Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 14-12-2016 ore 17:00
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Francesca Rogliani (sostituisce Barbara Casarin)

 

Altri presenti: Assessore Michele Zuin, Direttore Piero Dei Rossi, Dirigente Vincenzo De Nitto, Dirigente Dirigente Emanuele Paolo Ferronato, Funzionaria Cristiana Scarpa.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD 525 del 24/11/2016: Bilancio di Previsione per gli esercizi finanziari 2017-2019 - Urbanistica - Edilizia Convenzionata - Edilizia Privata.
  2. Esame della Proposta di Deliberazione PD 527 del 24/11/2016: Approvazione delle tariffe (TARI) per la copertura totale dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati del Comune di Venezia, e ulteriori esenzioni e riduzioni ai sensi dell'art. 15 del Regolamento Comunale IUC - TARI - anno 2017 e ridefinizione di numero, e scadenza delle rate della tassa sui rifiuti TARI

Verbale

Alle ore 18.10 la Presidente della Commissione Consiliare Lorenza Lavini, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno.


DE NITTO indica che il Bilancio della Direzione Urbanistica si può visionare a pag. 134 dove si possono valutare le entrate derivanti da : diritti di segreteria sui certificati, visura e copia documenti e benefici pubblici. Prosegue con la spiegazione delle spese correnti come le pubblicazioni e la cancelleria.


FIANO pone una domanda sull'enorme differenza delle previsioni di entrata tra il 2015 e il 2016.


DE NITTO spiega al consigliere che ci sono state le entrate dovute alle Procuratie Vecchie e all'Ex Capital del Lido.


FERRONATO indica che per quanto riguarda l'Edilizia Privata il Bilancio si può leggere da pag. 148 e prosegue descrivendone brevemente i dati dell'entrata e delle uscite. Evidenzia l'esistenza di un nuovo capitolo sui sopralluoghi tecnici.


VISMAN chiede informazioni sull'inquinamento acustico e le relative risorse impegnate.


FERRONATO risponde che sull'inquinamento acustico le risorse sono allocate nella Direzione Ambiente.

 

LAVINI invita i commissari a proseguire la discussione sul secondo punto all'o.d.g. sulla PD.527.2016.


ZUIN descrive le tariffe così come previste dal piano economico finanziario, il totale del gettito è di circa 98 ML. Di Euro. Motiva la ridefinizione del numero delle rate da 4 a 3 per motivi di liquidità dell'Amministrazione Comunale; sottolinea che l'aumento del 5,5 % della tariffa è stato distribuito tra le varie categorie e soggetti.


GIACOMIN si preoccupa della diminuzione del numero di rate da 4 a 3 rate perché comporterà il pagamento della tariffa ovviamente più oneroso.
Alle ore 18.40 esce il consigliere Senno.


SCANO si associa alla riflessione del consigliere Giacomin sulla diversa rateizzazione della tariffa e pone una riflessione sull'aumento pari al 5,5% dovuto alla diminuzione delle aree commerciali. Chiede spiegazioni sull'applicazione delle tariffe su base territoriale, ponendo come elemento caratterizzante la presenza più o meno numerosa del turismo. Ricorda che il sindaco si era candidato con la promessa di non aumentare le tasse.


SCARPA R. sottolinea che la discussione della TARI è legata al piano finanziario e l'aumento dei costi produce l'aumento delle tariffe. Ricorda che nell'applicazione dei costi di smaltimento nel 2013 non prevedevano queste tariffe, mentre ora si aumentano. Chiede spiegazioni sulla differenza dei costi tra gli ingombranti a recupero rispetto a quelli recuperati.
Alle ore 18.50 esce il consigliere Centenaro.


ZUIN risponde ai consiglieri sottolineando che i problemi del Bilancio di questa Amministrazione Comunale sono sicuramente legati alla liquidità e al rapporto con le società partecipate; vedi contributo regionale ad ACTV. Prosegue chiarendo che questa crisi di liquidità proviene da lontano ed è ancora presente. Propone delle imposte nuove da applicare al turismo attraverso dei sistemi da valutare e studiare ad hoc. Ricorda che a causa del mancato adeguamento ISTAT, le tariffe sono rimaste sempre le stesse, quindi ora l'aumento risulta così elevato e purtroppo, non modificabile. Sottolinea inoltre che si è dovuto creare il fondo per la cattiva esigibilità che aggrava quindi la situazione della liquidità. Invita a proseguire sulla possibile zonizzazione della TARI attraverso la sperimentazione. Le risposte al consigliere Scarpa R. verranno date durante la seduta del Consiglio Comunale.


