Bettini (via Dante Alighieri nr 61 Mestre-Venezia), illustrazione delle attivitÓ e dei risultati di gestione

Verbale

La VI Commissione (congiunta alla XI Commissione) è convocata mercoledì 16 maggio 2018 alle ore 12:00 presso Biblioteca VEZ Junior Via Querini nr. 33 Mestre - Venezia con il seguente ordine del giorno:
1. sopralluogo presso la Biblioteca per bambini e ragazzi Vez Junior, illustrazione delle attività e dei risultati di gestione.
2. sopralluogo presso la Biblioteca Pedagogica Lorenzo Bettini (via Dante Alighieri nr 61 Mestre-Venezia), illustrazione delle attività e dei risultati di gestione

VERBALE

PEA: alle ore 12.06 ,constatato il numero legale, apre ai lavori della VI commissione congiunta XI in merito al sopralluogo presso la biblioteca Vez Junior.

VENTURINI: ricorda gli interventi in ambito bibliotecario con la rioganizzazione dell'intero sistema con l'apertura di eccellenze quali la Vez Junior, in una prospettiva di una regia unitaria nel destinare struttura a sitemi specialistici destinati a bacini di utenza mirati,in un contesto che siano coinvolte a partire dal sistema centrale fino alle realtà di prossimità quartierali. Evidenzia che con la Vez Junio l'intento sia stato di rafforzare il tema dell'infanzia ed adolescenza con un messaggio rivolto alla lettura in un contesto anche ludico e come sia stata una mossa azzardata mettere a disposizione una cosi' ampia struttura che pero' si eè rivelata una scelta positiva ,grazie agli investimenti effettuati dal Comune, mettendo a disposizione oltre 12.000 testi e con sempre nuovi acquisti costanti e continui.Pone l'accento che la Vez Junior sia uno spazio alternativo per le famiglie puntando ad una sfida educativa vincente, insieme allo spazio corrispettivo situato a venezia alla biblioteca Bettini e non ultimo la creazione di un'area specializzata presso la sede di via Dante con il trasferimento del fondo a tematica pedagogica. Conclude ricordando che presso la Vez Junio siano stati offerti oltre 162 eventi rivolti ai giovani lettori, oltre ad un aumento della presenza delle scuole grazie all'offeerta bibliotecaria offerta anche nelle altre strutture esistenti.
CASARIN M.: evidenzia che l'aumentio di presenze delle diverse scolaresche sia anche dovuto al fatto che si e' proposto un ambito polifunzionale con la copartecipazione di altre agenzie educative presenti sul territorio quali il centro Candiani.
VENTURINI: riferisce di una regia unitaria che tende verso una direzione che possa offrire a ventaglio complementarità di diversi ambiti culturali e didattici, con un riscontro anche verso una economicità degli acquisti che consentono una rete di scambio tra le diverse biblioteche operanti nel territorio. Nel merito ricorda l'ata professionalità dei dipendenti che operano presso le sedi del comune e presenta un nuovo progetto di ampliamento strutturale delal sede Vez ,integrando l'adiacente giardino per dare ulteriori spazi per puntare ad una eccellenza a livello europeo.
PEA: ricorda che i lavori odierni della commissione riguarderanno una visita alla biblioteca di via Dante,

LAZZARO: nel ricordare la propria esperienza in passato all'interno della struttura ,allora riservata ad altro uso e come nelle precedenti legislature si sia più volte discusso sulla destinazione d'uso e si dichiara felice di veder concretizzare a beneficio della collettività la sede operativa della Vez Junior.

VENTURINI: ricorda che l'attuale amministrazione in un biennio ha portato a termine la scelta di creare la sede della Vez Junior.

DE ROSSI: chiede chiarimenti come la gestione bibliotecaria si rapporti con le scuole e le diverse direzioni didattiche.
CASARIN M.: esprime la difficoltà con il rapportarsi con le biblioteche interne alle scuole ,spesso sprovviste di specifico personale e ritiene sia un lavoro grandioso dover mettere in sistema tutte le biblioteche scolastiche pur ritendo possa essere una iniziativa da prendere in considerazione.

VENTURINI: pone attenzione al lavoro svolto dal sistema bibliotecario del Comune, che offre un servizio alle scuole non dimenticando che sono enti di competenza statale e l'Amministrazione da sola non ha tutti gli strumenti per gestire le trealtà scolastiche ma e' interesse pero' far si di portare in dote valori aggiunti a servizio delle scuole stesse.

D'ANNA: chiede di quante unità disponga la biblioteca.

