Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 07-02-2017 ore 14:30
congiunta alla III Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Francesca Rogliani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Sara Visman, Ciro Cotena (sostituisce Giancarlo Giacomin), Rocco Fiano (sostituisce Giovanni Pelizzato), Nicola Pellicani (sostituisce Felice Casson)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Direttore Raffaele Pace, Dirigente Andrea Costantini, Funzionaria Cristiana Scarpa, Dir. Riqualificazione Ambientale Laguna di Venezia e aree limitrofe - ARPAV - dott. Marco Ostoich, Responsabile Servizio Igiene SanitÓ Pubblica - AULSS3 "Serenissima" dott. Selle Vittorio.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. QualitÓ dell'aria.

Verbale

Alle ore 14.50 la Presidente della Commissione Consiliare Lorenza Lavini, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno.


FERRAZZI evidenzia i pericoli derivanti dall'argomento in discussione e chiede più sinergia tra Comune Città Metropolitana e Regione.


LAVINI ringrazia i presenti e invita dott.ssa Pistolato Silvia dell'ARPAV ad introdurre l'argomento.


PISTOLATO procede con la proiezione delle slides sulla qualità dell'aria in Comune di Venezia. Spiega il trend dal 2003 al 2015 sulla presenza di PM10, Ozono N02, Benzopirene, su tutte le stazioni di rilevazione.


SAMBO avvisa che verranno depositate due interrogazioni sul tema ambientale relativamente alla questione Tangenziale – residenti. Ricorda che il Sindaco abbia minimizzato la situazione generale sull'inquinamento.


FERRAZZI sottolinea che l'inquinamento può derivare anche da parte della laguna e non sono dalla terraferma. Chiede come l'amministrazione comunale intende intervenire sulla questione. Evidenzia che le imbarcazioni influiscono per il 40% sull'inquinamento totale. Domanda quali politiche intendano mettere in atto da parte dell'amministrazione. Pone una riflessione sulla gestione del traffico acqueo in laguna e su quello automobilistico in tangenziale.
VISMAN chiede se ci sono i dati sul monitoraggio della qualità dell'aria dell'Isola di Murano.

 

FIANO ritiene che l'inquinamento non sia specificatamente una questione da limitare al territorio comunale, esiste un insieme di agenti inquinanti derivanti da più fattori. Fa riferimento all'esempio di Napoli e l'Autorità Portuale con la conseguente ordinanza.


R.SCARPA sottolinea che l'o.d.g. è riferito alla qualità dell'aria ed invita i commissari a convergere la discussione sui dati ambientali.


LAVINI ricorda che la convocazione è stata chiesta dal partito democratico.


SCANO evidenzia le emergenze legate all'inquinamento rispettivamente segnalate dai pediatri e dai medici indicando la mancanza di azioni da parte dell'Amministrazione Comunale. Sottolinea che solo ora l'Amministrazione Comunale fa una ordinanza sulle auto euro 3, che sembra peraltro possa essere ritirata. Chiede ai tecnici dell' ARPAV spiegazioni sugli indicatori degli inquinanti e gli effetti sulla salute.

 

LAVINI fa sapere che l'ordinanza del 02.02.2017 non è stata revocata.


LAZZARO chiede spiegazioni sull'utilizzo della legna per riscaldare gli ambienti domestici.


GIUSTO ritiene che questa amministrazione su questo tema non deve essere accusata da nessuno, risulterebbe molto più positivo trovare un accordo e lavorare sul tema in sintonia. Pone una riflessione sul traffico acqueo.

 

D'ANNA chiede al Consigliere Scano di proporre delle soluzioni per questo problema del territorio comunale. Ritiene che l'ordinanza si l'unica soluzione.

 

LA ROCCA sottolinea che le soluzioni dovrebbero essere messe in atto dalla maggioranza e non dall'opposizione.

 

LAVINI invita i commissari a concentrarsi sul odg.

 

OSTOICH sottolinea che le polveri sottili sono formate anche dall'utilizzo delle stufe, e dunque permetterlo, risulta contraddittorio se confrontato con l'esigenza di abbassare il livello degli inquinanti. Fa sapere che il controllo su Murano è alto.
Alle ore 16.00 esce la consigliera Sambo.


