Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > III Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

III Commissione - Verbale

Seduta del 12-09-2017 ore 14:00
congiunta alla V Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Ciro Cotena (sostituisce Marta Locatelli), Nicola Pellicani (sostituisce Andrea Ferrazzi)

 

Altri presenti: Assessore Simone Venturini, Presidente della MunicipalitÓ di Chirignago Zelarino Gianluca Trabucco, Dott. Piero Pellegrini, Alice Pietropoli ( Casa di Anna Fattoria Solidale)

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Visita e approfondimento delle attivitÓ della Casa di Anna Fattoria Solidale a Zelarino

Verbale

Alle ore 14.25 la Presidente della III Commissione Consiliare Chiara Visentin di concerto con la Presidente della V Commissione Consiliare Lorenza Lavini, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno

VENTURINI ricorda che ad inizio mandato della consiliatura è stata approvata una variante urbanistica per la ristrutturazione e l'ampliamento della struttura denominata " Casa di Anna". In due anni è stato realizzato tutto attivando anche una rete di distribuzione di ortaggi e frutta biologici. La fattoria solidale ha per obiettivo l'inclusione sociale attraverso l'attivazione delle capacità residue delle persone con disabilità. Mentre il centro diurno è un ambiente passivo la fattoria è molto stimolante. C'è un rapporto anche con il servizio integrazione ULSS. Non è previsto però nessun finanziamento strutturale per le fattorie sociali. Sottolinea che si è di fronte ad un progetto meritevole che va preso da esempio per la città ed il Comune si conferma al fianco di una realtà così importante

PIERO PELLEGRINI spiega che nel 2014 è stata fondata l'azienda agricola. Nel 2015 la Casa di Anna è entrata a far parte dei Piani di Zona dell'Ulss 12 e ha stilato una convenzione con il Comune di Venezia. Sono partite così le attività agricole e la prima sperimentazione di persone affiancate da tutor ( attualmente sono cinque). Nel 2016 sono stati avviati i lavori di restauro e costruzione delle strutture della Fattoria. Nel 2017 si sono conclusi gli interventi edili. Complessivamente sono 7 gli ettari di terreno in uso alla Casa di Anna di cui 4 e mezzo di proprietà e gli altri in affitto. A breve potrebbe essere aperto l'agricampeggio e un ortogiardino con pedane rialzate per le carrozzine dei disabili. Sono stati abbattuti i magazzini e sono state realizzati 740 m2 di strutture, realizzate secondo designer per la disabilità. Al piano superiore ci sono camere adattate per persone disabili. Sono stati realizzati anche dei prefabbricati che ospitano la sala polifunzionale per 99 persone. La Casa di Anna in poco tempo e con limitate risorse ha potuto avviare e portare avanti percorsi che mirano all'inclusione socio-lavorativa di persone che si trovano in condizione di svantaggio sociale. E' stato sviluppato un modello aziendale con lo scopo dell'autosostentamento in quanto il sociale ha molte difficoltà ad avere aiuti pubblici. Presso la fattoria solidale si producono ortaggi biologici che vengono venduti sia ai privati anche on line che alle aziende del settore ristorativo ed è in fase di apertura un agriturismo con servizi di ristorante e accoglienza. C'è l'idea anche di mettere a disposizione del pubblico gli spazi e le attrezzature per eventi vari e attività socio educative. Si è partiti con grande entusiasmo e la persona disabile diventa un corollario. Fa presente che però non è possibile raggiungere un significativo numero di persone in situazione di bisogno con il solo investimento di risorse proprie e con la propria attività economica. Perciò auspica che l' Amministrazione comunale possa essere disponibile a mettere a punto insieme alla Casa di Anna un progetto sperimentale che veda coinvolti numerosi soggetti. Segnala inoltre che dopo quasi un anno di attesa la richiesta di affissione della cartellonistica stradale non è ancora stata approvata da parte del verde pubblico e dell'ufficio viabilità. Chiede l'aggiunta di una fermata ACTV per dare la possibilità alle persone con ridotta capacità motoria o con limitato grado di autonomia di raggiungere la fattoria con i mezzi pubblici

ALICE PIETROPOLI dichiara di occuparsi della gestione delle attività della Casa di Anna con l' obiettivo che la fattoria solidale possa servire anche al territorio. L'azienda è privata ed è in grado di fare inserimento lavorativo solo in piccole dimensioni. 1 operatore specializzato viene alla fattoria tre volte alla settimana per percorsi individualizzati di agricoltura sociale. Nel 2017 sono stati avviati in collaborazione con AGRE ONLUS dei percorsi di volontariato per soggetti in carico ai servizi sociali o all'UEPE ( progetto IO MI ASSOCIO). C'è stato inoltre l'avvio:
di collaborazione con cooperative del territorio di Venezia: percorsi di tirocinio per persone con svantaggio sociale in collaborazione con COGES e OLIVOTTI;
di tirocini per soggetti in condizione di svantaggio sociale tramite il Centro per l'Impiego e Cooperativa GEA;
dell'attività agrituristica
Dal 2014 ad oggi :
realizzati 15 percorsi di tirocinio sociale o formativo per persone con disabilità: di queste 3 hanno trovato collocazione lavorativa;
inseriti in Art. 21 n.6 detenuti;
inseriti in percorsi di volontariato 4 persone agli arresti domiciliari;
inseriti 5 giovani richiedenti asilo con tirocini per soggetti con svantaggio sociale;
inseriti con tirocini legati a progetti di formazione o reinserimento nel mondo del lavoro 3 persone del Comune di Venezia

LAVINI ritiene motivo di orgoglio e soddisfazione vedere il completamento della ristrutturazione della Casa di Anna ed il relativo superamento delle barriere burocratiche

Alle ore 15.00 si passa alla visita della fattoria

Alle ore 15.30 esaurito l'ordine del giorno la Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 05-12-2017 ore 12:46
Ultima modifica 05-12-2017 ore 12:46
Stampa