Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 12-12-2017 ore 11:30
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Ciro Cotena (sostituisce Enrico Gavagnin), Francesca Rogliani (sostituisce Marta Locatelli), Monica Sambo (sostituisce Felice Casson)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Assessore Michele Zuin, Direttore Nicola Nardin, Funzionario Cristiana Scarpa.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della PDD.2017.439 del 15 novembre 2017 - Modifiche al Regolamento di applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC) - Tassa sui Rifiuti (TARI) approvato con D.C.C. n. 54 del 23/6/2014 e ridefinizione delle scadenze delle rate delle tasse sui rifiuti TARI.
  2. Esame della PDD.2017.440 del 15 novembre 2017 - Approvazione del Piano Finanziario e del Piano Tarriffario TARI relativo al servizio di gestone dei rifiuti urbani ed assimilati del Comune di Venezia ed ulteriori esenzioni e riduzioni ai sensi dell'art 15 del Regolamento Comunale IUC - TARI - anno 2018.
  3. Esame della Proposta di Deliberazione PD 438 del 15/11/2017: Approvazione del Bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2018-2020 e relativi allegati e approvazione del Documento Unico di Programmazione 2018-2020 - Ambiente.

Verbale

Alle  11.46 la Presidente Lorenza La vini introduce i 3  punti all'ordine del giorno,  ringrazia i presenti ed invita ad iniziare l’esame delle proposte di deliberazione.

C.SCARPA  inizia introducendo la deliberazione 440 del 2017 ricordandone la formazione; Ricorda brevemente che la proposta di deliberazione è formata da 10  allegati, di cui i primi quattro descrivono il consolidato. Spiega che l'allegato B1 elenca  le previsioni del  2018. Prosegue descrivendo le spese e le funzioni del consorzio di bacino. Fa sapere che i costi di igiene urbana  equivalgono a 102 milioni di euro, e che non sono stati aumentati  grazie alla  risorse provenienti dalla tassa di soggiorno.
Alle ore 11:53 esce il Consigliere D’Anna.

VISMAN chiede che venga spiegato in modo più preciso questo aumento TARI.

ZUIN precisa che  lo scorso anno era previsto un aumento TARI di circa il 5% a causa di una sommatoria di motivazioni, solo successivamente l’amministrazione comunale è riuscita a evitare questo aumento che equivaleva a circa 5 milioni di euro. Descrive brevemente come l’amministrazione comunale sia riuscita a scongiurare l’aumento della TARI  attraverso l’utilizzo di risorse provenienti dall’imposta di soggiorno relativa alle locazioni  turistiche con aliquote divise in modo diverso rispetto alle  categorie catastali,  equiparando così queste locazioni agli alberghi ai  B&B; inoltre c’è stato un aumento del  gettito derivante dal recupero dell’evasione e anche grazie a un  aumento delle attività economiche in genere . Specifica che altre economie sono state fatte con la riorganizzazione del personale così da risparmiare ulteriori risorse.

LA ROCCA  chiede di specificare meglio la questione dei risparmi ottenuti dalla riorganizzazione del personale.

C. SCARPA indica che circa  un 30% del personale  sarà a carico del Comune di Venezia.

ZUIN ribadisce ed elenca le cifre dei vari risparmi che hanno scongiurato l'aumento previsto l'anno scorso e sottolinea che VERITAS  ha contribuito con dei risparmi legati all’efficientamento  delle proprie spese gestionali.


VISMAN chiede di avere maggiori spiegazioni rispetto ai risparmi effettuati sul personale.

ZUIN spiega che l’amministrazione comunale sta lavorando per evitare ulteriori aumenti di tariffe per il  prossimo inoltre VERITAS  ha dichiarato che i margini di miglioramento economici  potrebbero  valere 3 milioni di euro,  derivanti dai risparmi effettuabili sulla raccolta  differenziata.
Alle 12:14 escono i Consiglieri Crovato, Senno e Faccini.

PELLEGRINI  sottolinea positivamente l'abbassamento di questa imposta.


C.SCARPA spiega il fondo dell'inpagato.

ZUIN  introduce brevemente come funzionano i fondi degli inpagati e le relative previsioni. Ricorda che oggi questo fondo vale più di 6 milioni di euro

Alle ore 12:22 entrano  i Consiglieri Senno e D’Anna esce la Consigliera Onisto.


