Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 13-12-2017 ore 09:30
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman, Francesca Rogliani (sostituisce Marta Locatelli)

 

Altri presenti: Assessore Michele Zuin, Assessore Paolo Romor, Direttore Giovanni Braga, Direttore Nicola Nardin, Dirigente Angelo Patrizio

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della Proposta di Deliberazione PD 438 del 15/11/2017: Approvazione del Bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2018-2020 e relativi allegati e approvazione del Documento Unico di Programmazione 2018-2020. - Risorse Umane

Verbale

Alle ore 9.55 assume la presidenza il consigliere Battistella e, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta, comunica che saranno ascoltati i sindacalisti che hanno chiesto di intervenire per poi dare la parola ai consiglieri; invita quindi il rappresentante Diccap a prendere la parola.

LOMBARDO Luca premette di aver avuto notizia anche dalla stampa della possibilità di assumere gli ex precari che hanno svolto ruoli importanti nell’Amministrazione comunale anche dove ci sono oggi uffici in sofferenza; rende noto che in un incontro sindaca è stata annunciata dall’Amministrazione la volontà di assumere queste persone. A suo pare i numeri indicati non sono sufficienti ad assumere tutti gli ex lavoratori; chiede che nel programma triennale sia prevista l’assunzione di tutti e verificare se la norma consente di mantenere in servizio con il contratto in scadenza. Questa operazione permetterebbe di evitare una selezione e ricorda che sono circa 100 i dipendenti che andranno in pensione che permetterebbero la copertura finanziaria senza creare ulteriori problemi al bilancio dell’ente.
Alle ore 10.00 entrano i consiglieri Cotena e De Rossi ed esce il consigliere Fiano.

BULLA Gianpiero  sostiene che queste persone devono ricevere un impegno dall’Amministrazione per l’assunzione dato che la legge permette di farlo e l’ente ha le possibilità di farlo. Con l’Amministrazione c’ è un confronto sulla questione ma si percepisce la mancanza di personale nei servizi alla persona che sono in notevole sofferenza. Esiste quindi la reale necessità di reintegro dell’organico del Comune.

SAMBO propone, inserendo la questione nella programmazione del DUP, la previsione di spesa come previsto dalla circolare Madia., chiedere pure agli ex dipendenti se hanno ancora la volontà di rientrare in servizio, magari senza concorso così l’Amministrazione risparmia le spese delle procedure concorsuali e della formazione. Chiede che venga proposto un emendamento unitario per indicare nel DUP il numero delle assunzioni per i prossimi tre anni. Cita una relazione, a firma della direttora, sullo stato degli uffici anagrafici che dimostra una notevole criticità; elenca anche altri servizi che denunciano delle difficoltà; bisogna anche che l’Amministrazione individui la disponibilità finanziaria che certo esiste.

VISMAN concorda con l’intervento della consigliera Sambo e ritiene opportuno riassumere al più presto almeno quel personale già formato cominciando dalle Anagrafi; oggi c’è la possibilità di farlo ed invita l’Amministrazione a realizzarla.
Alle ore 10.15 entrano le consigliere Faccini e Tosi.

LA ROCCA considera ragionevole predisporre la programmazione delle assunzioni, con i numeri, per i prossimi tre anni; l’assunzione è del personale già formato e entra da subito in piena attività; alla fine si risparmia sia per i concorsi da non bandire sia per la formazione perché queste persone hanno già dimostrato la loro professionalità. Per migliorare la sicurezza in città, avere dei servizi sociali che funzionano è importante perché si fa della prevenzione. La programmazione delle assunzioni serve anche a poter programmare l’attività amministrativa e anche chiede che L’amministrazione comunale dia delle certezze a queste persone.

SCARPA Renzo concorda con quanti hanno dichiarato che la questione del precariato deve essere risolta positivamente; più che per le persone l’Amministrazione comunale deve organizzare al meglio l’erogazione dei servizi. A fronte delle dimissioni e dei pensionamenti questi ex dipendenti potrebbero già essere inseriti in una nuova organizzazione del lavoro che incentivi l’intercambiabilità; per far ciò serve uno stretto confronto con il sindacato perché la progressiva diminuzione dell’organico non deve creare difficoltà all’erogazione dei servizi.
Alle ore 10.25 entra la consigliera Canton ed esce la consigliera Onisto.

ROMOR sostiene che l’Amministrazione si è sempre fatto carico della salvaguardia del personale, facendo il massimo che si poteva fare; nel 2016 ha utilizzato la “finestra” assumendo le insegnanti dando la precedenza alla stabilizzazione di chi già lavora verificando tutte le opportunità e le possibilità e spiega alcune situazioni in essere. L’Amministrazione è impegnata, rispettando le norme, ad assumere una trentina di persone da subito; per gli anni successivi l’impegno rimane sempre considerando le necessità dei vari servizi, le professionalità disponibili ed i vincoli finanziari.
Alle ore 10.30 esce il consigliere Scarpa Alessandro.


