Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > VI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

VI Commissione - Verbale

Seduta del 17-11-2015 ore 12:00

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maika Canton, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Alessandro Vianello, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Maurizio Crovato, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Enrico Gavagnin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Matteo Senno, Alessandro Vianello, Chiara Visentin, Sara Visman, Luca Battistella (assiste), Saverio Centenaro (sostituisce Marta Locatelli), Paolo Pellegrini (assiste), Nicola Pellicani (sostituisce Rocco Fiano), Ottavio Serena (sostituisce Ciro Cotena), Silvana Tosi (sostituisce Alessandro Scarpa)

 

Altri presenti: Vicesindaco Luciana Colle, Dirigente Angela Fiorella.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Illustrazione delle attivitÓ del Centro antiviolenza del Comune di Venezia.
  2. Illustrazione delle manifestazioni per il Novembre Donna.

Verbale

Alle ore 12.15 la Presidente Girgia Pea ringrazia i presenti e invita ad osservare un minuto di silenzio per commemorare Valeria Solesin, vittima degli attentati di Parigi del 13 novembre 2015 e Michela Rossi deceduta nei giorni scorsi, per il prezioso contributo e impegno profuso a tutela delle donne e dei giovani della nostra città.


PEA prosegue ricordando che è la prima volta che la commissione affronta la tematica della Cittadinanza delle Donne, evidenziando che, fra pochi giorni, il 25 novembre, le Nazioni Unite l’Italia e il mondo intero commemorano la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Spiega brevemente, i vari interventi e progetti che il Comune di Venezia, in questi anni, ha messo in atto. Introduce l'iter attuato nelle strutture di protezione verso le donne che hanno subito violenza e descrive le conseguenze psicologiche e giuridiche relativamente ai minori coinvolti. Pone una riflessione sul differente approccio, che generalmente si attua verso la donna, rispetto alla diversa provenienza culturale.


Alle ore 12.22 entra la consigliera Sambo.


COLLE sottolinea l'esaustiva spiegazione fatta dalla Presidente Pea sull'argomento, evidenziando che il centro di accoglienza è una realtà pubblica d'eccellenza e che questa amministrazione proseguirà nella sua valorizzazione.


FIORELLA evidenzia che il centro Antiviolenza è attivo dal 1994, e offre aiuto alle donne che subiscono violenza con l’obiettivo di accompagnare e sostenere la donna che lo richiede, in un percorso di uscita e gestione della situazione di gravità. Dispone di 2 Case Rifugio ove la donna può trovare ospitalità temporanea, anche per i propri figli. L’aiuto offerto alla donna è gratuito e riservato. Opera anche in rete, con altri servizi e istituzioni del territorio. Si occupa di contrasto alla violenza di genere anche con azioni di informazione e sensibilizzazione sul territorio del Comune di Venezia. Specifica che le donne assistite, non si possono collegare a particolari strati della popolazione, generalmente sono donne italiane con titolo di studio e anche laureate. Pone una riflessione su questo fenomeno complesso di chi subisce violenza, evidenziando alcune metodiche di approccio e di assistenza legale verso le vittime; inoltre sottolinea il lavoro dei centri di ascolto presso gli ospedali di Mestre e Venezia. Fa sapere dell'esistenza di un protocollo operativo con le varie amministrazioni dello Stato e amministrazioni locali, ordini professionali e con la Fondazione "Casa per ragazze madri Roberto e Carla Marzoli".


Alle 12.36 esce la consigliera Onisto.


FACCINI chiede informazioni sul funzionamento della consulta delle donne.


COLLE evidenzia che la consulta deve essere rinominata, ricorda di aver già incontrato le Presidenti delle precedenti consulte e ora verrà ripresentata con nuovi presupposti costitutivi.


LA ROCCA chiede spiegazioni sul Centro Antiviolenza.


Alle ore 12.40 escono i consiglieri Pellegrini e Lavini.


FIORELLA chiarisce che le assistite sono circa 300 all'anno, i dati si possono osservare in un rapporto di ricerca finanziato dal Ministero. Crede che l'informazione tra amministrazioni pubbliche possa essere di grande aiuto per il funzionamento del Centro Antiviolenza.


VISENTIN pone una riflessione sull'informazione fatta a livello scolastico per attuare le attività di prevenzione, così da denunciare le situazioni di violenza prima ancora che possano degenerare.


Alle ore 12.43 entrano le consigliere Lavini e Onisto.


FIORELLA fa sapere che il Centro Antiviolenza lavora anche sull'attività di prevenzione coinvolgendo Scuole e Biblioteche.


PEA propone che il Centro Antiviolenza possa coinvolgere anche le Università nell'attività di prevenzione. Invita i commissari a proseguire la riunione di commissione analizzando il secondo punto all'ordine del giorno - Illustrazione delle manifestazioni per il Novembre Donna - .Chiarisce che la Presidente del Consiglio pur non intervenendo stamattina, comunque si è adoperata molto per l'organizzazione delle varie manifestazioni del “Novembre Donna”. Descrive in sintesi lo Spettacolo teatrale Malamorenò di e con Nicoletta Maragno, che si terrà al Teatro Goldoni.


PELLICANI ricorda che alle iniziative organizzate non sono stati invitati i i consiglieri di minoranza.


PEA chiarisce che alle manifestazioni organizzate per il “Novembre Donna” tutti i consiglieri posso parteciparvi senza alcun problema. Alle ore 12.55 la presidente Pea, ringraziando i presenti, dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 29-02-2016 ore 11:17
Ultima modifica 29-02-2016 ore 11:17
Stampa