PELLICANI  apprezza lo sforzo dell’amministrazione comunale,  comunque per evitare l’aumento della TARI sono state utilizzate la risorse della tassa di soggiorno.

ZUIN evidenzia che queste risorse erano utilizzabili all’uopo.

SAMBO  pone una riflessione sul fatto che  l'aumento potrebbe essere dovuto anche agli aumenti dello  smaltimento dei  rifiuti prodotti dai turisti. Ricorda di aver fatto una proposta che incentivava l’adozione di un cestino da parte degli esercenti del Centro Storico. Fa sapere  che in alcuni comuni sono stati imposti dei cestini agli esercenti  proprio per evitare che si dovessero smaltire eccessivi rifiuti derivanti dalle loro attività. Sottolinea che il rifiuto proveniente dai cestini è indifferenziato. con costi di smaltimento più alti. Ritiene importante che  questa  proposta, possa sensibilizzare gli  esercenti,  aumentando così  la sensibilizzazione verso il decoro,  iniziata già da anni. Invita gli uffici a  capire quanti risparmi si potrebbero effettuare con questa attività. Ricorda un ordine del giorno presentato sul tema dell’evasione,  e chiede come vengano effettuati i  controlli incrociati sulle utenze.

DE MARTIN descrive brevemente la qualità della raccolta differenziata che avviene nel territorio comunale,  ricordando che in centro storico di Venezia  il progetto pilota ha portato da un 23% a un 48% di riciclo fino dai primi mesi di attuazione. Sottolinea che i rifiuti conferiti nei  cestini sono considerati come secco indifferenziato  con svuotamento degli stessi due o tre volte al giorno. Pone una riflessione sull’atteggiamento di scarsa responsabilità del turismo verso il tema dei rifiuti in Centro Storico. Esiste anche una ipotesi avvalorata da alcune ricerche scientifiche che togliere i cestini potrebbe far diminuire il conferimento dei rifiuti, obbligando i turisti a riportarseli a casa. Ritiene che comunque si possano  aumentare sinergie con le categorie che lavorano in città per affrontare queste tematiche.

C. SCARPA sottolinea quanto detto dall’Assessore De Martin, rispetto all’ipotesi di diminuire la presenza dei cestini in città, risulta una idea supportabile da varie sperimentazioni condotte ad hoc. Evidenzia che  il concetto di adottare un cestino potrebbe creare  anche dei problemi logistici.
Alle ore 12:47  esce il consigliere D’Anna.

ZUIN ricorda che  lotta all'evasione e i controlli incrociati avvengono con mandato ben preciso specialmente sulle locazioni turistiche.

LA ROCCA  chiede da quali settori proviene il ricavo derivante dalla lotta all’evasione.

ZUIN ribadisce che la lotta all' evasione  ha dato dei risultati.

R.SCARPA sul piano economico finanziario i costi aumentano del 4,5% che questo è da considerarsi un aumento pesante. Evidenzia che l’aumento previsto della quantità dei rifiuti a consuntivo 2016 è perfetto al kilogrammo situazione mai successa prima. Sottolinea che i dati del 2016 evidenziano che la previsione 2015 era sbagliata di 32.000 t. Fa presente che nel 2018 nonostante gli sforzi della raccolta differenziata i costi dello smaltimento aumentano. Chiede di poter analizzare  il preconsuntivo del 2017.

C.SCARPA sottolinea che gli uffici hanno un andamento mensilizzato dei dati con margini di errori abbastanza alti. Descrive che l'approvazione a dicembre creerebbe  delle difficoltà nei confronto dei dati.Evidenzia che la previsione 2016 non sembra essere uguale a 2017. Sottolinea di non capire la questione posta dal cons. R.Scarpa. Ritiene l’ipotesi di perfezione a consuntivo 2016 non corrispondente, inoltre  precisa che la raccolta differenziata e leggermente diminuita a causa della bassa qualità del rifiuto indifferenziato. Fa sapere che i conferimenti nelle campane spesso avvengono in modo sbagliato; fare male la raccolta differenziata costa di più che non farla. Ricorda la campagna “scopri il tesoro nella differenziata”.

R.SCARPA ribadisce i concetti spiegati precedentemente.

ZUIN sottolinea che nelle previsioni si fanno e si pongono dei dati potenziali.