BRAGA spiega tutte le opportunità previste dalla circolare Madia, circa 90 sono le persone che possono essere assunte; per i co.co.co. Serve una procedura selettiva ma permane però la verifica del fabbisogno delle professionalità e permane la compatibilità finanziaria: Occorre anche coordinare il piano occupazionale che è in vigore con le possibilità di stabilizzazione; questo consente già nel 2018 l’assunzione di circa 30 persone ed in seguito si potrebbe procedere con ulteriori assunzioni sempre in assenza di problemi finanziari.

ONESTO Federica ex dipendente assistente sociale chiede perchè chi ha maturato più anni di lavoro è stato lasciato a casa per primo.


LUDIVITTURI sostiene che spesso chi è in una graduatoria è presente anche in altre graduatotie.

BRAGA dichiara che i primi assunto sono quelli in servizio al 22 Giugno 2017 e sono 6 persone.

ZUIN afferma che l’Amministrazione comunale ha fatto quello che si poteva fare, esiste un piano occupazionale che deve essere attuato e non è semplice dovendo comunque farsi carico del passato e di programmare l’uso di risorse limitate. Si cercherà di assumere gli ex dipendenti con una precisa professionalità ed è difficile programmare l’assunzione di personale nel 2019 e 2020. Rende noto che rispondendo positivamente alle richieste dei direttori, il bilancio dovrebbe essere 4 volte più grande e riafferma che non sono stati chiusi servizi.
Alle ore 10.50 rientra la consigliera Onisto.

BATTISTELLA dichiara che la programmazione non deve creare illusioni tra le persone e condivide la cautela espressa dall’assessore Zuin.

PELLICANI considera che l’assessore Zuin abbia nostalgia del passato; è stato chiarito il quadro normativo e concorda con l’avvio delle 30 assunzioni. In qualche modo c’è un vincolo morale nei confronti di questi ex lavoratori. Prende atto che è stata approvata la riorganizzazione della macchina comunale e pensa si possa programmare veramente l’assunzione dei precari con l’ottica di erogare sempre migliori servizi alla città.

CROVATO premette che l’esistenza del precariato non è degna di un paese civile; grazie al lavoro fatto da questa Amministrazione si possono assumere 30 persone, e concorda sulla difficoltà di programmare le assunzioni per il 2019 e il 2020 ma tra tutte le possibilità sostiene la praticabilità di procedere alle altre assunzioni.

LA ROCCA afferma che la sua non è una battaglia politica personale, quando vengono presentati degli emendamenti con l’obbligo di prevedere le fonti finanziarie sono già proposte realizzabili; invita quindi ad investire su personale a tempo indeterminato piuttosto che su quello a tempo determinato.

TOSI chiede di intervenire sull’ordine dei lavori proponendo di far parlare una cittadina presente in sala.

SAMBO dichiara che l’Amministrazione ha affermato di aver risparmiato 4 milioni di euro e a suo parere questa cifra è sufficiente a pagare le nuove assunzioni.

ZUIN replica che il risparmio ottenuto non rimane a disposizione dell’Amministrazione ma viene da subito reimpiegato.

SAMBO dichiara che la diminuzione del personale è dovuta a pensionamenti e a mancati rinnovi del personale precario e questo ha comportato l’effettiva diminuzione dell’erogazione dei servizi ai cittadini.

SELMANI Flora ricorda che quando si parla di professionalità c’è da considerare che chi non sarà oggi assunto non avrà altre possibilità di impiego.

ZUIN sostiene che se non ci fosse sensibilità da parte degli amministratori non ci sarebbero queste prime trenta assunzioni e neanche altre possibilità per cui su questo argomento l’attenzione rimane alta.

BERTON Erica chiede con quali criteri vengono assunte le prime sei persone e da assistente sociale ritiene difficile mettere insieme la questione dei precari con quel bando ormai pubblicato di reperimento di personale con la stessa qualifica.

BRAGA risponde che il bando rimane aperto ma non impegna l’Amministrazione e quindi si può dirottare le assunzioni verso il personale precario; i sei dipendenti sono quelli che attualmente sono in servizio.

SCARPA Chiara del Diccap prende atto che ci sono molte difficoltà, i sindacalisti hanno presentato le esigenze dei lavoratori chiedendo di individuare delle quantità di personale e di professionalità da descrivere nel programma triennale dell’Amministrazione.

BATTISTELLA prende atto che dal dibattito è emerso l’impegno dell’Amministrazione a non sottoscrivere cose comunque ma di lavorare per realizzare quelle possibili. La serietà del lavoro è di procedere al meglio delle disponibilità a tutto campo ed alle ore 11.20 dichiara chiusa la seduta.
Alle ore 11.20 rientra il consigliere Scarpa Alessandro.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 24-01-2018 ore 14:54
Ultima modifica 24-01-2018 ore 14:54
Stampa