Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 01-02-2017 ore 15:00
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Alessio De Rossi, Rocco Fiano, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman, Francesca Rogliani (sostituisce Gianpaolo Formenti)

 

Altri presenti: Assessore Michele Zuin, Funzionario Michele Dal Zin, Amministratore Unico A.M.E.S. Gabriele Senno, Direttore A.M.E.S. Lorenzo Lugato, funzionari A.M.E.S. Antonio Forti e Fabio Militello

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Audizione della Azienda Multiservizi Economici Sociali - A.M.E.S

Verbale

Alle ore 15:10 la consigliera Locatelli assume la presidenza e, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta. Legge l'ordine del giorno e, dopo aver ringraziato i presenti, lascia la parola all'Assessore.

ZUIN ricorda che l'impegno di effettuare una ricognizione delle varie società del gruppo era stato preso durante l'approvazione del Bilancio di previsione; precisa che il bilancio di Ames del 2016 non è ancora approvato, per questo motivo i referenti della Società risponderanno ugualmente alle domande poste dai consiglieri ma sempre nella consapevolezza che il risultato economico non è ancora definitivo. Il bilancio andrà quindi analizzato in un secondo momento, quando approvato. Oggi ci si limiterà a fornire un quadro generale dell'andamento del 2016, in un'ottica di portare avanti sempre più il controllo delle società partecipate.

SENNO illustra le innovazioni di Ames avvalendosi di un filmato video ed alcune slides.

LUGATO spiega che il video serve per promuovere iniziative utili per venire in contatto con la cittadinanza, è un'apertura al pubblico: si tratta di un video fatto in casa per testimoniare l'azione di Ames e collegare le attività di servizio consolidate con le innovazioni; ad esempio il magazzino automatizzato della nuova farmacia rappresenta un modo nuovo di lavorare. Aggiunge che anche sulla formazione hanno investito molto, specie nella collaborazione con gli studenti. Illustra le slides che sono quasi identiche a quelle presentate in commissione consiliare a maggio scorso, con alcune novità, integrazioni. Ames dal 2006, oltre a gestire alcune farmacie, si occupa anche del personale scolastico e di ristorazione, è una partecipata al 100% del Comune e detiene il 3% di Venis: ha vocazione sociale rivolta allo sviluppo del bene pubblico. Gestisce 15 farmacie comunali con servizio di prenotazione di visite mediche, fanno anche campagne di prevenzione e altre promozionali. Tra le novità vi sono la farmacia on line, che partirà il 1° marzo, la Ames Card, carta fedeltà agganciata anche a VeneziaUnica e servirà ad esempio per la ricarica della ristorazione scolastica, il magazzino automatizzato, l'EcoCosmesi, la Video Comunicazione.

FORTI spiega cos'è il “ristoCloud”, una piattaforma che nasce per rispondere alle richieste dei genitori e ad esigenze tecniche e normative. Raggruppa schede tecniche dei prodotti, per rispondere alle esigenze di legge europee che rendono necessaria l'indicazione degli allergeni; serve quindi per conoscere il menù del giorno, quali allergeni sono presenti, i valori nutrizionali. Illustra le utilità e le potenzialità della piattaforma, precisando che tutte le schede tecniche sono state visionate dall'Ulss 12.
Alle ore 15:40 entra il consigliere Scano.

LUGATO riprende l'illustrazione delle slides. Spiega che il numero dei pasti con diete speciali sta aumentando. Afferma che il numero del personale che lavora in azienda è diminuito a 357 unità, in seguito ad alcune uscite non sostituite; in totale il 77% dei dipendenti è a part-time e il 23% full-time; nel settore scolastico si tratta di un part-time verticale, senza il mese estivo.

PELLEGRINI chiede quale sia il dato del Part-time equivalente.

LUGATO illustra il progetto alternanza scuola lavoro che ha ospitato numerosi studenti delle scuole superiori in sede: si tratta di progetti impegnativi, un'iniziativa importante.