R.SCARPA ricordando che a consuntivo l’amministrazione comunale  prevede una raccolta differenziata in diminuzione, domanda le motivazioni.

SCANO chiede spiegazioni sui costi da sostenere per l’azione di raccolta differenziata. Ritiene che VERITAS non si stia attivando verso la sensibilizzazione dei cittadini sui temi ambientali e di riciclo.

ZUIN  ritiene che non sia vero quanto appena detto dal consigliere Scano perché VERITAS si sta attivando moltissimo con i controlli e le relative sanzioni.

SCANO sulle attività d’informazione VERITAS non applica un criterio premiale.

C.SCARPA porta l’esempio del progetto patrocinato dal CNR sulla raccolta differenziata dei crocieristi che arrivano a Venezia con le grandi navi.

ZUIN  esprime il proprio disaccordo  con quanto detto dal consigliere Scano e  ricorda che i controlli che VERITAS organizza sono effettivi ed efficaci. Fa sapere che l'amministrazione comunale ha un potere di controllo ed incide sulle scelte di VERITAS.

FIANO  chiede di  capire meglio le motivazioni di questi aumenti tariffari.

C.SCARPA spiega  l'aumento del 4% ed elenca i dati sui costi.

LAVINI  ringrazia i tecnici e ritenendo conclusa la discussione sul punto all'ordine del giorno propone l’invio in Consiglio Comunale per la discussione. La commissione concorda. Invita i commissari a passare alla trattazione del terzo punto all'ordine del giorno.

C.SCARPA  evidenzia che gli obiettivi strategici sono stati mantenuti come la  gestione rifiuti e dei servizi cimiteriali. 

SAMBO spiega che sulla questione Oasi WWF, mentre nel 2002 erano stanziati circa 40.000 € ora sono stati diminuiti arrivando a una cifra di 10.000 €. Chiede spiegazioni sulla possibile gara per accedere ai fondi, se ci sono i bandi pubblicati e quanto sia stato stanziato. Prosegue chiedendo spiegazioni sulla formazione e sulla  protezione del “fratino”. Evidenzia il taglio dei fondi effettuato da questa amministrazione.

C.SCARPA risponde alla consigliera Sambo che i fondi attualmente sono di 15.000 €; le motivazioni sono dovute alla competenza che è in capo alla Città Metropolitana e che tra non molto passerà alla Regione. Spiega la storicità del fondo  e considerando che si sta applicando una azione di Spending Review è stato chiesto di sostenere una questione dovuta per legge.

DE MARTIN  spiega che l'amministratore comunale è sensibile all'ambiente ma cercando di effettuare dei risparmi si sta muovendo identificando i fondi che sono dovuti per legge.

C.SCARPA. ricorda che su questo tema si è cercato di coinvolgere la città metropolitana ma la risposta è stata negativa.

TOSI specifica la questione del gattile  in  quanto dagli  obiettivi previsionali non si prevede un rifugio felino,  ricorda che la legge regionale prevede  questi rifugi.

DE MARTIN risponde che il canile è questione da trattare con lavori pubblici.

SAMBO fa sapere di aver già inoltrato richiesta per approfondire il tema del canile alla direzione lavori pubblici che ha risposto chiarendo  che la questione invece è di competenza dell'Assessore De Martin.

NARDIN   fa sapere che  con la variazione di luglio ci sono le risorse a novembre e con queste risorse si riuscirà a prevedere  l'incarico di progettazione. Spiega la modalità degli inserimenti delle opere dei Lavori Pubblici a bilancio chiarendo che un'opera inserita nel triennio 17-19 non compare più nel 18 - 20 ora l'iter è previsto nel 2017.

C.SCARPA risponde che  sulle Oasi WWF sono stati messi 25.000 € per le attività di sensibilizzazione a cui,  sono stati aggiunti 15.000 € per gestione oasi. Auspica che con la città metropolitana si riuscirà ad attivare altre azioni.


ZUIN sulla questione gattile sarà possibile realizzarlo,  ma non è obbligatorio come il canile.

TOSI  non concorda con quanto detto dall'assessore Zuin , il gattile deve essere realizzato così come il  canile.

PELLICANI  ricorda la commissione congiunta con la IV Commissione su San Giuliano e Forte Marghera e la questione era legata all'assessorato ambiente.

