Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > III Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

III Commissione - Verbale

Seduta del 12-03-2018 ore 16:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman, Saverio Centenaro (assiste), Rocco Fiano (sostituisce Giovanni Pelizzato), Giorgia Pea (assiste), Monica Sambo (sostituisce Andrea Ferrazzi), Matteo Senno (sostituisce Marta Locatelli)

 

Altri presenti: Assessore Simone Venturini, Vicesindaco Luciana Colle, Dirigente Alessandra Vettori, Responsabili di Servizio Alessandra De Marchi, Stefania Bragato

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Prosecuzione esame della proposta di deliberazione PD 493 del 30/11/2017: " Approvazione del Regolamento per l'erogazione di interventi di sostegno al reddito"

Verbale

Alle ore 16.38 la Presidente della III Commissione Consiliare Chiara Visentin, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta, sottolineando che si ripartirà dall'analisi dei rimanenti articoli del regolamento .Quindi da la parola alla Dirigente Vettori

VETTORI spiega gli articoli 10 ( Clausola di compensazione), 11 ( Strumenti, procedure e controlli) e 12 ( Procedure) del Regolamento. Precisa che il patto, redatto avvalendosi anche delle informazioni raccolte con la scheda di valutazione socio-economica multidimensionale e di tutte le informazioni contenute nei sistemi informativi del Comune di Venezia ,è sottoscritto tra il nucleo beneficiario nella persona del richiedente e il Referente della presa in carico. La domanda verrà esaminata da una Commissione interna composta da personale con competenze tecniche e amministrative. La Commissione si esprime su entità, durata dell'intervento e modalità di erogazione tenendo conto delle disponibilità finanziarie

LA ROCCA chiede chiarimenti sulla scheda socio- economica multidimensionale

Alle ore 16.46 esce la Consigliera Visman

TOSI fa presente che di solito il modulo della domanda veniva dato dopo il colloquio con l'assistente sociale

VETTORI risponde che la scheda socio-economica è uno strumento importante perchè registra le condizioni di fragilità della persona

DE MARCHI precisa che la scheda di fragilità è un insieme di informazioni da verificare. C'è una scala e la persona si pone in una certa posizione. Ciò aiuta l'operatore in quanto ha uno strumento oggettivo su cui lavorare e viene meno così la propria discrezionalità

DE ROSSI chiede come è composta la Commissione esaminatrice della domanda

DE MARCHI risponde che la Commissione è composta da una responsabile di area, da un responsabile di servizio e da un amministrativo. Quindi sottolinea che è necessario incontrare la persona più volte per condurla verso la condizione migliore

LA ROCCA chiede chiarimenti sulle risorse e sul lavoro delle schede socio- economiche

DE MARCHI risponde che la scheda è frutto di lavoro di un operatore o di più operatori. I punti di forza che spesso sono i familiari sono fondamentali altrimenti si ricade nella marginalità

Alle ore 17.00 escono le Consigliere Onisto e Lavini

VETTORI spiega l'art.13 ( Controlli e monitoraggio). I Servizi competenti, nell'ambito delle proprie competenze, provvedono, qualora lo ritengano, ad ogni opportuna verifica della situazione economica del richiedente e del nucleo familiare. Per le verifiche verranno utilizzati i dati contenuti nei sistemi informativi del Comune di Venezia e di altri Enti

DE ROSSI chiede quali sono i servizi competenti al controllo

VENTURINI risponde che nel Regolamento sono stati definiti Servizi competenti ma in realtà il controllo spetta al Direttore di Servizio

DE ROSSI ritiene opportuna una distinzione tra la figura di chi eroga da chi controlla

VETTORI risponde che tale distinzione esiste già. Inoltre c'è una equipe che si occupa di verifiche e controlli

DE ROSSI chiede cosa si intende per altri Enti

VETTORI risponde che per altri Enti si intende l' INPS e l 'Agenzia delle Entrate. Quindi passa a spiegare l'art.14 ( Finanziamento), l'art.15 ( Privacy), l'art.16 ( Entrata in vigore), l'art.17 ( Abrogazione) del Regolamento

FIANO nota che il budget per l'erogazione dei contributi varia di anno in anno e chiede a quanto ammonta per il 2018. Chiede inoltre se tale budget è cumulabile con quello abitativo

VENTURINI risponde che le risorse vengono stanziate sulla base dello storico. La cifra messa a bilancio è utile e operativa, vista anche l'entrata in vigore della REI. Si parla di un milione di euro

DE MARCHI fa presente che una persona può ricevere anche due contributi ma deve restare nel massimo erogabile. Ogni anno poi si presenta l'ISEE

LA ROCCA domanda se esiste una raccolta di feedback da parte dell'utente. Chiede se il beneficiario si riconosce nei contenuti delle schede. Chiede inoltre di poter avere un modello di tali schede

DE MARCHI risponde che in Italia esistono tanti modelli di schede di fragilità. Si cerca di farne uno che le contenga tutte. La scheda può essere anche compilata insieme al beneficiario

VETTORI sottolinea lo sforzo che viene fatto per oggettivizzare il più possibile e rendere così meno discrezionale la richiesta

BRAGATO precisa che presso i Servizi competenti verrà svolto il monitoraggio degli interventi e potranno anche essere avviate le attività per l'analisi sull'efficacia degli interventi attuati

TOSI chiede chiarimenti sulla domanda di contributo

VETTORI risponde che la domanda di solito è annuale ma dipende dall'intervento e dal percorso dell'utente. Sussistono anche situazioni che necessitano di una richiesta mensile. Inoltre ci sono gli interventi straordinari

TOSI chiede quando entrerà in vigore lo sportello unico

VENTURINI risponde che il tema verrà portato in Giunta entro aprile

FACCINI chiede, in merito all'art.7 del Regolamento, se c'è l'idea di una bozza per il Patto con l'Amministrazione in modo che sia interpretabile da tutti

VENTURINI risponde che nel Patto ci saranno dei canovacci. Inoltre alla base del Regolamento ci sarà una procedura uniforme

VISENTIN esprime apprezzamento per il lavoro svolto e propone di inviare la proposta di deliberazione in Consiglio Comunale per la discussione

La Commissione accetta

Alle ore 17.25 esaurito l'ordine del giorno la Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 23-04-2019 ore 12:08
Ultima modifica 23-04-2019 ore 12:08
Stampa