Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 06-02-2017 ore 14:00

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Sara Visman, Rocco Fiano (sostituisce Felice Casson), Enrico Gavagnin (sostituisce Gianpaolo Formenti), Elena La Rocca (assiste), Deborah Onisto (sostituisce Maika Canton), Paolo Pellegrini (assiste), Nicola Pellicani (assiste), Francesca Rogliani (sostituisce Marta Locatelli), Monica Sambo (assiste), Silvana Tosi (assiste)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Direttore Raffaele Pace, Dirigente Maurizio Dorigo.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Prosecuzione dell'esame della proposta di deliberazione n. 471 dal 09/11/2016: Ratifica del protocollo di Intesa sottoscritto in data 21/05/2015 per l'ambito T2 - Terminal di Tessera ai sensi art. 15 L. n. 241/90 e conferimento mandato alla partecipazione della conferenza dei servizi ai sensi dell'art. 3 D.P.R. del 18/04/1994, n. 383.

Verbale

Alle ore 14.15 la presidente Lavini, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e comunica che è pervenuto il parere della municipalità di Favaro Veneto e che è stato inserito un allegato relativo alla verifica dei mappali interessati nel provvedimento.

DE MARTIN spiega che si è lavorato alla verifica del materiale pervenuto da varie istituzioni e soggetti privati; riconferma la volontà di raccogliere il maggior consenso sia tra i consiglieri comunali che tra gli abitanti di Tessera. Invita quindi il direttore Pace ad illustrare la questione.

PACE premette che si tratta di un intervento di interesse nazionale così come riconosciuto dal Governo, gli interessati sono l'Enac ed il gestore dell'aeroporto Save. Nel 2005 un decreto governativo modifica la legge sui porti ed aeroporti rendendo,questi ultimi, autonomi,  nella gestione. Afferma che tutte le opere che saranno realizzate sul sedime aeroportuale, al termine della concessione di gestione, diventeranno patrimonio del Demanio statale. La conferenza di servizi approva solo la conformità urbanistica mentre il progetto sarà approvato da Enac. Annuncia di aver preparato una proposta di emendamento che, se sarà approvato dalla giunta, sarà presentato in Consiglio comunale e che recepisce quanto emerso nelle precedenti riunioni. Legge e spiega il possibile nuovo testo della proposta di deliberazione che potrebbe essere approvato dal Consiglio comunale; questo organo sarà chiamato anche a decidere sulla variante urbanistica per dare pubblicità e trasparenza, rispettando le norme di legge. Si prenderà  inoltre atto delle variazioni delle particelle catastali.
Alle ore 14.45 esce la consigliera La Rocca ed alle ore 15.00 entrano i consiglieri Ferrazzi e Pellegrini.

PELLICANI prende atto che quanto espresso dai consiglieri e dai cittadini, è stato recepito sia nella proposta di emendamento che nel nuovo testo della proposta di deliberazione. A suo parere bisogna spiegare meglio la modalità di applicazione delle tariffe dei parcheggi. 

PELLEGRINI suggerisce di procedere ad un accordo con Save come l'Amministrazione ha già fatto con l'Autorità portuale; deve essere definito un numero ragionevole di posti in abbonamento e invita a studiare un progetto di tariffazione.

DE MARTIN spiega come potrebbero svilupparsi le tariffe rispetto ai costi di realizzazione dei parcheggi e conviene nell'applicare quanto concordato con l'Autorità portuale.

GIACOMIN sostiene che essendoci già dei parcheggi a tariffa agevolata, sarebbe semplice applicare questo metodo per individuare delle tariffe congrue, chiede dove verrà realizzato il marciapiede proposto, se si pensa di ultimare la pista ciclabile che collega Tessera a Favaro  e se quella tra Tessera e Campalto si svilupperà lungo l'argine del canale e  realizzato con i soldi di Save; rileva anche che servirebbe un collegamento pedonale( potrebbe essere sufficiente un passaggio pedonale) tra Campalto ed il cimitero.
alle ore 15.30 esce il consigliere D'Anna.

