Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > IV Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

IV Commissione - Verbale

Seduta del 07-11-2017 ore 14:30
congiunta alla I Commissione e alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman

 

Altri presenti: Assessore Francesca Zaccariotto, Consigliere comunale Felice Casson, Consigliera comunale Francesca Faccini, Consigliere comunale Rocco Fiano, Consigliere comunale Giovanni Pelizzato, Consigliere comunale Ottavio Serena, Consigliere comunale Renzo Scarpa, Direttore Antonio Jannotta, Dirigente Franco Fiorin, Dirigente Manuel Morscbach, Dirigente Eliana Zuliani, Funzionario Luigi Licciardo, Funzionario Marco Buranelli

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione: N.O. - Riconoscimento debito fuori bilancio - Sentenza della Corte d'Appello di Venezia, sez. II civile, n. 177 del 20.12.2016, depositata il 25-01.2017 nella causa R.G. n. 560/2007
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 663 (nr. prot. 39) con oggetto "Gestione sistema chiaviche, porte vinciane/chiaviche navigabili a S.Erasmo. ", inviata da Renzo Scarpa
  3. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 703 (nr. prot. 64) con oggetto "Esiti accordo ricognitivo e transattivo sottoscritto tra Comune di Venezia e Sacaim S.p.A. in qualitÓ di capogruppo mandataria dell'A.T.I.", inviata da Rocco Fiano
  4. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 804 (nr. prot. 122) con oggetto "Rampa sul ponte Ognissanti", inviata da Renzo Scarpa

Verbale

Alle ore 14.50 il presidente Formenti, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta ed invita l’assessore Zaccariotto ad illustrare il provvedimento all’esame della commissione.

ZACCARIOTTO dichiara che si tratta di ottemperare ad una sentenza della Corte d’Appello di Venezia che ha condannato il Comune per il considerato non congruo valore di un’area del parcheggio scambiatore alla Gazzera in via Montagnola. La ditta espropriata ha ritenuta la stima fatta non corrispondente al valore dell’area ed il relativo importo erogato. Nel corso del processo sono state presentate varie stime di cui  in una addirittura era fissato  un valore di 12 milioni di euro.  La condanna prevede di pagare 257 mila euro circa più le spese e l’onorario del CTU di cui già 157 mila erano stati depositati per cui questo provvedimento prevede una ulteriore spesa di 124 mila euro circa.

ONISTO cita il parere del Collegio dei Revisori dei Conti che indica la sentenza come provvisoria.

ZULIANI spiega che la sentenza per quanto riguarda il ristoro è esecutiva ed il Comune è obbligato a depositare la cifra mentre la causa può proseguire dato che la controparte ha già presentato ricorso in Cassazione; fa rilevare che la stima, a quel tempo, era stata fatta dall’ente competente, la Provincia, e non dagli uffici comunali.

Il presidente Formenti, preso atto di quanto emerso dal dibattito, propone di licenziare in illustrazione il provvedimento, in Consiglio comunale.
La commissione approva.

FORMENTI invita quindi il consigliere Renzo Scarpa ad illustrare l’interpellanza posta al secondo punto dell’ordine del giorno.

SCARPA R. illustra l’atto depositato che evidenzia la necessità di predisporre un provvedimento organico per la gestione delle chiaviche a S. Erasmo poiché quanto fatto dall’Amministrazione riguarda l’aspetto emergenziale della questione per l’affidamento.

Il presidente Formenti comunica ai commissari che l’interpellanza era stata indirizzata all’assessore De Martin che ha comunicato sul sito comunale la non competenza e la relativa assegnazione alla quarta commissione.

ZACCARIOTTO rende noto che il protocollo d’intesa con l’Ati è stato firmato il 3 Novembre 2016, il 21 Dicembre è stato registrato l’impegno di spesa per 97.000 euro, finanziamento dovuto alla necessaria indizione della gara; il 4 Aprile è stato individuato il Rup e alla gara  sono state invitate 6 ditte, 3 hanno risposto ed il 23 ottobre 2017 sono stati affidati i lavori e si parte con un anno di sperimentazione per aggiustare le eventuali criticità che dovessero verificarsi.

