Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > III Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

III Commissione - Verbale

Seduta del 31-10-2017 ore 09:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Francesca Rogliani, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman, Saverio Centenaro (sostituisce Alessandro Scarpa), Ciro Cotena (assiste), Giovanni Giusto (sostituisce Silvana Tosi), Monica Sambo (sostituisce Andrea Ferrazzi), Matteo Senno (sostituisce Marta Locatelli)

 

Altri presenti: Assessore Simone Venturini, Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Venezia Dott. Giovanni Leoni, Nicoletta Codato ( Programmazione Sanitaria)

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Audizione del Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Venezia Dott. Giovanni Leoni

Verbale

Alle ore 9.43 la Presidente della III Commissione Consiliare Chiara Visentin, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno. Quindi da la parola all'Assessore Venturini

VENTURINI ringrazia il Dott. Leoni della sua partecipazione alla seduta di Commissione in quanto testimonia un'attenzione nei confronti del Comune. Poi fa presente che da due anni c'è collaborazione tra amministrazione comunale e ordine dei medici che affrontano insieme temi molto attuali

GIOVANNI LEONI spiega che l'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri è un organismo professionale, amministrativo e giuridico che si occupa della difesa e della regolamentazione della professione medica e odontoiatrica. (Ci sono però casi di persone non laureate e le attività delle commissioni disciplinari dell'ordine sono riprese proprio per valutare attentamente i requisiti dei medici. I provvedimenti fermi sono 250 e ci sono state anche delle radiazioni dall'albo). Il Codice di deontologia medica contiene i principi e le regole che il medico chirurgo e l'odontoiatra devono osservare nell'esercizio della professione. L'Italia spende poco per la sanità rispetto al PIL tanto che è all'ultimo gradino dei paesi europei i quali magari hanno un'assitenza sanitaria peggiore. Ritiene che tutti i pazienti debbano essere trattati allo stesso modo senza dover ricorrere ad una assicurazione privata. Il 60/70% delle persone ha delle problematiche e non avendo soldi ha bisogno di assistenza pubblica. E' necessario inoltre chiedere alla Regione di non ridurre il contingente dei medici di famiglia, la cui età è sempre più elevata e per ragioni di risparmio alcuni potrebbero non essere sostituiti. Bisogna lavorare sui giovani calcolando che il 15% di loro andrà a lavorare all'estero. Il 50% dei medici iscritti all'ordine sono donne. L'odontoiatria poi è un lavoro pesante fonte di molto stress e non porta tanto guadagno come sembra. Pare che la regione voglia stanziare dei soldi per l'odontoiatria pubblica. Il progresso tecnico- scientifico in ambito biomedico si è avuto anche grazie l'utilizzo dei robot che però sono solo mezzi in quanto devono essere guidati dall'uomo.

Alle ore 9.57 entra il Consigliere Pelizzato

LAZZARO chiede chiarimenti sull'Azienda Zero, sul pagamento dei ticket sanitari, sui pannoloni e sull'utilizzo dei robot in medicina. Lamenta la lungaggine dei tempi di attesa nei pronto soccorso. Propone più iniziative per le persone meno abbienti

LEONI risponde che il carico di pannoloni arriva due volte all'anno. Quindi spiega che l'Azienda zero è stata istituita dalla Regione Veneto per ristrutturare la sanità veneta attraverso la ridefinizione dei confini territoriali delle Asl che passano da 21 a 9. E' una trasformazione regionale con spostamento di funzioni e accorpamento di persone per una razionalizzazione dei costi e delle risorse. L'azienda partirà a gennaio 2018 ed è stato deciso che chi cambierà posto di lavoro verrà pagato in base al suo spostamento. Per quanto riguarda le problematiche di accesso alle cure fa presente che molti laboratori e pronto soccorso sono stati accorpati. Tutto ciò crea problemi organizzativi e per rispettare i tempi di attesa sarebbero necessarie maggiori risorse. Il cittadino così cerca l'accesso alla medicina specialistica privata

VISMAN chiede come la popolazione può accedere ai documenti redatti a conclusione dei lavori dei consigli dell'Ordine dei Medici

LEONI risponde che tutti i documenti vengono messi on line nel sito dell'Ordine dei Medici

VISMAN chiede chiarimenti in merito all'utilizzo degli strumenti tecnologici negli ospedali (robot). Fa presente che molte persone lamentano le lungaggini del pronto soccorso dell'Ospedale all'Angelo

GIACOMIN condivide l'intervento del Consigliere Lazzaro. Quindi chiede come si pone l'Ordine dei Medici in merito ai vaccini, alle problematiche geriatriche e al medico di famiglia

LEONI risponde che la tecnologia è la passione di ogni medico e per quanto riguarda il robot è in divenire. Il robot viene usato molto in campo urologico e per la colonscopia ma ci dovrà essere un tasso di interventi progettati anche con spostamenti in altri ospedali. Esiste una app dedicata al pronto soccorso. Ora c'è il 118 con collegamenti alle centrali. Spera che al medico di base non venga aumentato il numero dei pazienti che ora si aggira intorno ai 1500. E' tempo però che i medici più anziani vadano in pensione in quanto ad un certo punto non ce la fanno più, ma pare siano saltate alcune regole di buon senso

SAMBO trova che l'illustrazione sia stata molto chiara. Ritiene che sui vaccini debba decidere il medico non la famiglia. Ricorda di aver presentato una mozione di sostegno ai medici di famiglia

Alle ore 10.30 esce la Consigliera La Rocca

CANTON chiede chiarimenti sui vaccini. Quindi fa notare che molti ragazzi ripiegano su scienze infermieristiche in quanto l'esame di ammissione alla facoltà di medicina è molto difficile e chiede come si pone l'ordine dei medici in merito

LEONI sottolinea che la scienza non è democratica. Bisogna conoscerla per poterne parlare. Il problema dei vaccini si è creato perchè qualcuno ha inventato la correlazione vaccini- autismo. Ritiene umiliante sentire mettere in discussione l'importanza dei vaccini nel 2017. I preparati sono puri e hanno debellato alcune malattie. (Gli antivaccinisti però hanno trovato una maniera alternativa per fare soldi ed i medici sono pessimi venditori). Ora stanno ritornando alcune malattie che erano state sconfitte

Alle ore 11.10 esce la Consigliera Onisto

CROVATO ritiene che la televisione e certe forze politiche abbiano delle colpe in merito alla questione dei vaccini

VISMAN considera offensivo l'accostamento del Movimento 5 stelle ai non vax

Alle ore 11.12 esce la Consigliera Visman

LEONI sottolinea che per alcuni medici non c'è sbocco lavorativo. Ora i medici quando frequentano il corso di specializzazione vengono pagati ma i fondi non bastano per tutti. Bisogna aumentare il numero del personale medico in modo che i lavoratori che escono siano uguali a quelli che entrano nel mondo del lavoro perchè i cittadini hanno diritto all'assistenza medica

Alle ore 11.18 esaurito l'ordine del giorno la Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 23-04-2019 ore 12:21
Ultima modifica 23-04-2019 ore 12:21
Stampa