Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 02-12-2016 ore 09:30
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Andrea Ferrazzi (sostituisce Monica Sambo), Francesca Rogliani (sostituisce Luca Battistella)

 

Altri presenti: Assessore Michele Zuin, Direttore Piero Dei Rossi, Funzionario Michele Dal Zin

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD 525 del 24/11/2016: Bilancio di Previsione per gli esercizi finanziari 2017-2019 - SocietÓ Partecipate

Verbale

Alle ore 9.50 il Presidente della VIII Commissione Consiliare Rocco assume la presidenza della Commissione congiunta e constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno. Quindi da la parola all'Assessore Zuin

ZUIN spiega che il budget delle spese per i servizi erogati al cittadino, mediante le società partecipate, rimane inalterato rispetto all'anno scorso. Nel 2017 andranno alle Partecipate circa 225 milioni di Euro. In dettaglio: 106,4 milioni di Euro per Veritas, 5,1 milioni di Euro per AVM, 13,7 milioni di Euro per Ames, 3,3 milioni di Euro per Insula, 1,6 milioni di Euro per Vela, circa 12,4 milioni di Euro per Venis e oltre 81,2 milioni di Euro per il Casinò. Importante il D.U.P. dove viene inserita una serie di normative per un maggior controllo delle partecipate. C'è un vincolo per le retribuzioni e per le assunzioni anche a tempo determinato. La legge Madia stabilisce una stringente attività di controllo sulle partecipate, soprattutto in materia di contenimento degli oneri contributivi, vincoli per le assunzioni e premi per la produzione, subordinati al rendiconto dei risultati conseguiti. L'Amministrazione comunale esercita il potere di controllo e verifica sulle partecipate. Come confermato dalla Legge Madia vengono fissati degli obiettivi di contenimento. Bisogna fissare criteri raggiungibili. Non si può tagliare a caso ma con criterio, senza perdite. Un'altra innovazione riguarda i dirigenti delle società partecipate che devono fare un report su obiettivi assegnati dal Comune e rendicontare se sono stati raggiunti. Questo tipo di impostazione è fortemente innovativo e fa in modo che il socio diventi anche controllore. Secondo le indicazioni della Corte dei Conti si va verso un controllo sempre più restringente

DE ROSSI condivide l'impostazione di controllo sulle società partecipate e chiede se ci sono state delle verifiche sui dirigenti e in tal caso che esito hanno avuto

ZUIN risponde che i controlli si avranno a consuntivo 2016 e poi si darà via alla distribuzione dei premi

DE ROSSI considera importante venire a conoscenza dei reali obiettivi strategici delle Società , magari affrontando la cosa in una seduta di Commissione

ZUIN risponde che ad inizio anno si farà una commissione sui report delle partecipate

VISMAN chiede chiarimenti in merito ad un bando del gruppo VERITAS per assunzioni a tempo determinato

ZUIN risponde che la norma non si applica a VERITAS. La legge Madia non da applicazioni in merito. Assumere dipendenti ha un costo ed è legato ad una maggiore efficienza ed ad un utile per l'azienda

PELLICANI nota che i costi delle partecipate restano immutati. Chiede se c'è un piano industriale sul futuro della Casa da Gioco in quanto la situazione è in bilico. Sono necessari controlli strategici, anche se spesso non hanno grande efficacia

ZUIN fa presente che c'è stata una diminuzione dei costi di previsione per tutte le aziende ed in particolare per il Casino che segna per il 2017, una diminuzione di 10 milioni di Euro. Sottolinea che il Casinò porta soldi. L'anno scorso sono stati stanziati per tale società 81,2 milioni di euro ma quest'anno niente e ciò significa che c'è stato un cambio di marcia. La situazione deve essere gestita al meglio anche perchè ha degli importanti riflessi sul Comune di Venezia in quanto se salta il Casinò salta il Comune. C'è fiducia negli organi societari della Casa da Gioco ma è importante che l'Amministrazione comunale se ne occupi. L'Assessore partecipa a tutte le assemblee del Casinò. Il Consiglio deve essere contento del continuo controllo sulla società