SCARPA Renzo si dichiara parzialmente soddisfatto perché si è intrapreso un processo organico, l’unico rammarico riguarda il tempo trascorso. Rileva che anche le precedenti amministrazioni non erano riuscite a risolvere la questione. Si augura che questo sistema venga applicato per risolvere altre questioni presenti sul territorio così da permettere la permanenza dei residenti.

ZACCARIOTTO ribatte che non è stata una aggiudicazione in emergenza poiché dall’esito della gara passa un po’ di tempo; per evitare dei vuoti si è partiti con l’affidamento dei lavori.

Il presidente Formenti dichiara chiusa la trattazione dell’interpellanza ed invita il consigliere Fiano ad illustrare il secondo punto all’ordine del giorno.

FIANO riassume il contenuto dell’atto presentato rilevando come l’indennizzo stabilito è stato proposto sulla base dei fondi a disposizione del Comune oppure sull’entità dei lavori da eseguire. Chiede quali dei lavori pattuiti possono essere considerati un beneficio per l’isola del Lido; domanda anche informazioni sulla pavimentazione della piazza realizzata.

FORMENTI rende noto che l’argomento era già stato trattato in una precedente riunione ma la organizzazione dei lavori della commissione è sta formalizzata sulla temporalità della presentazione degli atti.

BURANELLI premette che dal 2007 al 2017 l’incarico di seguire i lavori era di un altro collega. Spiega che il progetto preliminare + stato fatto dal Comune, la progettazione definitiva e il progetto definitivo sono sempre a carico della ditta che vince la gara; con quel progetto era prevista la costruzione di un nuovo edificio mentre in un secondo momento si era previsto un piccolo edificio multiuso per arrivare ad eliminare nuova edificazione; parte di queste funzioni sono state ricondotte all’interno dell’edificio del casinò. I lavori eseguiti sono la messa in sicurezza dell’impianto elettrico comprese le linee di trasmissione dell’energia elettrica ed altre piccole opere. Non è stato fatto un calcolo su una base certa; all’inizio c’erano molte riserve della ditta che risultavano molto più onerose dell’accordo raggiunto; l’unico danno calcolabile era quello relativo al fermo del cantiere. Sostiene che non stati eseguiti lavori al di fuori di quanto concordato. Fa notare che le riserve della ditta sono state accettate dalla precedente gestione; i sottoservizi sono stati realizzati anche in funzione di altre manifestazioni. Il piazzale è stato collaudato ma non in tutta la superficie perchè in altre zone la superficie può sopportare molto più peso. Sotto la superficie ci sono 3,5 metri di inerti tra il terreno inquinato e la soletta di cemento armato. I 5 milioni di cui si parla sono dovuti ad una perizia in diminuzione e i lavori, all’interno dell’edificio, è previsto che finiscano a Gennaio.

FIANO dichiara che la chiusura della vicenda è positiva, le risposte ricevute sono state puntuali ma rileva il troppo tempo trascorso per la trattazione dell’interpellanza.

FORMENTI dopo aver dichiarata chiusa la discussione dell’interpellanza chiede al consigliere Renzo Scarpa se si dichiara favorevole all’accorpamento delle due interpellanze in carico alla commissione che riguardano lo stesso argomento e di cui una è rivolta al sindaco che ha dato delega all’assessore Zaccariotto a rispondere ed invita il consigliere ad illustrare l’argomento.

SCARPA Renzo si dichiara d’accordo con la proposta del presidente Formenti e chiede quando la rampa del ponte di Ognissanti verrà messa in sicurezza dato il ripetersi di incidenti a carico dei cittadini che passano di là.

ZACCARIOTTO condivide le preoccupazioni del consigliere Renzo Scarpa; la rampa risale al 2015 e mancava di alcuni elementi tra i quali l’avviso del pericolo, il completamento dello scorrimano; con insula è stato acquistata una macchina per stabilire il grado di scivolosità della pavimentazione, a breve verranno fatti i necessari rilievi anche sul ponte di Calatrava, i risultati per il ponte in questione sono che esiste una scivolosità non compatibile con le esigenze dei cittadini; è previsto quindi entro una settimana, di stendere una resina antisdrucciolo ne sarà verificata l’efficacia.

SCARPA Renzo si dichiara parzialmente soddisfatto delle risposte in attesa di conoscere gli effetti della soluzione prospettata.

Alle ore 16.10 il presidente Formenti dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 06-12-2017 ore 12:01
Ultima modifica 06-12-2017 ore 12:01
Stampa