Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 16-02-2017 ore 16:00

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman, Andrea Ferrazzi (sostituisce Francesca Faccini), Elena La Rocca (convocato), Francesca Rogliani (sostituisce Luca Battistella)

 

Altri presenti: Assessore Paolo Romor, Dirigente Angelo Patrizio, Dirigente Maria Margherita Fabris, Dirigente Silvia Grandese , Consigliera Elena La Rocca

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Illustrazione della Delibera di Giunta nr. 12/2017: "Programmazione triennale del fabbisogno di personale - Prima fase attuativa del piano occupazionale 2017 ".
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 620 (nr. prot. 15) con oggetto "piano occupazionale triennale e nuove assunzioni del Comune di Venezia ľ Interpellanza ai sensi dell'art. 8 del Regolamento C.C.", inviata da Elena La Rocca

Verbale

LOCATELLI: Apre alla ore 16:15 i lavori di Commissione leggendo l'ordine del giorno e ringraziando i presenti. E seguendo la prassi prevista , a fine intervento da parte dei presenti , si riserva di dare parola ai rappresentanti sindacali che hanno fatto espressa richiesta di partecipare ai lavori vdi Commissione . Si inizia con l'intervento da parte dell'Assessore.

SAMBO: ricorda che a volte non ci si e' attenuti alla prassi di cui ha fatto menzione la Presidente e che ritiene che sarebbe opportuno ascoltare i rappresentanti sindacali.

LOCATELLI : ritiene opportuno seguire l'ordine previsto.

ROMOR: nell'introdurre l'argomento ritiene necessartio illustrare un quadro generale per poi entrare nei dettagli della Delibera in illustrazione . Riportando le previste119 unità con contratto scaduto , sono da suddividere tra 43 unità provenienti dal concorso stabilizzato del 2014 e ulteriori 76 unità non aventi superato il concorso. Ricorda come riportato in Delibera di dare una prima attuazione , pur se parziale al piano occupazionale 2017 del personale , avviando le procedure assunzionali di una parte estremamente essenziali al fabbisogno di personale , con rinvio ad una fase successiva da determinare per quanto riguarda l'ambito sociale. ( Assistenti sociali ed educatori di strada). Inoltre evidenzia che il Comune non puo' assumere dal concorso 2014 figure professionali di categoria B in quanto non vi sono posti occupabili essendo per tale tipologia la pianta organica completa , solo nel caso vi fosse autorizzazione da parte della Corte dei Conti e cessazioni ulteriori e non contemplate di pensionamenti gia' preventivati , in caso contrario potrebbero avvenire altre assunzioni di categoria.

LOCATELLI: Prosegue nei lavori con l'intervento della dott.ssa Fabris

FABRIS: ricorda che per una prima fase di valutazione si rimanda ad un atto successivo per quanto riguarda l'assunzione di personale di ambito educativo , ed di attingere a 5 posti di area contabile ,carenti per categoria C, con riserva di 2 posti con incarico front office., piu' un concorso con riserva di numero 7 posti con cartegoria D3 , di esperto giudiziario. Ed e' prevista l'assunzione di 70 vigili urbani.

LOCATELLI : apre la dibattito dando parola alal consigliera La Rocca.

LA ROCCA: chiede chiarimenti sulla questione della categoria B e se vi sono ulteriori possibilità e se non vi siano altri pensionamenti.

ROMOR : ribadisce che al momento solo 5 figure con livello di incarico B sono conteggiate come pensionamenti certi , e se non dovessrero esserci per altri ,non accertati, pensionamenti od altro che la pinta organica si ritiene completa.

LA ROCCA: pone la questione se possa esservi qualche spiraglio almeno per l'anno 2018 e comprendere meglio la questione dell'organico riferito all'ambito del sociale.

CROVATO: ricordando che pur riferendosi a numeri , si discute di essere umani e si sta affrontando un tema quale quello del precariato e pone la questione come già nel 2014 non si pensò di modificare la pianta organica , oltre a richiedere con che tempistica si potrà ottenere risposta alle richieste inviate alla Corte dei Conti e se il previsto Decreto Madia sulle stabilizzazioni avrà qualche ricaduta per il Comune di Venezia.

SCARPA R: riscontra una discrasia tra quanto riportato nel Documento Unico di Programmazione (DUP) con il documento presentato in Commissione ed i numeri riportati nella Delibera in illustrazione. Chiede quali sono le unità effettive in carico al Comune.

FABRIS: riprendendo la questione dell'organico sul sociale , che riguarda otto educatori e uno o due assistenti sociali vi e' ancora un margine per decisioni che saranno rinviate successivamente in quanto non ancora del tutto determinato. In merito al Decreto Madia comunica che potrebbero esservi modifiche riguardanti gli Enti Locali e quindi per lo stesso Comune di Venezia e su i tempi di risposta da parte della Corte dei Conti possono variare,ed in linea di massima si presume possa avvenire entro otto mesi . Sulla questione dei dati del DUP, in particolare a quanto riportato a pagina 21 del documento vi e' stata una rimodulazione con ulteriori 5 posti e che il numero effettivo di dipendenti comunali e' 2930 unità totali al 31/12/2016 , con un numero effettivo di 2876 figure professionali escludendo i dirigenti.