SENNO illustra i seguenti progetti innovativi. La collaborazione con Vela e Avm per un'App che consenta di acquistare buoni pasto dal telefonino. L'e-commerce nelle farmacie, che riguarda circa 60.000 prodotti da banco e parafarmaci, per dare un impulso commerciale forte: si tratta anche di un servizio sociale, per persone ad esempio che non possono deambulare: si partirà il 1° marzo e funzionerà anche la notte. Il progetto, in caso di calamità o emergenze, per utilizzare i droni nelle isole. La sperimentazione della dematerializzazione delle ricette: il medico che produce la ricetta non la consegna più al paziente ma la invia direttamente in farmacia. Il progetto alternanza scuola lavoro, ritenuto importante per la formazione degli studenti che si affacciano al mondo del lavoro: il MIUR ne ha chiesto l'accreditamento.

TOSI, in merito ai menù citati dal Direttore di Ames, chiede se siano previsti anche quelli vegetariani e vegani e, in generale, in quale proporzione siano scelti.

GIACOMIN chiede quali costi comporti la consegna a casa dei medicinali con l'e-commerce.

SENNO precisa che riguarda solo i prodotti da banco e che il costo del servizio è una piccola percentuale che fa andare in pari la vendita, corrodendo il guadagno: si tratta di un servizio in più che si offre al cittadino, comunque senza andare in perdita.

LUGATO dichiara d'aver preso nota delle specifiche chieste dalla consigliera Tosi e invierà una risposta con dei numeri precisi. Afferma che c'è il menù vegetariano ma non quello vegano, anche per la posizione presa dall'Ulss 12 al riguardo. Precisa che le richieste di menù vegano erano comunque solo 1 o 2, pochissime, anche se da più di un anno se ne sta discutendo. Sono molto impegnati sul fronte celiaci.

PELLICANI chiede maggiori chiarimenti sulla gestione del Part-time verticale su cui nutre perplessità: chiede se sia per non pagare lo stipendio di agosto.

LUGATO risponde affermativamente.

PELLICANI chiede quali siano le attuali condizioni delle cucine utilizzate che, ha appreso da articoli di stampa, appaiono vecchie e poco efficienti e se ci sia un piano industriale pewr il rinnovo di queste. Chiede informazioni sul centro cottura di Favaro acquistato da Ames.

ZUIN fa sapere che sui centri cottura vi è una situazione che hanno ereditato dal passato e che creare un nuovo centro cottura a Favaro è un costo.

LUGATO spiega che una cosa sono le 29 cucine dei nidi, definibili quasi “domestiche”, mentre altra cosa sono le cucine “centralizzate”: tutte sono di proprietà del Comune e l'ASL passa ogni anno a verificarle e controllarle, inoltre vi sono i frequenti controlli dei genitori. Le cucine sono tutte a norma e sta all'Amministrazione comunale provvedere ad eventuali interventi, prima per il tramite delle Municipalità, oggi con i Lavori Pubblici.

ZUIN ribadisce che oggi non vi sono i presupposti per costruire un nuovo centro cottura a Favaro.

PELLEGRINI chiede ancora quale sia il numero dei Part-time equivalenti.

MILITELLO risponde che non ha il numero preciso per il 2016 ma nel 2015 vi erano 382 dipendenti per equivalenti full-time di 342 persone, vale a dire circa il 90%.

LA ROCCA chiede una serie di dati sull'analisi del costo del personale suddivisa per farmacie e per refezione scolastica e, in merito alle cucine degli asili, come mai fino all'anno scorso v'erano dei dipendenti di Ames che fornivano un supporto delle attività dei cuochi che invece, oggi, non ci sono più.

LUGATO precisa che alcune cucine hanno due cuochi, altre uno solo, senza più un supporto di personale fisso ma dato da un ausiliario che entra in cucina.

LA ROCCA ribatte chiedendo a chi debba esser attribuita la responsabilità di eventuali errori in cucina, visto che oggi ci sono situazioni con un solo cuoco, magari sovraccarico di lavoro, col conseguente aumento del rischio di commettere errori.

ZUIN le risponde che non è una domanda da porre ad un'azienda ma semmai ad un legale, vi sono infatti milioni di casistiche possibili cui è difficile rispondere.

