Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 12-11-2015 ore 09:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Alessandro Vianello, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Alessandro Vianello, Chiara Visentin, Sara Visman, Giancarlo Giacomin (sostituisce Ciro Cotena), Matteo Senno (sostituisce Luca Battistella)

 

Altri presenti: Dott.ssa Alessia Amadio, Dott. Legato Marco

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Il ciclo della programmazione del Comune di Venezia

Verbale

Alle ore 9.40 la Presidente della X Commissione Consiliare Marta Locatelli apre la seduta della X Commissione Consiliare sottolineando che il ciclo della programmazione del Comune di Venezia è un argomento nuovo e complesso che può rappresentare una chiave di lettura per il metodo di approccio alle linee programmatiche del sindaco. Tale ciclo si può definire in tre parole chiave: sistema di pianificazione, programmazione e controllo. Quindi da la parola alla Dott.ssa Amadio

AMADIO fa presente che il tema in discussione è molto ampio e che per affrontare l'intero ciclo sono richieste almeno due giornate di aula, percio' nella seduta odierna verranno dati solo degli spunti in vista di un eventuale approfondimento. Quindi illustra " Il ciclo della programmazione del Comune di Venezia" allegato al verbale. Novità importante è il documento unico di programmazione (DUP) che sostituisce la relazione previsionale e programmatica, presentato dalla Giunta entro il 31 luglio di ciascun anno. Il DUP è lo strumento che permette l'attività di guida strategica ed operativa degli enti locali e consente di fronteggiare in modo permanente, sistematico, e unitario le discontinuità ambientali ed organizzative. E' composto da una sezione strategica ( SES) e da una sezione operativa( SEO). La SES sviluppa e contretizza le linee programmatiche di mandato ( art.46, co.3 TUEL) ed individua, in coerenza con il quadro normativo di riferimento, gli indirizzi strategici dell'Ente. La SEO ha carattere generale, contenuto programmatico e costituisce lo strumento di supporto del processo di previsione definito sulla base degli indirizzi generali e degli obiettivi strategici fissati dalla SES . Il Piano dettagliato degli obiettivi( PEG) di cui all'art.108, comma 1 del TUEL, e il Piano della Performance di cui all'art.10 del D.LGS. 27/10/2009, n.150, sono unificati di organicamente nel PIANO ESECUTIVO Di GESTIONE

Alle ore 9.46 entra la Consigliera Monica Sambo
Alle ore 9.51 entrano i Consiglieri Alessandro Vianello e Formenti
Alle ore 9.54 entrail Consigliere Scarpa Alessandro
Alle ore 9.56 entra il Consigliere Davide Scano
Alle ore 10.07 entra il Consigliere Renzo Scarpa
Alle ore 10.44 esce il Consigliere Formenti
Alle ore 10.54 esce il Consigliere Lazzaro

LOCATELLI nota che la SEO ha un programma triennale mentre la SES quinquinnale. Quindi chiede se è possibile effettuare il controllo alla fine dei 3 anni

AMADIO risponde che alla fine dei tre anni c'è un vincolo di obiettivi. Il DUP ha combinato il programma triennale con quello quinquinnale. Il documento SEO è più flessibile di quello SES e si può adeguare. Il controllo si fa annualmente. Anche il controllo strategico ha vari momenti sempre rispettando il principio di economicità ed efficienza

VISENTIN chiede in quale fase del ciclo della programmazione si è attualmente

AMADIO risponde che c'è stata una proroga del DUP. L'Ente Comune è un'azienda complessa non può essere frenata o condizionata dai tempi della politica. Ci sono scelte strategiche che si possono portare avanti anche in una successiva amministrazione

GAVAGNIN chiede chiarimenti in merito al controllo del raggiungimento degli obiettivi da parte dei dirigenti

AMADIO fa presente che la rendicontazione è prevista sia a livello di SEO che di SES

LOCATELLI ritiene che per affrontare bene il capitolo del controllo sia necessaria un'altra seduta di commissione

SCARPA RENZO trova che la programmazione sia una delle criticità della precedente amministrazione in quanto l'efficienza e l'efficacia dell'attività amministrativa non sono state completamente verificate. Chiede se è possibile un maggior controllo

AMADIO risponde che dal punto di vista tecnico non si sente di dire che le varie Amministrazioni non si siano concentrate sulla programmazione. Trova invece che il livello di programmazione sia buono, purtroppo la questione è cambiata dal punto di vista finanziario

LOCATELLI chiede se c'è un indice di controllo sulla dispersione delle risorse nel processo di programmazione

AMADIO sente imbarazzo a rispondere in quanto il controllo richiede una riunione specifica. Gli strumenti devono essere orientati perchè ci sono molte peculiarità

LOCATELLI propone un aggiornamento della commissione dove fare un focus per analizzare bene i temi della verifica e del controllo e analizzare il percorso dell'Amministrazione pubblica

Alle ore 11.30 la Presidente dichiara sciolta la seduta

 


Allegati
 
ciclo della programmazione (pdf - 198 kb)

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 15-12-2015 ore 12:06
Ultima modifica 15-12-2015 ore 12:06
Stampa