Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 15-10-2015 ore 14:30
congiunta alla IV Commissione, alla VI Commissione e alla IX Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Alessandro Vianello, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Alessandro Vianello, Chiara Visentin, Sara Visman, Silvana Tosi (sostituisce Marta Locatelli)

 

Altri presenti: Assessore Renato Boraso, Assessore Giorgio D'Este, Assessore Massimiliano De Martin, Direttore Franco Fiorin, Direttore Roberto Ellero, Dirigente Luca Barison, Dirigente Loris Sartori, Dirigente Maria Borin, Dirigente Angela Fiorella, Dirigente Anastassia Koulou.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 45 (nr. prot. 8) con oggetto "RIPORTIAMO LA VITA A MESTRE: PROPOSTE PER RIVITALIZZARE LA CITT└", inviata da Nicola Pellicani
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 46 (nr. prot. 9) con oggetto "RIPORTIAMO LA VITA A MESTRE: PROPOSTE PER RIVITALIZZARE LA CITT└", inviata da Nicola Pellicani
  3. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 47 (nr. prot. 10) con oggetto "RIPORTIAMO LA VITA A MESTRE: PROPOSTE PER RIVITALIZZARE LA CITT└", inviata da Nicola Pellicani
  4. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 49 (nr. prot. 12) con oggetto "RIPORTIAMO LA VITA A MESTRE: PROPOSTE PER RIVITALIZZARE LA CITT└", inviata da Nicola Pellicani
  5. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 50 (nr. prot. 13) con oggetto "Lavori in corso in Riviera XX Settembre e zone limitrofe. Intervento di riqualificazione dell'ex emeroteca", inviata da Nicola Pellicani
  6. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 51 (nr. prot. 14) con oggetto "Lavori in corso in Riviera XX Settembre e zone limitrofe. Intervento di riqualificazione dell'ex emeroteca", inviata da Nicola Pellicani
  7. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 52 (nr. prot. 15) con oggetto "Trasloco del mercato settimanale di Mestre nell'area dell'ex Umberto I", inviata da Nicola Pellicani
  8. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 53 (nr. prot. 16) con oggetto "Trasloco del mercato settimanale di Mestre nell'area dell'ex Umberto I", inviata da Nicola Pellicani
  9. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 54 (nr. prot. 17) con oggetto "Trasloco del mercato settimanale di Mestre nell'area dell'ex Umberto I", inviata da Nicola Pellicani
  10. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 56 (nr. prot. 19) con oggetto "Subito un piano di riqualificazione per il centro di Mestre", inviata da Nicola Pellicani
  11. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 57 (nr. prot. 20) con oggetto "Subito un piano di riqualificazione per il centro di Mestre", inviata da Nicola Pellicani
  12. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 58 (nr. prot. 21) con oggetto "Subito un piano di riqualificazione per il centro di Mestre", inviata da Nicola Pellicani
  13. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 59 (nr. prot. 22) con oggetto "Subito un piano di riqualificazione per il centro di Mestre", inviata da Nicola Pellicani

Verbale

Alle ore 15.00 la consigliera Lavini assume la presidenza e, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta; ringrazia gli assessori presenti e riepiloga brevemente l'ordine del giorno. Spiega della decisione, d'accordo il consigliere Pellicani, di porre all'attenzione dei consiglieri tutte le interpellanze presentate e che afferiscono ad argomenti che riguardano lo stato dell'arte di quello che succede a Mestre; invita quindi il consigliere Pellicani ad illustrare gli argomenti da trattare.

