Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > XI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

XI Commissione - Verbale

Seduta del 21-06-2017 ore 14:30
congiunta alla IV Commissione, alla V Commissione, alla VI Commissione e alla IX Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Alessio De Rossi, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Paolo Pellegrini, Matteo Senno, Chiara Visentin, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Bruno Lazzaro, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Saverio Centenaro, Lorenza Lavini, Elena La Rocca, Davide Scano, Sara Visman, Renzo Scarpa, Giovanni Giusto, Paolino D'Anna, Alessandro Scarpa, Silvana Tosi (sostituisce Barbara Casarin).

 

Altri presenti: Direttore Raffaele Pace.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Illustrazione della proposta di deliberazione di iniziativa consiliare, PD n. 120: Venezia cittÓ per i giovani.

Verbale

Alle ore 14.55 assume la presidenza il consigliere Senno e, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e dà la parola al vice segretario aggiunto Pace.

PACE rileva che il provvedimento in illustrazione alle commissioni è stato ritenuto un provvedimento di indirizzo e non un atto di amministrazione, il giudizio non può essere espresso. Si rimane in attesa di eventuali proposte decisorie per esprimere i pareri previsti dalla legge.

FERRAZZI premette che sono state presentate sei proposte che non vogliono costituire dei veri e propri atti amministrativi, bensì propedeutici alla formazione di atti concreti; a suo parere le proposte di deliberazione all'esame delle varie commissioni rappresentano una unica organica proposta. Forse questa proposta è la più semplice da illustrare; la città ha un'età media molto alta ed è molto strano perché ci sono tre università attive; questa proposta scaturisce  anche dal confronto con l'associazione Generazione 90; la città attrae molti giovani ma che non si fermano; servirebbe la creazione di una carta multiservizi riservata ai giovani fino ai 26 anni; oggettivamente in città manca uno spazio di aggregazione per i giovani e dedicato agli eventi. La proposta è di utilizzare il Tronchetto come è già stato fatto per mantenere l'attività della Fenice dopo l'incendio. Altro punto è quello di organizzare una cartellonistica  unica per i concerti, i locali ed altro che si svolgono in città. Si tratta anche di avviare un'opera di ristrutturazione degli impianti sportivi esistenti e l'ultima iniziativa indicata è quella di garantire il servizio di TPL a prezzi agevolati. Sono indicati altri 5 punti che possono interessare i consiglieri ma che richiederebbero molto tempo per la loro illustrazione.
Alle ore 15.10 esce il consigliere Scarpa Alessandro.

LA ROCCA fa presente che molte associazioni chiedono di utilizzare la Marittima per i loro concerti; la cartellonistica unica proposta sembra un passo successivo; suggerisce di togliere il divieto di fare musica e di approvare delle norme regolatorie. Il Comune può essere promotore  di una pubblicazione o riservare una finestra nel sito internet.

SAMBO prende atto dell'esistenza del divieto però indica anche la possibilità di attuare delle deroghe; riprende il concetto di attività e produzione di musica, magari con un sistema diffuso e non solo a Venezia; infine sulla cartellonistica suggerisce anche che non venga dimenticato l'aspetto informativo che riguarda la città.

PELLEGRINI afferma che la proposta in se' è carica di spunti ma come atti da realizzare è ben povera. Esempio l'intervento sul TPL con 400 euro annui per abbonamento significa probabilmente mettere in ginocchio il bilancio dell'azienda dei trasporti; per la musica ricorda che già adesso ci sono cittadini che contestano i concertini mentre la cartellonistica suggerita, già esiste e si chiama “Città in festa”. Ricorda anche che la questione della Marittima è stata oggetto di confronto con l'Autorità portuale per ottenere almeno dei posti auto vicini ai collegamenti con la terraferma. Tutti questi argomenti possono essere condivisi ma bello sarebbe che ci fossero anche delle proposte da discutere.

CROVATO esprime soddisfazione che i consiglieri dell'opposizione pongano questioni condivisibili; l'intervento del consigliere Ferrazzi appare in sintonia con quanto afferma il sindaco; riguardo alla musica in città ricorda che l'Arpav ha dato indicazioni molto precise sull'intensità del suono consentita; condivide pure l'idea di valorizzare il Tronchetto con manifestazioni. Afferma che già esistono delle facilitazioni per i giovani che utilizzano i trasporti pubblici mentre a suo parere la realizzazione del palazzetto dello sport a S. Giuliano servirà ad  unire ancor di più le realtà del teritorio comunale.

