Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 15-11-2016 ore 14:30
congiunta alla IV Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Sara Visman, Enrico Gavagnin (sostituisce Giorgia Pea), Nicola Pellicani (sostituisce Francesca Faccini)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Assessore Renato Boraso, Direttore Raffaele Pace, Dirigente Vincenzo De Nitto, Dirigente Loris Sartori.

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Illustrazione della proposta di deliberazione Proposta di Delibera di Consiglio Comunale n. 430 del 14/10/2016 :Accordo di Programma fra Comune di Venezia e Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale per la modifica del Piano Particolareggiato n. 2 “Marittima” – Unità d'Intervento n. 4 e n. 6. Mandato al Sindaco ai sensi dell'art.21 dello Statuto comunale.

Verbale

Alle ore 14.50 la Presidente Lorenza Lavini constatato il numero legale da' inizio alla riunione di commissione spiegando ed illustrando l'ordine del giorno. Ricorda che l'argomento illustrato oggi proviene da una situazione che si protrae da almeno un decennio.


DE NITTO spiega le modifiche del Piano Particolareggiato n. 2 “Marittima” Unità d'Intervento n. 4 e n. 6. Specifica che le modifiche riguardano la questione del parcheggio. Fa sapere che l'accordo di programma nasce dalla volontà dell'Autorità Portuale di trovare una soluzione per intervenire e attuare gli investimenti su quest'area. Precisa che l'Autorità Portuale a febbraio 2016 mandò una nota in cui descriveva l'intenzione da parte di investitori privati di sviluppare quest'area. Descrive brevemente la cronostoria delle varie richieste fatte dall'Autorità Portuale all'amministrazione Comunale rispetto alle destinazioni d'uso. Precisa che l'Autorità Portuale, chiede sull'unità 6 modifiche sulle destinazioni d'uso dell'area. Prosegue sottolineando le previsioni urbanistiche per l'area sono di tipo ricettivo e commerciale. Continua descrivendo il parcheggio, con la previsione di 250 posti auto gratuiti a beneficio del Comune di Venezia.


LAVINI informa che il parere della Municipalità di Venezia Murano e Burano verrà messo a disposizione dei commissari nell'apposita cartella di rete e verrà inserito anche l'accordo di programma del 2008.


PELLEGRINI chiede se nell'unità 6 ci siano spazi non utilizzati.


DE NITTO risponde al consigliere Pellegrini affermativamente.


FERRAZZI ripercorre le varie modifiche evidenziate dai tecnici, sottolineando che rispetto al passato si modifica il numero dei parcheggi gratuiti, diminuendoli. Domanda come sia stato fatto il calcolo del beneficio pubblico. Pone una riflessione sullo spostamento della tubazione dell'acquedotto e su chi sosterrà la spesa. Chiede se nelle previsioni dell'accordo di programma siano previsti i parcheggi per le biciclette in numero adeguato e la durata della concessisone gratuita dei parcheggi auto. Pone una riflessione sulla sostenibilità del conseguente aumento dell'utilizzo del People Mover e cosa si intenda con " locale di intrattenimento".


DE NITTO precisa che in questa proposta di deliberazione non c'è nessun beneficio pubblico, perchè è un accordo con un altra amministrazione pubblica. Ricorda che la V.P.R.G. della Città Antica prevede la pianificazione concordate, inoltre precisa che il concetto di beneficio pubblico non è da considerare come se l'accordo fosse con i privati.


FERRAZZI sottolinea che i termini per trattare con l'Autorità Portuale ci sono.


DE NITTO fa sapere che l'Autorità Portuale si occuperà dello spostamento dell'acqedotto e la previsione di un locale di intrattenimento è prevista nel progetto.


FERRAZZI chiede che sui posti gratuiti ci sia una correlazione rispetto agli anni di concessione.
Alle ore 15.40 esce il consigliere Alessandro Scarpa.


SCANO chiede spiegazioni sull'unità 6 ritenendo che l' Autorità Portuale non è libera di agire sulle destinazioni ricettive e commerciali. Ricorda che la legge 84/1994 che riordina le Autorità Portuali all'art.5 comma 1 da delle categorie di attività non comprensive di quelle ricettive o di intrattenimento. Chiede come si può pianificare su aree portuali destinazioni ricettive o di intrattenimento. Domanda all'arch.Sartori se sia stata fatto uno studio di impatto viabilistico sull'area. Pone una riflessione sui parcheggi previsti e sui costi di manutenzione.


DE NITTO in riferimento agli oneri dovuti per le opere pubbliche bisogna vedere l'art.7 lett.B D.P.R. 380/2001. Sottolinea che lAutorità Portuuale ha espressamente dichiarato che le destinazioni sono congrue con la propria attività.