PELLICANI chiede se c'è l'intenzione di presentare un piano industriale del Casinò. Trova che le operazioni effettuate finora siano solo di contorno in quanto serve un vero rilancio della Casa da Gioco

ZUIN risponde che l'amministrazione comunale è da tempo al lavoro assieme agli organi societari per la definizione di un piano industriale

SCANO in merito all'affidamento in house, chiede se il controllo del Comune è analogo a quello esercitato sui propri uffici comunali. Ricorda di aver presentato delle interrogazioni in merito all'obbligo di legge di fare un regolamento sulle modalità di assunzione e ha notato che nel sito AVM non c'è più il vecchio schema, ma un regolamento vero e proprio. Ciò significa che i suggerimenti dei Consiglieri servono. Comunque c'è ancora molta strada da fare

ZUIN ritiene molti importanti le proposte dei Consiglieri

SCANO chiede se, in base alla legge Madia, gli obiettivi di contenimento delle spese sono per ogni partecipata con percentuale fissa oppure diversi per ogni società

DAL ZIN risponde che c'è stata difficoltà ad interpretare la norma. Ogni singola società viene controllata. Dichiara che in merito ad AVM può essere predisposto un emendamento

SCANO nota che nella voce di bilancio del Casinò è previsto un aumento di fondi in merito alla previsione di compenso e ne chiede il motivo

ZUIN risponde che c'è una convenzione con il Casinò e nel caso di maggiori entrate viene aumentata la quota della Società . Nonostante tutto la Società quest' anno andrà in perdita ma pensa che non si interverrà sulla ricapitalizzazione

SCANO ritiene che se ci sono maggiori risorse economiche è meglio fare investimenti

ZUIN risponde che la convenzione è stata tarata su quello che il Casinò può dare. Adesso il Comune è più attento ad elargire fondi. La casa da gioco però ha bisogno di investimenti anche a livello di immagine in quanto basta poco per perdere un giocatore

GIACOMIN nota che ci sono delle società partecipate che hanno avuto poco aumento di spese. Chiede se sono previste diminuzioni per i costi del personale nei prossimi 3 anni. Chiede inoltre se viene incrementato il costo del personale di AVM

DAL ZIN risponde che il costi di AVM e ACTV saranno emendati. La spesa del personale tiene conto del turn over. ACTV avrà una diminuzione dei costi.Le spese sono tarate sui vari contratti di servizio che sono in diminuzione

PELLEGRINI invita l'Assessore a convocare delle sedute di commissione in merito ai bilanci delle società partecipate in quanto ci sono molte cose da chiarire. Quindi chiede chi ha l'autorità per decidere sulla premialità dei dirigenti

ZUIN risponde che l'istruttoria sulla premialità dei dirigenti viene fatta dagli uffici ma c'è un confronto con la Giunta ed il Sindaco

LAZZARO dichiara di essere venuto a conoscenza che è stato dato ai ragazzi appena diciottenni, un bonus da 10 euro da spendere ai tavoli gioco e alle slot del Casinò. Ritiene che ciò sia molto pericoloso in quanto i giovani potrebbero essere invogliati a giocare

VISMAN ricorda che è stata presentata un' interrogazione su tale bonus ma non è stata data nessuna risposta in merito

ZUIN risponde che non c'è più la trasformazione del bonus di 10 euro in entrata. Comunque il Casinò è in coda rispetto alla tentazione del gioco. Sono molto più pericolosi altri giochi presenti nel territorio. La soluzione sarebbe chiudere il gioco d'azzardo ma non c'è nessuna intenzione di farlo

LAZZARO fa presente che i ragazzi si organizzano per andare al Casinò

ZUIN chiarisce che la promozione compleanno del Casinò è valida dai 18 anni

FIANO chiede l'impegno a fare delle sedute di Commissione sulle partecipate e sulle Fondazioni

GAVAGNIN invita a fare una riflessione sulle linee di marketing del Casinò

SENNO sottolinea che le feste del Casinò vengono fatte in estate

Alle ore 11.20 la Presidente dichiara chiusa la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 26-08-2019 ore 12:12
Ultima modifica 26-08-2019 ore 12:12
Stampa