LA ROCCA ribadisce la richiesta di chi voler sapere chi sia il responsabile delle cucine; afferma si tratta di una domanda sulla struttura e organizzazione del personale.

LUGATO le risponde che i parametri del personale sono quelli stabiliti dalla Regione e che comunque è sempre il cuoco il responsabile della cucina.

LA ROCCA chiede come mai non esistano i comitati mensa dei genitori per gli asili nido.

LUGATO spiega che l'Amministrazione comunale ha previsto e favorito i comitati mensa per le refezioni esclusi i nidi.

LA ROCCA domanda come avvenga la registrazione delle presenze.

FORTI le risponde che i numeri arrivano alle cucinee ad Ames, poi vengono redatti dei report mensili.

LA ROCCA domanda se non ritengono possa esser utile utilizzare tali strutture anche nel mese estivo in cui restano vuote, dandole in utilizzo ad associazioni o altro.

LUGATO fa sapere che i centri estivi utilizzano le strutture anche nei mesi estivi: gli asili nido vengono accorpati e utilizzate alcune delle cucine; parimenti anche le cucine centralizzate sono utilizzate in estate da alcune associazioni.

SCANO chiede se, anche in base ai report sui pasti serviti, sia stata fatta un'analisi sulla differenza tra pasti serviti e bambini che hanno aderito al servizio: si è infatti verificato il caso di bambini iscritti un anno cui non è scattato in automatico il rinnovo dell'iscrizione anche per il successivo, senza che abbiano cambiato scuola. Questo ha comportato che molti pasti siano stati erogati gratuitamente, senza contributi, con conseguenti perdite d'entrate per il Comune. Domanda come mai Ames gestisca la farmacia di Salzano e abbia partecipato al bando per quella di Marcon.

FORTI spiega che, in accordo con le Politiche educative, hanno deciso che le famiglie debbano rinnovare annualmente la richiesta d'iscrizione.

SCANO domanda se non si siano mai resi conto di tale problema che potrebbe arrivare a riguardare migliaia di euro a famiglia.

SENNO informa che per la farmacia di Marcon è stata fatta la gara 3 anni fa, per Salzano 2, quest'ultima vinta e la prima persa: in generale è prevista una percentuale massima di fatturato da farmacie esterne.

LA ROCCA chiede da quali voci di bilancio derivi l'utile registrato nel 2015.

LUGATO risponde che gli utili non sono mai uguali ogni anno, prima c'erano le farmacie del Cavallino e dell'Auchan che rendevano bene, la differenza essenziale è questa.

SCARPA R. dichiara che ai tentativi di chiarimento che l'hanno preceduto è stato risposto in modo vago, anche se dopo sono usciti i numeri del bilancio 2015, mentre sul personale ritiene che la dirigenza di Ames dovrebbe già avere e rendere disponibili i numeri del 2016 e la previsione per il 2017. Chiede dati aggiornati sul personale e la conferma che il valore della produzione sia in picchiata. Domanda anche come mai di norma sul sito del Comune fino a poco tempo fa erano pubblicati i Report semestrali delle aziende mentre adesso non si trovano più.

MILITELLO conferma che il valore della produzione è sceso, a causa della perdita delle due farmacie dell'Auchan e del Cavallino.

SENNO afferma che i dati del 2016 non sono ancora definitivi, mentre sul personale conferma il numero di 357 “teste” per lo stesso anno.

LOCATELLI informa che il segretario provvederà a riepilogare tutte le richieste di dati evidenziate durante la Commissione e a farne apposita richiesta a mezzo mail ad Ames.

PELLEGRINI non condivide che alcuni dati non siano oggi disponibili, ad esempio quelli sul personale.

ZUIN ribadisce che se si vuol parlare di bilanci allora bisogna aspettare e riconvocare la commissione dopo il 30 aprile; puntualizza che la commissione attuale è inserita in un giro di informativa pre-bilancio, per dare delle indicazioni di massima.

