Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > IV Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

IV Commissione - Verbale

Seduta del 29-03-2017 ore 09:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Paolino D'Anna, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giovanni Giusto, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Paolino D'Anna, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Sara Visman, Maurizio Crovato (sostituisce Giorgia Pea), Alessio De Rossi (sostituisce Chiara Visentin), Andrea Ferrazzi (sostituisce Felice Casson), Enrico Gavagnin (sostituisce Luca Battistella), Silvana Tosi (sostituisce Giovanni Giusto)

 

Altri presenti: Assessore Renato Boraso, Dirigente Loris Sartori.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Riordino della mobilitÓ e del traffico in localitÓ Carpenedo.

Verbale

Alle ore 9.50  il presidente Formenti, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e dà la parola al consigliere Lazzaro sull'ordine dei lavori.

LAZZARO chiede di convocare il presidente di Save sulle questioni della mobilità in prossimità della località di Tessera; sulla realizzazione della pista ciclabile, notizia apparsa sui giornali. A suo parere non è corretto che i consiglieri comunali apprendano dalla stampa quello che la giunta delibera.

BORASO risponde che prenderà contatti con l'amministratore delegato di Save per fissare un incontro con la commissione ma che le competenze sull'argomento sollevato sono anche dei Lavori Pubblici.

FORMENTI dichiara che la commissione è convocata proprio per esaminare la situazione della futura mobilità nella zona di via Vallon e limitrofe poiché si tratterà di una vera e propria rivoluzione per i residenti.


BORASO  premette che l'aspetto positivo è la fine dei lavori; il manto stradale finale verrà applicato fra poco tempo e nel frattempo è stata ripristinata la circolazione come prima dei lavori. Dopo Pasqua verrà emanata un'ordinanza per il riordino della viabilità e ne spiega alcuni particolari. Tra questi l'istituzione di sensi unici in via Portara, Godoni e Gallina; il divieto di transito in via Sem Benelli ed il senso unico in via Vallon. Si cercherà ancora di concordare con il condominio di via Lavaredo la riapertura del transito per il passaggio pedonale e ciclabile.

ZAMBON Manuela, come residente nell'area interessata ai lavori, afferma che il senso unico preoccupa per la certa alta velocità di percorso delle auto lungo le strade anche laddove non ci sono i marciapiedi; sarebbe necessario invece consentire il doppio senso di marcia per rallentare il traffico ed anche perché la nuova viabilità costringerà i residenti ad un percorso tortuoso per immettersi nelle strade principali.


FERRAZZI invita l'assessore a rivedere completamente la viabilità perché nel futuro si potrebbe valutare anche una nuova politica dei trasporti se si potesse raggiungere un accordo con i venditori dell'ex convento ora chiuso.

SCANO invita il presidente a convocare le riunioni della commissione nel tardo pomeriggio, convocando anche i rappresentanti delle municipalità ed ad effettuare dei sopralluoghi nelle località interessate dai provvedimenti dell'Amministrazione. Con l'istituzione dei sensi unici bisogna potenziare la segnaletica sui limiti di velocità e predisporre un arredo urbano che costringa al rallentamento delle velocità. Chiede se esistono studi sulla mobilità dell'area.

FORMENTI spiega che l'argomento all'ordine del giorno coinvolge un'area abbastanza grande; quando il consigliere comunale effettua un sopralluogo per verificare le situazioni, non fa altro che il suo dovere; riguardo all'orario di convocazione della commissione è opportuno che i commissari esprimano il loro parere.

SARTORI premette che esistono dei dati sulla mobilità della zona ma sono vecchi e dovuti alla lungaggine dei lavori; le linee guida sono di garantire la residenza ed evitare il traffico di attraversamento. Il traffico da via Triestina confluisce e proviene da via Pasqualigo e dalla Vallenari bis oltre che da via S. Dona'; l'attivazione dello schema della precedente viabilità è il migliore; sarà impossibile entrare in via Sem Benelli da nord con dei prossimi intervneti da definire. Via Portare e Gallina saranno a senso unico che comporterà per i residenti un percorso più lungo ma questo garantirà i residenti da un aumento del traffico; comunque sarà una sperimentazione che potrà essere modificata.

BORASO afferma che in via Goldoni non esiste il doppio senso di marcia; i lavori sono iniziati a fine Luglio e sono terminati a fine Febbraio; ricorda che alcuni condomini non erano allacciati alla fognatura, si sono rifatti tutti i sottoservizi e si attende il programma per la posa della fibra ottica, sarà posto il divieto di accedere da via Vallon a via Sem Benelli; nelle tre vie Portare Gallina e Goldoni, oltre al parcheggio sarà possibile riservare una fascia stradale per i pedoni. Tutti gli interventisono finalizzati a garantire la qualità di vita dei residenti. Sulla questione del conventi do clausura appena chiuso si è appresa la volontà di vendere ed il prezzo indicato è molto oneroso ma ciò non impedirà di aprire una trattativa per ottenere dei benefici per la collettività.
Alle ore 10.35 escono i consiglieri Canton e D'Anna.

CONTE premette che la municipalità aveva già chiesto il limite dei 30 km/h in quella zona; il primo esame sulla viabilità riguardava l'area attorno alla chiesta dei Servi di Maria con la proposta di porre dei sensi unici; sono state fatte molte assemblee d'intesa con l'assessore ed è bene proseguire con questo metodo.

SCARPA Renzo prende atto di quanto illustrato dalla signora che è intervenuta e dal quale emerge l'esigenza che la viabilità cittadina sia al servizio della residenza. Il piano urbano della mobilità è scaduto da tempo e chiede quando si discuterà del nuovo considerando che qualsiasi intervento sia destinato alla salvaguardia della qualità della vita dei cittadini residenti.

BORASO dichiara che dopo Pasqua è sua intenzione iniziare la discussione su questo argomento perché va bene iniziare le modifiche con piccole parti della città ma è bene ragionare sulla complessità del piano urbano che deve considerare anche il Lido. I tempi sono maturi per emanare l'ordinanza sulla nuova viabilità dell'area oggi all'attenzione della commissione.


GIROTTO Lino, residente in via Goldoni, suggerisce che il doppio senso di marcia sia nel primo tratto di via Vallon; spiega cosa ha notato del traffico pedonale e ciclistico che grava molto poco in quella strada. All'inizio di via Goldoni spesso sono parcheggiate le auto dei clienti del vicino albergo; a suo dire i residenti della strada sono contrari all'istituzione del senso unico e afferma che la sperimentazione deve essere temporanea e dovutamente valutata.
Alle ore 10.50 esce il consigliere Lazzaro.  

POLETTO Roberta, residente in via Molte Pelmo sostiene che i residenti di quella via sono penalizzati dal senso unico di via Vallon e dichiara che molte auto parcheggiano sulla pista ciclabile di quella via.

FORMENTI alle ore 10.55 comunica che la prossima riunione della commissione avrà come argomento la verifica della gestione degli accessi prioritari ai pontili di ACTV e successivamente si aprirà un focus sulla mobilità urbana e dichiara chiusa la riunione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 06-04-2017 ore 10:59
Ultima modifica 06-04-2017 ore 10:59
Stampa