PACE chiarisce che gli oneri dovuti sono stati concordati.


DE NITTO ricorda che la direzione Mobilità presenterà la VAS.


PELLICANI chiede se la volumetria riservata ai parcheggi sia aumentata o diminuita. Pone una riflessisone sul beneficio che l'Amministrazione Comunale potrà avere da questo nuovo progetto. Ritiene che dovrebbe esserci in questa contrattazione una idea di fondo sulla direzione che questa città dovrebbe avere sul turismo.


R.SCARPA sottolinea che l'autorità portuale non ha il compito di promuovere progetti con queste destinazioni d'uso. Ritiene che la scelta di prevedere ancora destimazioni ricettive si scontra con le difficlta di gestioni del turismo a Venezia. Pone una riflessione sul rischio delle contrattazione con l'Autorità Portuale facendo riferimento alla questione Tram - San Basilio ed anche alla questione dela gestione dei Pontili – Gran turismo.


CENTENARO richiede una spiegazione sui futuri bandi per i parcheggi da mettere a disposizione alle ditte che lavorano a Venezia Centro Storico. Chiede che questo accordo possa essere rivisto legandolo anche agli anni della durata della convenzione. Pone una riflessione sulla gestione dei parcheggi per motocicli e biciclette che arrivano a Venezia Piazzale Roma e Tronchetto.


SAMBO sottolinea che nel bando dei parcheggi c'erano almeno 1200 domande e si evincono non pochi svantaggi per l'Amministrazione Comunale. Pone una riflessione sui posti auto che verranno assegnati e sulla quantità da assegnare.


CROVATO chiede la possibilità di aggiornare la commissione. Ritiene che i calcoli del beneficio per l'Amministrazione Comunale debbano essere messi in relazione agli anni della convenzione. Pone una riflessione sulla situazione turistica di Venezia in relazione alla previsione di ulteriori posti letto. Ritiene che i posti auto siano inadeguati riapetto alle esigenze dei residenti. Chiede se sia stato considerato il traffico che questa nuova realizzazione potrà generare nella intersezione viaria Tronchetto Piazzale Roma.


FORMENTI pone una riflessione sui precedenti bandi di gara andati deserti, evidenziando una difficoltà nella possibile gestione di quest'area con destinazioni non adeguate ad un possibile investimento da aprte dei privati.
PELLEGRINI fa sapere che nella convenzione del 2007 mancava l'individuazione degli anni di durata. Precisa che nei progetti precedenti le destinazioni erano direzionali ora sono ricettive. Ritiene che la zona oggetto di questo intervento risulti essere molto appetibile per un investimento nel ricettivo e inoltre che questa realizzazione permetterà di alloggiare una parte del turismo fuori dal centro storico di Venezia.


VISMAN chiede che tipologie commerciali verranno inserite in questo intervento.


FIANO chiede se l'unità ricettiva avrà dei parcheggi destinati ad uso esclusivo. ottolinea che i parcheggi previsti sommati al raddoppio del garage San Marco, produrrranno inevitabilmente un aumento del traffico sulla bretella esistente.


DE MARTIN sottolinea che i 250 parcheggi destinati all'Amministrazione Comunale sono un punto di partenza per discutere con l'Autorità Portuale. Ritiene che questo Intervento sia utile per una riqualificazione di quella zona oltre che per l' aquisizione di benefici per l'Amministrazione Comunale. Ricorda che gli anni della convenzione sono 40 e l'Amministrazione Comunale si è attivata per ottenere un vantaggio rispetto ai parcheggi da destinare ai residenti. Sottolinea che il vantaggio deve essere ponderato anche con l'investimento che il privato farà su questo progetto. Sulla questione motocicli e cicli risponde che si otterrano dei risultati intervenendo durante la fase di progettazione.


PACE pone una riflessione sull'accordo rispetto al principio precisando che sull'unità 6 l'Autorità portuale comunque doveva chiedere il permesso di costruire pagando gli oneri.
Alle ore 16.55 escono i consiglieri Formenti e Fiano.


DE NITTO chiarisce che sulle attività ludiche non ci sono indicazioni precise; la durata della convenzione potrà essere rivista. Precisa che l'unità 4 è autosufficiente mentre per l'unità 6 sono previste aree per servizi così come indicato dalla legge.

Alle ore 17.00 la Presidente Lavini dichiara chiusa la seduta.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 17-03-2017 ore 16:21
Ultima modifica 17-03-2017 ore 16:21
Stampa