PELLICANI ritiene che quelli che si andranno a trattare sono argomenti strategici per la città; un'occasione per riprendere progetti per la città in particolare per l'area centrale. Con le interpellanze intende proporre il confronto con le categorie economiche ed i cittadini su temi quali la sicurezza, la povertà e la desertificazione. Alcune scelte fatte dall'amministrazione sono da accogliere positivamente, occorre rivedere la viabilità del centro; provare a coinvolgere le categorie per far usare i parcheggi presenti nelle aree centrali che constano di circa 1500 posti; aprire una trattativa con i centri commerciali cittadini per rifare una nuova convenzione e permettere con nuove entrate, l'uso gratuito dei parcheggi in centro. Oltre a questo obbiettivo che potrebbe permettere la rivitalizzazione del commercio in Mestre, a suo parere serve portare eventi ed appuntamenti in città per renderla “appetibile”; Vela organizza eventi per il centro storico avendo a disposizione un milione di euro a disposizione mentre per la terraferma sono solo 200.000 euro. Tutto quanto descritto si riferisce all'emergenza che vive la città poiché si stanno concludendo molti interventi di abbellimento del centro che con anche l' erigendo M9, seppur di iniziativa privata, diventerà punto di aggregazione. C'è un quadro chiaro su alcuni nodi storici quali l'ex ospedale dove con la convenzione attuale sono disponibili 30.000 mq e i padiglioni che potrebbe essere destinato alla nuova sede del mercato bisettimanale, piazza Barche, Villa Querini, Villa Erizzo e la scuola De Amicis.

LAVINI ringrazia il consigliere per la disponibilità a trattare tutti gli atti presentati e ringrazia pure i dirigenti comunali presenti, invitandoli a raccogliersi dietro il banco della presidenza.

FERRAZZI premette che è giusto discutere di queste questioni a Mestre, questa città deve diventare gradevole per i suoi abitanti ma anche diventare polo di aggregazione per i cittadini delle località e centri vicini. Trova sbagliato non permettere a Piazza Ferretto di diventare alla bisogna, area per lo svolgimento dei mercatini, il decoro va pensato e discusso con tutti poiché il problema dei parcheggi non esiste perché ne sono stati realizzati anche dalla passata amministrazione e quindi bisogna modificare il sistema delle ZTL; oggi la qualità urbana è molto migliorata rispetto a tempo addietro. A suo parere questa amministrazione deve approvare la seconda variante urbanistica, realizzare residenza di social housing in uno dei padiglioni dell'ex ospedale dove è già tutto pronto per l'intervento di adeguamento. Ricorda che con l'approvazione dell'ultima variante si può pensare alla realizzazione del Parco del Marzenego perché molti ettari di superficie sono ritornati ad uso agricolo e possono costituire un asse qualificante e permette di mettere in sicurezza le rive del fiume e attivare la fitodepurazione; la realizzazione della fermata della SFRM di via Olimpia e della Gazzera convincendo la Regione a sbloccare i finanziamenti; in uno dei padiglioni dell'ex ospedale può essere spostata la scuola Vecellio liberando un pezzo del Parco Ponci ed aumentare la superficie a verde. L'utilizzo dei vecchi padiglioni non può essere attuato perché non sono di proprietà comunale. La risposta culturale può essere la svolta per la riqualificazione di Mestre.

SCARPA R afferma che il consigliere Ferrazzi ha avuto buon gioco ad elencare i problemi irrisolti ed è per questo motivo che molti consiglieri si sono candidati per contrastare e modificare la vecchia gestione. Ricorda che Mestre continua a perdere abitanti e condivide questa emergenza: nelle modifiche però devono essere coinvolti anche gli altri centri; piuttosto che ridurre le tasse sui rifiuti sarebbe meglio far pagare per quello che si produce, far pagare i plateatici magari in modo progressivo.

SCANO prende atto di alcune positive novità per Mestre; si devono prendere decisioni sulla mobilità, urbanistica, commercio e sicurezza. Nelle linee programmatiche presentate alla commissione c'è almeno una mancanza come la modalità per attuare la rigenerazione urbana, urbanistica e la tutela e valorizzazione dei beni storici; serve rimodulare il PAT e mettere mano a quanto previsto in via Ulloa, l'area dell'ex ospedale poiché ci sono troppe superfici con destinazione commerciale; conviene che in 4 mesi non si può fare molto ma serve coraggio per una nuova azione politica.