SAMBO: riprende la questione dei lavoratori di livello B e sulla questione relativa alle figure di incarico in front office. Inoltre ricordando che in ambito sociale attendere ancora appare eccessivo e se non si poteva gia' nella pianta organica del 2014 assumere almeno 5 unità dai 43 possibili assunti.

FABRIS: ricorda che il fabbisogno attualmente e' stato rimodulato pur mantenendo i numeri ma con una diversa rioganizzazione , a tutti i livelli senza comunque incidere sulla effettiva pianta organica.

ROMOR: ribadisce che i limiti per lo scorrimento riguardante il concorso del 2014 consentono di assumere 13 unità nel rispetto della pianta organica .

SAMBO: evidenzia che non vi sia stata prevista alcuna figura dell'organico del sociale tra le 43 figura previste .

FIANO : riprendendo il tema del sociale pone la questione se non puo' esservi assunzioni e di seguito attuare una mobilità interna e cosa accadra' assumendo 27 persone dalla ventottesima, che rimane esclusa, in poi.

FABRIS: ricorda che nelle figure professionalei riguardanti il sociale vi sono profili C e D e non sono contemplate figura di categoria B.

ROMOR: riferendosi all'intervento del consigliere Fiano in merito a a cosa potrebbe accadere dal ventinovesimo in poi ci si attende ,come precedentemente riportato, il parere favorevole da parte della Corte dei Conti con possibilità di assunzione , non dimenticando che le figure di livello B non sono appunto previsti mentre per la categoria C sono previsti 4 posti disponibili e sempre che non vi siano ulteriori pensionamenti

SCANO: ricorda come vi siano ancora altre figure a scorrimento delle graduatorie del 2010 e del 2012 e che sulla questione delle 7 figure di categoria D3 ,quali esperti giuridici ,dove si pensa di localizzarli . Inoltre pone l'accento sula questione delle categorie protette e se vi sia una graduatoria specifica in merito . Chiede ulteriori chiarimenti come mai nei dati per il 2018 ed anche 2019 non siano riportati i previsti pensionamenti e se fosse possibile nel 2017/2019 ottenere informazioni piu' dettagliate.

FABRIS: ripercorre dati di scorrimento delle graduatorie del 2010 , con varia tipologia di categorie sono ancora prorogate , mentre sulle figure con titolo invalidante e quindi meritevoli di tutela ,l'attuale stima e' sotto alle 22 unità e sarà ulteriormente posto una rilevazione annuale e saranno di certo diminuite le unità . Sul metodo di scorrimento ricorda che il criterio cronologico per procedure di stabilizzazione speciali possono avere preecedenza sullo scorrimento della graduatoria stessa.

ROMOR: sulla questione delle figure D3 ricorda sono a sostegno del fabbisogno esistente all'interno delle varie direzioni.

SCARPA R.: interviene per conoscere quale utilizzo e' previsto per il part time .

SAMBO: in merito alla questione dei vigili urbani con contratto di formazione, se vi e' alla fine del primo anno obbligo di assunzione, pari al 60% dei posti disponibili oppure e' una scelta operata in ambito politico.

FABRIS: dichiara che non vi e' alcun obbligo di assunzione.

ROMOR: sulla questione del part time ricorda che e' legittimo diritto da parte della persona assunta che il posto sia coperto per le caratteristiche con cui e' stato messo a bando e non con orario ridotto.

SCARPA R: chiede se sia possibile essere inserito il part time in pianta organica.

FABRIS : ricorda che l'assunzione a tempo parziale puo' avvenire solo su posti istituzionalizzati a tempo ridotto e quindi si potrà fare in futuro ma non allo stato attuale e con graduatorie in essere specifiche.

SCANO : dando lettura del punto 4 a pagina 12 della Delibera in illustrazione . Per quanto riguarda il regolamento del Corpo di Polizia Municipale sul calcolo della forza muscolare espressa in handgrip in kg chiede chiarimenti sulle caratteristiche richieste .

ROMOR : replica che quanto richiesto rientra all'interno di un discorso tecnico riguardante la Polizia Municipale.

LOCATELLI: alla richiesta di intervento da parte di sindacalisti presenti , ricorda di aver ricevuto richiesta da solo una sigla presente, si riserva di poter dare intervento a solo due rappresentanti . Concede parola alla rappresentanza dela RSU.

BULLA: in qualità di rappresentanto sindacale RSU delega la collega Sabbadini a leggere un documento distribuito ai componenti ed invitati alla Commissione.