SCARPA C. cerca di rispondere alla richiesta di chiarimenti fatta dal consigliere R. Scarpa rispetto alle differenze di costi dei rifiuti ingombranti. Fa sapere che le valorizzazioni sono legate anche alle decisioni del Consiglio di Bacino rispetto ai consorzi di raccolta ed ora alcuni materiarli sono meno valorizzate, anche se il relativo totale comunque non è variato. Chiarisce che sui costi degli ingombranti l'unico aspetto particolare è il Call Center.


PELLICANI evidenzia che questa situazione non può essere additata alle amministrazioni precedenti ma che è legato alle scelte di questa amministrazione. Pone una riflessione sull'aumento delle tariffe nonostante l'incremento della raccolta differenziata. Crede che l'applicazione zonizzata della tariffa si doveva fare assolutamente già da tempo.


FIANO sottolinea che la riduzione delle rate e l'aumento della tariffa non fatto positivo. Chiede perché l'aumento della differenziata non porti come conseguenza l'abbassamento della tariffa. Chiede di rimodulare le pesature dei coefficienti.


PELLEGRINI crede che la Giunta non debba essere difesa e sicuramente l'aumento tariffario da' fastidio. Pone una riflessione sulla situazione dell'Amministrazione Comunale che ha tagliato gli stipendi dei dipendenti del Comune di Venezia mentre la situazione delle Partecipate dovrà essere chiarita. Sul tema odierno propone all'Assessore di capire meglio la situazione e di ridisegnare l'organizzazione dello spazzamento.


C.SCARPA sottolinea che la classificazione è stabilita per legge e spiega che per raggiungere maggiore equità si applica il più possibile la razionalità. Ricorda che i coefficienti K possono essere modificati con modalità particolari attraverso sperimentazioni di almeno 12 mesi. Pone l'attenzione sulla capacità di comunque gestire e mantenere l'equilibrio generale dei coefficienti.


ZUIN ricorda che sulle misurazioni puntuali si dovrà agire con precisione facendo attenzione ai possibili ricorsi.


LAZZARO indica che l'aumento delle tasse dei rifiuti crea un problema per i cittadini quindi bisogna che venga fatto un chiarimento preciso. Auspica che si possano fare azioni diverse da quelle citate in delibera.


LA ROCCA chiede se questa delibera sia legata al bilancio oppure se può essere posticipare.


C.SCARPA questa proposta di deliberazione è legata al bilancio e quindi rimandarla risulta molto difficile.


ZUIN non vede motivi di spostamento considerando che non ci sono emendamenti.


C.SCARPA spiega l'aumento legato al fatto che si debba arrivare alla cifra di 98 ML di euro mentre con le vecchie tariffe si arriva a 93 ML. di euro. Spiega le differenza tra B&B e Hotel e le differenze tra i costi fissi pari al 70% e variabili 30%.


R.SCARPA sottolinea l'importanza di riuscire a creare un sistema che faccia pagare rispetto a quello che si produce e quindi creando una connessione diretta. Evidenzia che c'è stata una diminuzione dei consumi e un aumento dei differenziati di 6.000 tonellate e quindi non si comprende come con questi dati, si aumenti la tariffa. Invita a capire meglio i costi fissi e la differenziazione delle zone.


ZUIN considera ovvio che il costo della raccolta dei rifiuti a Venezia sia assai diversa da quella di Mestre. Crede che si possa fare meglio ma in questo momento si devono prendere delle responsabilità.


C.SCARPA spiega che la raccolta differenziata deve migliorare e essere riorganizzata.


VISMAN chiede spiegazioni sulla chiusura delle attività e sulla morosità. Domanda di poter conoscere i soggetti che non pagano queste tariffe. Sottolinea l'importanza di studiare un nuovo sistema tariffario.


C.SCARPA spiega che le superfici perse sono classificabili in tre grandi gruppi e classi.


CROVATO cita una frase latina “sunt lacrimae rerum” perché pagare di più ovviamente pesa. Fa sapere che VERITAS ha anch'essa problemi di liquidità e quindi questa situazione va gestita. Propone un tavolo di discussione sull'argomento.


La Presidente Lorenza Lavini propone che la proposta di deliberazione venga inviata in Consiglio Comunale per la discussione. La Commissione accetta
Alle ore 20.10 esaurito l'ordine del giorno il Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 26-04-2017 ore 16:27
Ultima modifica 26-04-2017 ore 16:27
Stampa