Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > III Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

III Commissione - Verbale

Seduta del 25-11-2015 ore 11:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Francesca Rogliani, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman, Saverio Centenaro (sostituisce Lorenza Lavini), Enrico Gavagnin (sostituisce Marta Locatelli), Monica Sambo (sostituisce Andrea Ferrazzi)

 

Altri presenti: Assessore Simone Venturini, Direttore Luigi Gislon, Dott. Alessandro Giordano, Dott.ssa Gianna Zambianchi, Segretario Confederale CGIL Ugo Agiollo, Giampietro Antonini ( USB)

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD n.610 del 06/11/2015: Approvazione del nuovo " Regolamento di accesso alle prestazioni economiche erogate dal Comune di Venezia a favore delle persone anziane non autosufficienti, delle persone con disabilitÓ e delle persone con problemi di salute mentale autorizzate all'ingresso in strutture residenziali" e del " Regolamento di accesso alle prestazioni economiche erogate dal Comune di Venezia a favore delle persone anziane autorizzate a frequentare i centri diurni" e abrogazione delle deliberazioni di Consiglio Comunale n.36 del 6 aprile 2009 e n.100 del 26 settembre 2011.
  2. Comunicazioni dell'Assessore Simone Venturini sulle variazioni di assestamento di bilancio

Verbale

Alle ore 11.41 il Presidente della III Commissione Consiliare Alessio De Rossi, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno. Quindi da la parola all'Assessore Venturini

VENTURINI spiega che la proposta di deliberazione in discussione e' a saldo zero. Introduce però delle novità sulle soglie di accesso al servizio ISEE che è lo strumento attraverso il quale lo Stato prevede le prestazioni economiche a favore delle persone anziane non autosufficienti, delle persone con disabilità e delle persone con problemi di salute mentale per l'ingresso in strutture residenziali o per la frequentazione di centri diurni. Il nuovo ISEE è più penalizzante. Ci saranno nuove soglie per entrare nelle strutture ma si cerca di far rimanere inalterata la spesa del Comune

GISLON fa presente che il nuovo ISEE è un' incognita perchè ancora non si conoscono gli effetti che potrebbe produrre sui cittadini. Nei nuovi Regolamenti che devono essere aggiornati entro il 31 dicembre, si cerca di mantenere l'impianto generale ma i cittadini verranno penalizzati. L'ISEE è considerata requisito di accesso alle prestazioni e si aggancia ai parametri regionali. La soglia ISEE per l'accesso al contributo è di Euro 16,631,71 ma ora possono accedere al contributo anche le persone che hanno un reddito di Euro 23.900 con casa di proprietà ma in uso. Il calcolo del contributo viene fatto utilizzando il reddito netto della persona. Ci sono state delle modifiche per quanto riguarda l'erogazione dell'assegno di residenzialità

FACCINI chiede il motivo per cui sono stati redatti i nuovi regolamenti

GISLON risponde che la Segreteria Generale ha chiesto che i Regolamenti seguissero una linea generale mentre i vecchi avevano invece un'indicazione specifica. Quindi si sono abrogati e riscritti

Alle ore 11.56 entra il Consigliere Lazzaro

VISMAN chiede chiarimenti in merito ai centri diurni (art.1 comma 2 del Regolamento)

GISLON risponde che viene citata la legge regionale. Le persone anziane godono di prestazioni economiche erogate dal Comune di Venezia ad integrazione delle risorse personali per il pagamento della quota alberghiera per la frequenza ai Centri Diurni. Le rette alberghiere divergono poi da struttura a struttura

Alle ore 11.58 esce il Consigliere D'Anna

GIORDANO fa presente che l'Unità di Valutazione Multidisciplinare Distrettuale ( UVMD) è indispensabile per l'accesso alla rete dei Servizi Territoriali come le strutture residenziali e semi- residenziali per anziani e disabili. Tale certificazione viene valutata da più professionisti per identificare la migliore soluzione possibile per soddisfare i bisogni assistenziali. Il Comune si tiene asettico per non essere spiazzato dalla Regione

VISMAN chiede di elencare in maniera specifica i servizi

GISLON sottolinea che il Comune interviene quando i cittadini non sono in grado di pagare

VISMAN chiede chiarimenti in merito all'art.7 comma 2 che dice:" In caso di coniugi in cui il beneficario sia l'unico percettore di reddito, si adotta un correttivo con un abbattimento del 25% del reddito mensile netto"

ZAMBIANCHI risponde che la riduzione del 25% non va ad intaccare le casse comunali

GISLON evidenzia che la cosa va a vantaggio dei cittadini

VISMAN chiede se ci sono dati sui controlli effettuati e chi sono i soggetti esterni incaricati al controllo

ZAMBIANCHI risponde che in caso di quache irregolarita' la persona viene chiamata e può essere coinvolta anche la Guardia di Finanza. Il vantaggi della nuova ISEE sono i controlli incrociati. Inoltre se le persone non presentano l'ISEE entro il 31 dicembre il contributo puo' decadere. All'inizio i CAF erano molto a rilento, ora invece le cose vanno un po' meglio e i tempi sono più ridotti. L'ISEE più complicata è quella della residenzialità

UGO AGIOLLO (Segretario Confederale CGIL) trova che i regolamenti riguardino solo alcuni servizi. Chiede un incontro specifico con il Comune per approfondire le tematiche in discussione. Fa presente che le difficoltà riscontrate nella certificazione ISEE non sono da attribuire solo ai CAF

Alle ore 12.12 esce il Consigliere Centenaro

ANTONINI ( USB) dichiara che è dal 16 settembre 2015 che i sindacati hanno chiesto un'audizione con il Comune ma non sono ancora stati ricevuti. Nota che nell'assestamento di Bilancio sono stati tolti dei soldi ma non si capisce a chi verranno dati

VENTURINI sottolinea che ci sarà qualche ricaduta sul singolo ma c'è un equilibrio di fondo su vasca scala . L'assestamento di Bilancio di novembre è stato redatto in base alle esigenze del territorio. Alcune risorse sono aumentate e altre diminuite. I minori stranieri non accompagnati poi hanno comportato maggiori spese. In sede di Bilancio di previsione ci sarà un ulteriore sforzo per reperire risorse finanzarie

ANTONINI chiede maggiore trasparenza sulla spesa

VENTURINI dichiara che non c'è volontà di tagliare la spesa ma i minori stranieri e i profughi pesano. Dispiace comunque non poter gestire le risorse in altro modo

Il Presidente propone di inviare la proposta di deliberazione in Consiglio per la discussione. La Commissione accetta

Alle ore 12.25, esaurito l'ordine del giorno il Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 27-01-2016 ore 11:33
Ultima modifica 27-01-2016 ore 11:33
Stampa