DE MARTIN dichiara di trovare difficoltà per rispondere in modo elegante; il problema fondamentale è la mancanza di risorse che però c'erano una decina di anni fa; si sta pulendo quello che è rimasto fermo per molti anni; si sono trovate molte cose brutte che devono essere sistemate. Urbanistica è un tema che è parte importante del programma del sindaco, cita la questione del palazzo delle poste alla stazione, quello dell'ex Vempa, del MOF che non produce nulla per il Comune e ci sono molte altre cose che non hanno generato risorse; l'opposizione deve lasciar lavorare la nuova amministrazione; Piazzale Cialdini è all'attenzione del Comune da 7 anni e rimane senza soluzione; al PAT serve una variante tecnica; ci sono molte possibilità per sistemare brutture o trovare soluzioni percorribili; in ultima analisi tutti conoscono le situazioni.
Alle ore 16.00 esce la consigliera Casarin.

BARISON spiega che per Piazzale Cialdini non è mai stato sottoscritta la convenzione perché un privato non ha aderito al progetto ed ancor di più ha presentato un ricorso al TAR che è stato vinto al Consiglio di Stato; tutto ciò ha permesso solo la realizzazione della linea tramviaria; ad oggi si può considerare che ad oggi solo la mancanza di risorse non permette di realizzare quanto previsto.

FIANO afferma che dispiace sentire l'assessore De Martin rispondere alle interpellanze con insofferenza; dall'intervento del consigliere Pellicani non appare la volontà provocatoria delle opposizioni. La Mestre di oggi è l'effetto di speculazioni degli anni passati.

BORASO precisa che la colpa del passato rimane ai vecchi amministratori; oggi mancano le risorse ma ringrazia il consigliere Pellicani di dare l'opportunità di discutere di cose concrete; Si sta studiando come sia possibile coinvolgere i grandi parcheggi dei centri commerciali nell'acquisizione di risorse; ricorda i recentissimi provvedimenti approvati dalla giunta e si è in attesa di verificare gli effetti e nel frattempo si incontreranno le categorie. C'è stato un primo incontro con i proprietari dell'area dell'ex ospedale che hanno riaffermato la loro titolarietà e l'assenso solo per l'attivazione di iniziative temporanee; ricorda la chiesetta assegnata ai cristiani ortodossi in concessione e di aver chiesto l'uso della vecchia entrata per l'accesso all'attuale parcheggio di via circonvallazione.

PELLICANI prende atto di quanto descritto dal consigliere Scarpa R., si dichiara completamente insoddisfatto non solo per le mancate risposte ma anche per il tono degli interventi; ci si deve abituare a ricevere richieste, critiche o suggerimenti; afferma che anche il sindaco non lesina discorsi emozionanti.

DE MARTIN replica che le interpellanze presentate coinvolgono solo per due punti i referati di sua competenza e passa a leggere parte delle ordinanze sindacali che trattano in specifico l'argomento del taglio delle piante e dell'obbligo di reimpiantumazione.

D'ESTE spiega che sulla stampa viene pubblicato quello che viene svolto dall'amministrazione; del suo assessorato evidenzia l'attività di contrasto allo spaccio di droga con l'impiego di tre cani; afferma che è necessario mettere mano al regolamento della Polizia locale conferendo al sindaco la responsabilità della gestione dell'ordine pubblico; riorganizzare il corpo della Polizia locale ad iniziare dall'armamento degli operatori ai quali deve essere data la giusta formazione. Rende noto che si sta lavorando per definire degli incontri per migliorare i rapporti interforze.

PELLICANI ringrazia la presidente Lavini per la sua opera che ha permesso questa riunione ma che a seguito delle risposte ricevute dai tre assessori si dichiara insoddisfatto delle risposte.

Alle ore 16.45 la presidente Lavini, constatato che tutte le interpellanze sono state trattate, dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 05-11-2015 ore 10:58
Ultima modifica 05-11-2015 ore 10:58
Stampa