CASARIN: afferma che vi sono 5 persone e che tali strutture possono operare in modo funzionale solo se vi è il personale adeguato e competente.
PEA: interviene anche come madre nel ringraziare per il lavoro svolto all'interno della struttura e come luogo di aggragazione culturale, con spazi di stimolo in un contesto sicuro nel rispietto collettivo creando cosi' un'isola felice nella realtà territoriale del Comune. Ricorda come intento del Sindaco sia stato quello di creare luoghi della città in un clima di collaborazione, anche di tutti i consiglieri, per dare avvio ad una rete di relazioni tra Regione ed i Comuni metropolitani e richiede siano anche gli stessi consiglieri divulgatori dell'offereta degli eventi proposti, a partire dai vari laboratori, al fine di coinvolgere gli utenti a conoscere ed usufruire degli spazi messi a disposizione dal Comune.
GIACOMIN: vi sono molte municipalità e chiede chiarimento sulla gestione del sistema biblioteche in merito.
VENTURINI: conferma che stanno lavorando per eventi che riguardano anche strutture decentrate e ribadisce las rioganizzazione non riguarda solo le sedi principali ma anche le diverse realtà facenti parte l'intero sistema , pur ritenendo essenziale apportare dei cambiamenti che pero' hanno determinato un miglioramento del servizio anche per le altre biblioteche territoriali.

TOSI: chiede se sia stato ipotizzato una qualche forma di agevolazione del costo del pargheggio per i frequentatori delle biblioteche, ricordando che fosse un aspetto del programma di governo

VENTURINI: conferma che sono in atti una serie di sforzi al fine di agevolare i cittadini per consentire un miglior accesso alle strutture operative in città e chiede che sia comunque preso atto di quanto sia già stato realizzato dalla attuale Amministrazione.

PELLICANI: nel riconoscere che la Vez Junior sia uno spazio bello ed utile alla città ma ritiene sia necessario prendersi carico anche di altre realtà culturali presenti nella zona ,quali villa Querini e gli spazi della ex scuola De Amicis ,che necessitano di un dovuto recupero.

VENTURINI: ricorda che la questione della ex De Amicis necessita di un ragionamento complesso e risorse adeguate per trovare poi una giusta collocazione, svolgendo un lavoro responsabile su cosa si giusto fare.
PEA: su questioni inerenti sia la ex DeAmicis ed il Centro Civico di Bissuola saranno organizzate della apposite commissioni.

VISMAN: ritiene interessante il progetto di ampliamento criguardante il giardino interno alla Vez ma ritiene sia necessario pensare ad un sistema polifunzionale anche per la realtà del centro storico veneziano .

VENTURINI: conferma che vi e' una analoga intenzione per Mestre come per Venezia .

FORMENTI: pone una questione tecnica su cosa differenzia la Vez dalla biblioteca pedagogica di vuia Dante.

VENTURINI: ricorda che la collezione della biblioteca Bettini e' destinata a studuiosi della materia ed l'avvenuto trasferimento in terraferma da modo che possa essere ,data l'attuale collocazione, usufruibile comodamente per ricercatori della materia pedagogica.
CASARIN M: ritiene opportuno anticipare che la Vez Junior con i nuovi interventi programmati diventerà una realta unica in Italia ed anche a livello europeo , ospitantodo una galleria d'arte di provenineza da una donazione privata, attualemente giacente in dei magazzini, dando modo di creare sempre con il contributo di adeguato personale spazi che comprenderanno laboratori curati dalla stessa Biennale.
PEA: prosegue i lavori con il sopralluogo della sede bibliotecaria di via Dante.

BOVO: illustra le tre parti che costituiscono la biblioteca Bettini, a partire dal fondo intitolato a Lorenzo Bettini, alla raccolta materiale composto da altri lasciti di insegnanti e studiosi sempre collegati ai temi della pedagogia ed indine la parte riguardante le riviste specifiche sulla materia consultabili all'interno della struttura. Ricorda l'importanza dell'intero fondo per quanto riguarda la lettura dell'infanzia e dei testi specifici e monografici che consentono agli addettialla disciplina pedagogica ed alle diverse branchei ad essa connessa di avere a disposizione in una struttura modernissima che consente di consultare ed accedere ad una biblioteca altamente qualificata.
VISMAN: ribadisce che il fondo Bettini doveva rimanere a Venezia.

PEA: ringrazia i presenti e rinnova l'invito di rendersi divulgatori delle attività proposte dalle strutture visitate e di rendere ancor piu' conosciute le eccellenze presenti nell'intero territorio comunale, Chiude l'incontro alle ore 13.46.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 18-02-2019 ore 10:33
Ultima modifica 18-02-2019 ore 10:33
Stampa