VISMAN sulle quattro farmacie specializzate (veterinaria, sportiva, vegana, diabetica) domanda se siano d'ausilio anche per le altre farmacie e se i monitor installati all'interno delle farmacie servano per far loro pubblicità. Chiede se un cittadino per avere prodotti specializzati, possa andare anche nella farmacia più vicina a lui e come funzoni il CUP.
Alle ore 16:55 esce il consigliere De Rossi.

LAZZARO sostiene abbia ragione l'Assessore Zuin nel sostenere che oggi non si debba parlare di bilancio, però precisa che i dati richiesti meritano una commissione ad hoc e non solo che siano messi a disposizione dei consiglieri nel server. Richiede così una nuova commissione. Pone un'ulteriore domanda, sulla farmacia di Trivignano, per sapere come mai di solito alcune medicine non sono disponibili e arrivano poi su ordinazione: chiede se sia così ovunque o se questo sia legato alla posizione periferica di Trivignano.

SENNO risponde che dipende dal grossista che magari non ha quella determinata medicina a disposizione per cui occorre mezza giornata in più per recuperarla, precisa che ogni farmacia ha uno stoccaggio diverso.

LAZZARO sostiene che bisogna prestare maggiore attenzione: per questo infatti la farmacia Ames di Trivignano sta perdendo clientela a favore dei privati.

SAMBO riprende e condivide la richiesta di Lazzaro in merito alle domande inevase.

LOCATELLI assicura verrà convocata una nuova commissione sui dati richiesti.

GIACOMIN sull'approvvigionamento dei farmaci fa notare come invece a Favaro succeda l'opposto di Trivignano: nella farmacia comunale si trovano farmaci che nelle due farmacie private non ci sono; chiede informazioni in merito all'automazione del magazzino di Salzano.
Alle ore 17:00 esce il consigliere Lazzaro.

SENNO spiega che il magazzino di Salzano è automatizzato e serve sia come ausilio al farmacista, sia per evidenziare i farmaci in scadenza, con conseguente risparmio di una persona per mettere in ordine e organizzare le scorte.

GIACOMIN chiede di quanto riduca i costi.

SENNO risponde che è costato 75.000€ e sostituisce il lavoro di una persona.

LOCATELLI chiede se i dirigenti di Ames presenti possono illustrare l'andamento della società nel 2016, in generale.

VISMAN chiede come vengano retribuiti i dipendenti delle farmacie e come siano organizzati per fare una seria programmazione.

SENNO le risponde che il contratto di riferimento è quello Assofarm, e che per fare un approvvigionamento oculato e la programmazione si è costituito, ad esempio, un comitato dei direttori delle farmacie.

LUGATO in risposta a quanto chiesto dalla Presidente Locatelli evidenzia come l'anno 2016 dovrebbe chiudersi in sostanziale pareggio, con un leggero utile di circa 50.000€ prima delle tasse, e che il fatturato complessivo ammonta a circa 29 milioni e 800 mila euro, di cui 17 dal servizio scolastico e i restanti 12 dalle farmacie. Chiede di mantenere però una certa prudenza su questi numeri perché a volte può succedere che lo Stato rivoglia indietro parte dei soldi che ha erogato al Servizio sanitario nazionale.

LONGO evidenzia come il capitolato d'appalto per la ristorazione scolastica scada il 30 giugno prossimo e informa che i genitori del Comitato Tecnico Permanente della Consulta Scuola hanno avanzato una richiesta di percorso condiviso e trasparente per migliorare il servizio e ridurre gli sprechi: si augura verranno ascoltati. Chiede se abbiano già un piano del Capitolato d'appalto.

SENNO risponde al genitore sostenendo che stanno già riducendo gli sprechi, con Dingo e Enpa, e che per la gara d'appalto terranno in considerazione le loro richieste e li convocheranno: prenderanno contatti al momento della creazione della gara. Si dichiara disposto ad accettare i consigli dei genitori, compatibilmente con le indicazioni della ASL.

Alle ore 17:15, esaurito l'ordine del giorno e non essendoci ulteriori domande, la Presidente Locatelli ringrazia i presenti e dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 14-02-2017 ore 14:59
Ultima modifica 14-02-2017 ore 14:59
Stampa