Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 12-12-2016 ore 14:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Saverio Centenaro, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Sara Visman, Enrico Gavagnin (sostituisce Gianpaolo Formenti), Deborah Onisto (sostituisce Luca Battistella), Giovanni Pelizzato (sostituisce Felice Casson), Nicola Pellicani (sostituisce Marta Locatelli), Francesca Rogliani (sostituisce Barbara Casarin), Monica Sambo (assiste)

 

Altri presenti: Vice Sindaco Luciana Colle, Assessore Massimiliano De Martin, Dirigente Lucio Celant, Dirigente Vincenzo de Nitto, Funzionaria Elena Astori.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione n.7 del 13/01/2016 : Presa d'atto di non pervenute osservazioni e approvazione della variante urbanistica per l'immobile denominato Palazzina Telecom al Lido di Venezia
  2. Esame della proposta di deliberazione n░ 520 del 22/11/16 : Verifica della quantitÓ e qualitÓ di aree da destinarsi alla residenza, alle attivitÓ produttive e terziarie, da cedere in proprietÓ o in diritto di superficie e determinazione dei prezzi di cessione per l'anno 2017, ai sensi del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 - art. 172 comma 1 lettera c), come modificato ed integrato dal D. L.vo n. 126 del 18.8.2014

Verbale

Alle ore 14.50 la presidente Lavini, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta e comunica la composizione dell'ordine del giorno. Cede dunque la parola al dirigente De Nitto per l'illustrazione del primo provvedimento.

DE NITTO premette che la variante urbanistica era stata adottata col piano delle alienazioni; riguarda una palazzina, al Lido, su cui  viene abolito lo standard urbanistico per permetterne la valorizzazione e relativa alienazione. La gara si è chiusa con una proposta pervenuta e questo provvedimento è propedeutico alla vendita del bene.

FERRAZZI chiede di quanti metri quadri si tratta.

DE NITTO risponde che si tratta di circa 22 metri quadrati.

CROVATO domanda cosa si verifica con questa alienazione dato che esiste un'edicola al confine di quella proprietà.

DE NITTO spiega che la situazione attorno alla palazzina rimane la stessa.

La presidente Lavini, preso atto di quanto emerso dal dibattito, propone di licenziare il provvedimento col parere favorevole unanime.
La commissione approva.

La presidente Lavini per affrontare il secondo punto all'ordine del giorno invita il dirigente Celant ad illustrare il provvedimento all'esame.

CELANT precisa che questo provvedimento è la riproposizione della precedente deliberazione già approvata dal Consiglio comunale per l'anno 2016 con l'unica variazione della superficie del Pip di Sacca Serenella poiché una parte è già stata alienata. Il provvedimento ha solo valore ricognitivo.

GIACOMIN chiede se il piano a Favaro Veneto ha subito qualche variazione.


CELANT conferma che non ci sono state variazioni di alcun genere sull'area interessata.


LAVINI precisa che la consistenza riguarda il Pip del Lido dove è stata assegnata una U.M.I. e non Murano.

CENTENARO dichiara che quella situazione non è mutata per l'alto valore assegnato alle aree; domanda se nel Peep di Ca' Alverà in prossimità dell'impianto Veritas, sempre a Favaro, esista un'area non aggiudicata. La domanda deriva dal fatto che ha ricevuto qualche manifestazione di interesse da parte di un privato per la realizzazione di un intervento edilizio. Chiede se l'area è già stata assegnata, se l'eventuale assegnatario non è più in grado di realizzare quanto previsto dal piano  e se eventualmente è possibile procedere a nuova assegnazione.

CELANT risponde che è necessario verificare se l'area in questione è tra quelle non prioritarie, così come definito dal Consiglio comunale; se eventualmente l'assegnatario non è in grado di realizzare l'intervento previsto e si impegna a comunicare al consigliere la situazione.

CENTENARO premette che spesso nelle aree Peep non vengono utilizzati tutti i metri quadrati a disposizione e rimangono abbandonate delle piccole porzioni di terreno che gli ex proprietari, confinanti, desiderano comprare; chiede se esiste un quadro di queste situazioni presenti sul territorio e quali intenzioni ha l'Amministrazione per rispondere a queste richieste.

COLLE comunica di aver già chiesto agli uffici competenti un quadro dettagliato della situazione e di essere in attesa della documentazione.

GIACOMIN chiede come viene valutata quella porzione di terreno che si trova nella situazione in discussione.

COLLE risponde che una volta conosciuta la situazione, si procederà come previsto dalle norme vigenti.
Alle ore 15.06 entrano i consiglieri De Rossi e Scano.

Alle ore 15.07 la presidente Lavini, preso atto di quanto emerso dal dibattito, propone di licenziare il provvedimento col parere favorevole unanime dei commissari e dichiara chiusa la riunione.
La commissione approva.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 16-12-2016 ore 10:32
Ultima modifica 16-12-2016 ore 10:32
Stampa