SABBADINI: legge il documento , che sarà allegato agli atti a disposizione dei Consiglieri, ribadendo che da parte della RSU ha più volte e in più occasioni richiesto che l’Amministrazione presentasse formalmente la programmazione triennale del fabbisogno del personale dell’Ente e la predisposizione di un serio piano di deprecarizzazione triennale 2017 – 2019. Prosegue riportando le richieste di :immediata assunzione di tutti gli ex colleghi posizionati in tutte le graduatorie vigenti, fino al completo esaurimento delle stesse,predisposizione di bandi di concorso a tempo indeterminato con riserva relativa all'anzianità di servizio maturata presso il Comune di Venezia,chiede la rettifica della Delibera in oggetto, eliminando la previsione di nuove assunzioni con contratto di formazione lavoro ed infine chiede che si apra immediatamente un confronto tra l'Amministrazione e la RSU del Comune di Venezia per affrontare in modo schietto ed esaustivo le questioni qui citate che, evidentemente, rivestono per chi scrive un'importanza primaria e inderogabile



LOCATELLI: prosegue dando parola a Luca Lombardo di DICCAP.

LOMBARDO: ricorda la gravità della situazione in cui si trovano molte persone e ricorda come come i 119 lavoratori a tempo determinato coprivano posti in realtà vacanti all'interno della pianta organica ed richiede inoltre che i posti di categoria B lasciati vacanti dai precari nel 2016 siano calcolati nella pianta organica. Inoltre ribadisce la necessità di prorogare i contratti ,di pensare in modo piu' ampio al piano triennale del fabbisogno e che attuare il part time potrebbe dare ulteriori aspettative e di fare ulteriori riflessioni in merito.

LOCATELLI : prosegue con i lavori di Commissione passando al punto due dell'ordine del giorno con la discussione della interpellanza numero 620 sul piano occupazionale proposto dalla consigliera La Rocca.

LA ROCCA: lamenta la mancanza di dati più precisi ,facendo menzione alla richiesta formulata di accesso agli atti a disposizione. Ribadisce carenza di dati in riferimento a quanto accade in ambito del sociale e prosegue con la richiesta riguardante il concorso B3 e quali sono le esatte caratteristiche richieste e dove saranno impiegati ,oltre ad avere dei chiarimenti sul ruolo che verrà a svolgere chi ricopre la figura di front office.Infine in quali uffici saranno occupati le previste assunzioni D3.

GRANDESE in merito alla questione del Sociale , ricorda la riorganizzazione del settore ,consideranto le attività di Municipalità , si puo' ritenere vi sia un margine piu' ampio su cui intervenire. Ricorda che verrà attuata la rioganizzazione ,come ribadito nel corso della Commissione. Per le modalita' inerenti al concorso B3 potrebbero rientrare con una soglia minima del 40% anche coloro che attualmente sono rimasti a casa.In merito alle competenze a ricoprire l'incarico di front office, collocati in posti a contatto con il pubblico, saranno inserite nel bando. Sulla questione dei 7 posti D3 saranno distribuiti in diverse Direzioni per poter dare adeguata consulenza giuridica cosi' da poter sgravare attualmente il carico di lavoro spettante all'Avvocatura Civica.

VISMAN: pone l'attenzione se sia possibile poter inserire nel concorso di B3 coloro che hanno svolto un pre-servizio presso il Comune ,cosi' da poter inserire criteri di tutela a questi lavoratori.

SCARPA R. :accenna a quale filosofia ha portato l'Amministrazione ad attuare nel giro di sei mesi dei cambiamenti sul fabbisogno di personale e lamenta il rischio di parcellizzazione dei servizi mentre bisognerebbe centralizzare per attuare una migliore funzionalità per l'intera Amministrazione. In merito ai menzionati D3 ritiene che il loro incarico sia da operare all'interno della stessa Avvocatura e cosa potrebbe accadere nel caso di assenze o ferie.

SAMBO: lamenta la mancanza di chiarezza sul ruolo che compete a chi si occuperà di fornt office e sulla questione D3 riscontra un paradosso tra le posizioni che occuperanno in contrapposizione a quelle dei direttori di settore.

GRANDESE: ricorda come sia previsto un 40% di riserva ,per titoli o per servizio reso , anche se "con riserva" sarebbe un sistema comunque piu' tutelante per i precari.

ROMOR : ricorda come la consulenza giuridica non puo' essere messa a rischio qualora manchi una figura per assenza, malettia o quanto altro , si tratta di figure di supporto.

LOCATELLI: in chiusura chiede alla consigliera La Rocca se si ritiene soddisfatta della discussione in merito alla interpellanza presentata in Commissione. .

LA ROCCA: ritiene sia necesseraio poter accedere agli atti richiesti agli uffici competenti, con dati piu precisi e che siano inseriti nella cartella a disposizione dei Consiglieri. Alla richiesta posta dalla presidente Locatelli non si dichiara soddisfatta.

LOCATELLI: nel ringraziare i presenti e partecipanti , chiude alle ore 18.30 i lavori della Decima Commissione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 05-07-2017 ore 15:59
Ultima modifica 05-07-2017 ore 15:59
Stampa