Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > VI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

VI Commissione - Verbale

Seduta del 17-12-2015 ore 11:30
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Barbara Casarin (sostituisce Chiara Visentin)

 

Altri presenti: Assessore Paola Mar, Direttore Roberto Ellero, Direttore Piero Dei Rossi, Direttore dell'Istituzione Bevilacqua La Masa Elisabetta Meneghel.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD. 2015. 655 del 24/11/2015: Bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2016-2018 ľ Turismo e Cultura

Verbale

Alle ore 11.50 la presidente Pea , constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta, ringrazia i presenti e invita l'Assessore Mar a discutere la proposta di deliberazione.


MAR spiega i tagli di circa il 20% non sono da considerarsi lineari; invita il Direttore ad esporre.


ELLERO chiarisce che l'esposizione rispetto alla proposta di deliberazione sarà di carattere prettamente tecnico. Precisa che i tagli del 20% avrebbero prodotto disservizi notevoli se fossero stati fatti con metodo lineare, considerando anche il fatto che in questi ultimi anni i tagli effettuati sono stati molti. Prosegue evidenziando che si sta cercando di ottimizzare il più possibile la struttura, così da permettere un equilibrato funzionamento. Sottolinea che l'organizzazione delle sale cinematografiche e delle biblioteche sono gestite direttamente dal Comune di Venezia per poter funzionare non possono subire tagli. Ricorda che sul settore delle biblioteche i servizi in appalto sono stati tagliati, inoltre specifica che le prestazioni lavorative di sabato e domenica non coperte più dai dipendenti, verranno coperte da una nuova gara d'appalto. Evidenzia alcune difficoltà nel mantenimento dei prezzi sui ticket relativi alla stagione del Toniolo, mentre per le cifre relative ai Cinema, inizialmente sovrastimate, si ottimizzeranno analizzando l'andamento della stagione cinematografica. Fa sapere che sul Candiani c'è stato un taglio netto del 20% e sulla cittadinanza delle donne il taglio è pari a 20.000 euro. Ricorda che la Fondazione Querini Stampalia riceveva dal Comune di Venezia 400.000 euro perché è considerata la biblioteca della Città Antica, con questo bilancio subirà un taglio del 20%. Descrive questo bilancio come il minimo indispensabile per poter funzionare. Pone una riflessione sulla possibilità di valorizzare il patrimonio di proprietà del Comune di Venezia, parte di esso attualmente viene tenuto nei magazzini a Marghera. Propone di praticare strategie che tengano conto anche della nuova dimensione metropolitana. Porta alcuni esempi come la mostra “Altino fuori di Venezia” o la proposta dell' università di Ca' Foscari di organizzare una manifestazione sulla poesia a Mestre similmente all'iniziativa “ Incontri di Civiltà” oppure di valorizzare la poesia autodidatta utilizzando i percorsi culturali partecipati. Ritiene queste iniziative sostenibili con questo bilancio.


SCANO chiede maggiori ragguagli sulle iniziative cinematografiche e sull'affluenza in genere. Pone una riflessione sulla sostenibilità economica di questo servizio. Ritiene poco congrua la situazione dove il Comune di Venezia sostiene il Teatro Stabile del Veneto e non costruisce sinergie con il Teatro Toniolo.


MAR apprezza la richieste del consigliere Scano, in modo particolare la possibile sinergia tra teatri dovrebbe essere oggetto di valutazione adeguata. Evidenza che anche sulla gestione di Palazzo Ducale si potrebbero trovare delle soluzioni adeguate per migliorare il servizio.


SCANO ritiene che sul turismo in città si dovrebbe investire maggiormente sui flussi turistici.


PELLEGRINI evidenzia che le biblioteche comunali sono 18 quindi propone una revisione di questa situazione cercando di ottimizzare la rete del servizio. Crede che si dovrebbe prendere in seria considerazione la possibilità di poter valorizzare alcune opere d'arte che da ani sono chiuse nei magazzini.


VISMAN chiede maggiori investimenti sulla tutela delle donne e sulla cultura in genere.


PEA ricorda che questione sulle risorse destinate alla tutela delle donne esiste già una progettualità nell'ambito della legge 285/97, sicuramente ci si deve impegnare per trovare ulteriori finanziamenti per sostenere progetti in questo ambito.


PELLICANI chiede come mai oggi in commissione non ci siano i rappresentanti della Fondazione Musei Civici. Pone una riflessione sulla poca considerazione del bilancio comunale rispetto alle fondazioni culturali cittadine.


ZUIN sottolinea che verso le Fondazioni in genere l'amministrazione non ha mai abbassato la propria attenzione.
PEA preannuncia che sulla Fondazione Musei Civici verranno organizzate una serie di commissioni ad hoc , proprio per dare la possibilità ai commissari di poter approfondire le varie situazioni e realtà in essere.