ZEMELLO spiega il monitoraggio su Murano da luglio 2016 a dicembre 2016 sui metalli pesanti ( arsenico, cadmio, nichel, piombo) sottolineando che rispetto al 2015 risultano diminuiti. Sottolinea che l'obbligo di non utilizzo dell'arsenico per la produzione del vetro ha portato sicuramente dei benefici nell'abbassamento dei valori, quindi la situazione non è più da considerarsi drammatica come negli anni precedenti.

 

SELLE spiega che la salute ha una composizione diversificata e complessa legata agli stili di vita e all'educazione. Venezia è sicuramente più legata alla situazione degli inquinanti generata dal passaggio delle grandi navi, mentre a Treviso e a Padova l'elemento del traffico automobilistico incide maggiormente. Spiega che gli incentivi per l'utilizzo delle stufe a pellet e l'utilizzo delle macchine a gasolio hanno sicuramente contribuito all'aggravamento della situazione. Ricorda che in occasione del censimento del 2001 venne formata una coorte di cittadini che vengono seguiti nelle loro abitudini agganciandoli ai dati sanitari. Fa sapere che su Murano è stata chiesta una ricerca spot all'Università di Padova e si prosegue con le ispezioni di controllo dell'uso dell'arsenico.


LAVINI ringrazia per gli interventi e passa la parola alla Funzionaria Cristiana Scarpa.


C. SCARPA presenta la situazione dal punto di vista dei piani ambientali e della qualità dell'aria nonchè le limitazioni che vengono introdotte a livello comunale e regionale.


D.MARRA ringrazia i presenti e auspica che si possano prendere decisioni importanti sul tema inquinamento dell'aria nel territorio veneziano. Chiede che fine ha fatto la consulta sulla salute.


SCANO chiede quali siano gli effetti sulla salute e sui vegetali da parte di questi inquinanti, sopratutto in questo periodo invernale. Fa riferimento ai danni descritti nel rapporto AUSL.12. Ricorda la mozione di feb. 2016 della consigliera Visman che invitava a prendere dei provvedimenti per affrontare la situazione; biglietti agevolati, lavaggio delle strade, sospensione dell' attività della centrale termoelettrica a carbone. Invita il Sindaco a perorare la causa del Cold ironing.
Alle ore 16.41 esce il consigliere D'Anna.


FERRAZZI invita l'amministrazione ad agire anche verso l'utilizzo degli autobus. Fa sapere che l'Italia su questo tema è soggetta a procedure d'infrazione europea, chiede quali politiche siano state fatte per risolvere questa situazione. Richiede specifiche sui dati delle centraline di rilevazione.


VISMAN sottolinea che le proposte da parte del gruppo Cinque Stelle sono state fatte, ritiene che si debba cambiare la mentalità rispetto all'ambiente e alla progettazione di tutela del territorio.


SELLE sottolinea che la pediatria dell'ospedale non ha evidenziato aumenti di ricoveri per motivi respiratori o legati all'inquinamento. Pone l'attenzione sulle esposizioni croniche o acute.


GIUSTO sottolinea quanto detto da Ferrazzi e crede che sia opportuno avere un controllo ambientale generale del territorio.


SCARPA R. sottolinea che la riunione di oggi non ha evidenziato azioni operative particolari sul tema inquinamento. Crede che l'Amministrazione Comunale possa intervenire con ACTV, migliorando il servizio e disincentivando il traffico privato. Chiede che venga riconvocata questa commissione su questo tema al più presto.


LAVINI ricorda che l'obbiettivo comune per l'ottenimento di risultati su temi così trasversali, è legato alla collaborazione.

 

DE MARTIN sottolinea l'importanza della collaborazione su tematiche di questo tipo. Ricorda che da luglio 2015 su Murano si è operato in collaborazione con ARPAV e AULSS per effetuare i controlli necessari attraverso tre centraline. Ricorda che il Tram, pur costando più del doppio, è un servizio utile allo scopo, il bosco di Mestre è un'area verde importante per la terraferma; il lavaggio i delle strade durante il periodo invernale non può essere fatto per la possibile formazione di ghiaccio, inoltre l'ordinanza di Napoli ricordata l'inizio della riunione è stata impugnata al TAR; Venice Blu Flag è un accordo volontario. Concorda sull'azione educativa verso i cittadini da proseguire per ottenere maggiori risultati.


FERRAZZI concorda sull'impossibilità del lavaggio stradale invernale, ma le domeniche ecologiche potevano essere organizzate.


Alle ore 17.35 esaurito l'ordine del giorno il Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 11-07-2017 ore 16:00
Ultima modifica 11-07-2017 ore 16:00
Stampa