DORIGO dichiara che con il protocollo d'intesa saranno sottoscritte le convenzioni che regolamenteranno anche la parte relativa all'utilizzo delle aree e non solo delle tariffe. Probabilmente il Comune non riuscirà a far realizzare un parcheggio a silo come suggerito da alcuni consiglieri.

ONISTO domanda quali autorizzazioni sono necessarie, se verrà proposta una nuova pianificazione extra portuale, se si procederà alle azioni di tutela dell'abitato e se per queste si ridurrà il numero dei posti auto. A suo parere se tutte le richieste venissero accolte si dovrebbero già declinare compiutamente in un documento ed infine se si può chiedere il rinvio delle decisioni.

PACE afferma che la deliberazione, una volta approvata dal Consiglio comunale, deve essere inviata al ministero delle Infrastrutture che è componente della Conferenza Stato Regioni,  unica sede decisisoria su questo argomento.

VISMAN rileva che la verifica delle strutture di accesso sia acqueo che terrestre può essere facilitata dall'uso dei fondi della legge speciale ponendo questa ipotesi al punto D del provvedimento con un richiamo alla lettera C.
Alle ore 15.50 esce la consigliera Casarin.

FIANO intervenendo sull'ordine dei lavori propone di convocare un incontro tra i capigruppo consiliari, l'assessore ed i dirigenti per fare sintesi delle possibili modifiche al provvedimento.

DE MARTIN concorda con la proposta del consigliere Fiano; puntualizza la volontà di definire la questione dei parcheggi e propone data e sede dove questa riunione si convocherà rilevando che ad accordo raggiunto, sarà richiesto alla presidente Lavini di riconvocare la commissione subito dopo.

PELLICANI interviene chiedendo il rinvio di una settimana della seduta del Consiglio comunale che discuterà ed approverà il provvedimento.

CROVATO ritiene che la forza del Comune di Venezia sia l'approvazione all'unanimità di qualsiasi richiesta venga formulata, propone una riunione congiunta delle commissioni urbanistica e mobilità.

PACE conferma che entro il 24 Febbraio la decisione del Consiglio comunale deve essere trasmessa al Ministero delle Infrastrutture.

LAVINI propone di riconvocare la commissione il più presto possibile.

CENTENARO asserisce che il protocollo d'intesa deve essere ratificato ma da tener presente che è stato votato un ordine del giorno dal Consiglio comunale ed una lettera del sindaco che rivendicava il diritto della città di essere ascoltata. Il punto 3 deve essere migliorato nella stesura della descrizione delle richieste. Non serve entrare troppo nel merito di questo documento perché sarà nelle convenzioni che dovranno essere dettagliate le richieste.

FERRAZZI condivide la necessità di prendere il tempo utile per decidere, servirà per analizzare il master plan e verificare se quanto proposto per il trasporto pubblico e la viabilità sarà scritto. Prima di inserire un'area nel master plan si devono verificare la compatibilità con le funzioni aeroportuali che dovrebbero sorgere; a suo parere sia i parcheggi che la viabilità dovrebbero essere descritti chiaramente, a tal proposito ricorda quanto l'Amministrazione comunale ha concordato con l'Autorità portuale per le tariffazioni dei parcheggi. L'attenzione deve essere alta perché Save in questo modo produce degli utili su funzioni non strettamente aeroportuali. Elenca quindi alcuni punti dirimenti sulle proposte di mitigazione che, a suo avviso, dovrebbero essere descritte dettagliatamente.

PACE afferma che tutto il materiale in possesso dell'Amministrazione è già stato messo a disposizione dei consiglieri e ripete il suo precedente intervento per chiarire chi ha la competenza per approvare i progetti delle opere pubbliche di questo genere.

LAVINI preso atto delle varie disponibilità propone di convocare una riunione dei capi gruppo consiliari alla Carbonifera e, ad esito della, la riunione della commissione probabilmente nella sede municipale di Mestre e dichiara chiusa la riunione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 07-03-2017 ore 12:46
Ultima modifica 07-03-2017 ore 12:46
Stampa