DE ROSSI ritiene opportuno proseguire con la convocazione verso i rappresentanti delle istituzioni e delle fondazioni cittadine.


PELLICANI sottolinea che ad oggi, le commissioni non si sono mai riunite su questi argomenti.


MAR ritiene che in questi mesi la maggioranza si sia occupata delle varie situazioni, così da poter affrontare le varie situazioni più o meno problematiche con competenza e conoscenza adeguate, così da mettere le basi per la risoluzione dei problemi effettivamente presenti. Chiede che non si lavori per aumentare le polemiche ma per trovare soluzioni condivise.


Alle ore 12.36 esce la consigliera Onisto.


ZUIN crede che il bilancio comunale dipenda anche da quello che la legge di stabilità nazionale prevederà, pertanto l'amministrazione comunale resta in attesa per poter utilizzare ulteriori risorse.


MAR sottolinea che il proprio ufficio è sempre aperto per eventuali suggerimenti o indicazioni.


VISMAN pone l'attenzione sulla mozione sulla porta d'acqua di Tessera, rispetto alla programmazione dei flussi del turismo.


Alle ore 12.41 escono i consiglieri Giusto e Battistella.


MAR ricorda che la questione dei flussi è molto conosciuta in città e per poter affrontare adeguatamente questa situazione si deve pianificare una strategia complessiva.


FIANO sottolinea l'importanza delle sedute di commissione, proprio per la buona riuscita della disamina degli argomenti.


PELLEGRINI chiede che si possa fare una commissione ad hoc sulla questione dei flussi turistici.


ZUIN ritiene che l'argomento meriterebbe un convegno.


PEA ritiene che l'argomento dei flussi turistici sia molto importante e sulla questione si deve avere un approccio tecnico ed economico; l'argomento è sicuramente trasversale tra tutte le forze politiche.


MAR pone una riflessione sulla necessità di affrontare questo argomento dei flussi turistici con maggiore pragmaticità e senza fretta.


R.SCARPA crede che uno ad uno i problemi di questa città debbono essere affrontati dando la priorità alla discussione in Consiglio comunale. Concorda che sui flussi turistici si debba prima di tutto affrontare la questione attraverso un dibattito aperto e condiviso.


LA ROCCA propone di approfondire la rete dei Forti e l'annoso progetto della porta d'acqua.


Alle ore 13.05 entra la consigliera Onisto, escono i consiglieri R. Scarpa e Serena.


MAR risponde alla consigliera La Rocca che sulla Porta d'acqua sarà una questione che dovrà interessare più assessorati, oltre che il proprio.


PEA ringrazia i commissari per la dinamica del dibattito ed invita il Direttore Ellero a proseguire con l'esposizione.


Alle ore 13.03 escono i consiglieri De Rossi, Ferrazzi, Senno e Lazzaro.


ELLERO prosegue descrivendo che il personale lavora per progetti specifici e ora questi progetti finiscono il 31/12/2015, propone di proseguire con i progetti, almeno fino al giugno 2016. Sottolinea che i 300.000 euro di i.v.a. verranno recuperati scalandoli dall' i.v.a. da pagare. Descrive brevemente l'andamento dei cinema gestiti evidenziando i 150.000 euro di ticket paganti.


FIORELLA ricorda che il teatro Toniolo ha una gestione diversa rispetto allo Stabile del Veneto risultando così poco conciliabili. Sottolinea che in questo momento ci si sta concentrando per la messa on - line del servizio. Pone una riflessione sul Centro Antiviolenza e sull'importanza della componente culturale come prevenzione rispetto al fenomeno.


Alle ore 13.13 entra il consigliere De Rossi.


ELLERO la direzione gestisce aspetti culturali ma anche sociali. Sottolinea la delicata situazione organizzativa delle biblioteche, evidenziandone anche l'aspetto di ritrovo culturale.


Alle ore 13.16 escono i consiglieri Centenaro e Pellicani, esce la consigliera Onisto.


SCANO chiede spiegazioni sul Teatro della Bissuola.


FIORELLA chiarisce che per poter far funzionare il Teatro della Bissuola bisogna trovare delle risorse per sistemazione delle poltrone e della parte scenotecnica.


PEA chiarisce che la polemica nata sulla questione della vendita ipotetica di particolari quadri, per risolvere le problematiche di bilancio del Comune di Venezia, non sembra attuabile proprio per la mancanza di una normativa ad hoc per l'espatrio delle opere d'arte.


ELLERO spiega che per il Teatro della Murata ci sono problemi per la sua gestione.


DE ROSSI chiede ulteriori spiegazioni riapertura del Teatro della Bissuola.


PEA spiega che poc'anzi i tecnici hanno spiegano che di fatto mancano le risorse per acquistare le poltrone e la scenotecnica.


Alle ore 13.30 la Presidente Pea, ringrazia i presenti e dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 29-02-2016 ore 11:32
Ultima modifica 29-02-2016 ore 11:32
Stampa