Alle 14 e 07 entra la Consigliera Onisto.

ZUIN verificheremo la questione della competenza tra Ambiente Lavori Pubblici

ONISTO  specifica che rispetto ai monitoraggi compiuti da ARPA risulta utile  sapere le previsioni per prossimo anno.

C.SCARPA descrive i monitoraggi previsti e ricorda che le campagne di rivelazione sono tre,  ma non sono gratuite. Avvisa che verrà aggiunta  una centralina in  Rio Nuovo.

ONISTO  ricorda che  il consiglio comunale ha dato mandato di procedere con campagne di controllo sull’area aeroportuale.

LAVINI  ringrazia i tecnici e ritiene che il punto numero tre all’odg si può considerare discusso e considerare la proposta di deliberazione regolarmente esaminata per la materia di competenza.

VISMAN  sottolinea che la questione della gestione degli alberi e il monitoraggio dei tagli da fare anche in situazioni di emergenza spesso crea confusione di competenza tra Lavori Pubblici Ambiente e  Patrimonio. Chiede una mappatura degli alberi.

C.SCARPA spiega brevemente la tecnica utilizzata per la gestione del verde.

SCANO chiede che sulla gara di affidamento verde si possa rivedere il contratto di servizio.

ZUIN  evidenzia che ci potrebbe essere un ribasso d'asta e la scelta gestionale dell'amministrazione non sarà più in house. Chiarisce che la scelta di rivedere il  contratto di servizio permetterà a VERITAS  di essere  sgravata da questa funzione.

VISMAN  chiede spiegazioni sul consuntivo 2016 rispetto alla pulizia caditoie e fossati dei  plessi cimiteriali.

C.SCARPA spiega che non è prevista la pulizia  dei fossati ora si finanziano le caditoie per 500.000 €. mentre i fossati restano in capo  alla gestione del verde; spiega la questione dei plessi cimiteriali evidenziando la correzione della somma. Fa sapere che sull’abbandonamento dei rifiuti verrà fatto  un preventivo da VERITAS.

SAMBO  ricorda che la Municipalità di Favaro aveva chiesto un ampliamento del cimitero.

ZUIN  ritiene che la questione di ampliamento cimiteriale posso essere valutata con emendamento di Giunta.

LAVINI   invita l’assessore Zuin  ad iniziare la discussione e l'esame della PDD 440.2017 posta al secondo punto all'ordine del giorno di questa riunione.

ZUIN  spiega le modifiche per cui l’Amministrazione Comunale decise di indicare a VERITAS di applicare la TARI verso le locazioni, Informa che c'è stato anche un diverso approccio verso l'applicazione TARI nei confronti degli alberghi che aprono i propri ristoranti anche alla clientela esterna. Ricorda che la variazione  resta sempre in capo all'utenza, inoltre porta a conoscenza della  questione dei centri commerciali rispetto ad un  decreto che limiterebbe l'applicazione TARI.

C.SCARPA  per limitare il decreto è stata prevista una norma regolamentare che risolverebbe in parte il problema.

Alle ore 14:40 la Presidente Lorenza Lavini sospende per 10 minuti la commissione.

Alle ore 14:50 la Presidente  Lorenza Lavini riapre i lavori di commissione.

C.SCARPA spiega che il comma 1 bis è stato aggiunto per rendere automatica la sostituzione possibile. Spiega che su plateatici e stagionalità ora è previsto di slegare il plateatico dal locale.

C.SCARPA specifica che  la categoria di conferimento rifiuti si differenzia tra i ristoranti solo per alberghi, ovvero se ristoranti  aperti anche all'esterno.

GIACOMIN  chiedere maggiori spiegazioni sulla rateizzazione e sulla fideiussione.

C.SCARPA la modifica riguarda solo la fideiussione.

VISMAN ritiene che  all'interno della delibera ci sia una parte che dovrebbe essere  approfondita ulteriormente.

ZUIN  assicura che i principi inseriti solo di buon senso e sono state inserite alcune  questioni che si aspettavano da tempo.

Alle ore 14.55 la Presidente Lorenza Lavini  propone che la  deliberazione venga  inviata in Consiglio comunale per la discussione. La commissione approva. La riunione viene sciolta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 14-03-2018 ore 16:09
Ultima modifica 14-03-2018 ore 16:09
Stampa