TOSI chiede se si possono apportare delle mopdifiche alla proposta presentata perché gli eventi citati non comprendono la possibilità di coinvolgere le associazioni del volontariato che hanno molti giovani tra i loro aderenti.

PELLICANI sostiene che questa proposta mira a porre l'attenzione dell'Amministrazione comunale verso i giovani che vivono in città per favorire la loro permanenza anche dopo gli studi; è vero che mancano puntuali individuazione delle risorse oltre che altri luoghi di possibile aggregazione oltre che quello del Tronchetto ed è pur vero che la manifestazione “città in festa” promuove le iniziative del Comune ma non è sufficiente. Questo spirito costruttivo deve essere colto da tutti i consiglieri.

SCANO individua degli spazi di aggregazione anche lungo la Scomenzera che ad oggi non sono utilizzati; concedendo la realizzazione di alberghi in Marittima è stato chiesto alla giunta di fare un passo avanti, il presidente dell'Autorità portuale ha ventilato sulla stampa cittadina la possibilità di cedere molti spazi in uso alla città, “regalare2 un albergo in più all'Autorità portuale è stata una decisione non votabile per il gruppo 5 Stelle. La ex sede degli spedizionieri era l'ideale per un uso pubblico promiscuo e c'erano anche altre possibilità che forse si sarebbero potuto realizzare come anche l'Arsenale è un luogo che deve essere ulteriormente valorizzato. Riguardo la cartellonistica rende noto che la società Vela gestisce gli eventi per conto del Comune e a suo parere risulta inadempiente perché mancano pubblicate le deliberazione per l'adozione dei programmi realizzati o da realizzare. Sostiene che il Comune di Venezia ha potenzialità inespresse ed elenca alcune situazioni cittadine paragonandole alle situazioni simili presenti in altre città.

LAZZARO premette che quando si parla di giovani, si tende a parlare solo dei loro divertimenti e chiede perché il Comune non affida aree di sua proprietà a quei giovani che vogliono imparare a fare i contadini ed il Comune potrebbe favorire queste ed altre iniziative creando un fondo per erogare dei crediti minimi che permettano loro di iniziare queste attività. Afferma che altre amministrazioni locali favoriscono queste iniziative mentre il comune di Venezia non si è mai attivato in tal senso.

SCARPA Renzo afferma che la proposta potrebbe avere anche altri oggetti, trova la proposta indirizzata più a Venezia che a tutto il territorio comunale; a suo parere l'attività della pesca non è tutelata come si dovrebbe, applaude alla disponibilità dei consiglieri presentatori ad accogliere altre proposte e suggerimenti, non si può essere contrari alle finalità spiegate, e per esempio cita la possibilità di utilizzare le rive dedicate allo scarico e carico merci per altre funzioni.
Alle ore 16.00 escono i consiglieri Crovato e De Rossi.

GIUSTO sostiene che quando si parla di questi argomenti non si sa se si parla del Comune nel suo insieme oppure della città che “galleggia”; lo studente cerca si la musica ed il divertimento ma anche la stabilità, la famiglia ed un lavoro. Condivide quanto detto dal consigliere Lazzaro per favorire la realizzazione di iniziative per il loro futuro. Limitare le occasioni allo studente o al giovane non va bene perché bisogna far capire che ci sono anche altre cose oltre al divertimento.

GAVAGNIN si dice colpito dall'intervento del consigliere Lazzaro perché esplicita il connubio scuola lavoro; oggi c'è l'esperienza delle presenze di studenti all'interno della struttura burocratica delle istituzioni che deve essere valorizzata.

FERRAZZI ringrazia i consiglieri dei loro interventi, sarà opportuno accogliere i suggerimenti di alcuni consiglieri e riconferma che la proposta può essere oggetto di integrazioni.

Alle ore 16.10 il presidente Senno dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 11-09-2017 ore 15:23
Ultima modifica 11-09-2017 ore 15:23
Stampa