Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > VI Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

VI Commissione - Verbale

Seduta del 07-11-2016 ore 16:30
congiunta alla IV Commissione, alla VIII Commissione e alla IX Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Altri presenti: Sindaco Luigi Brugnaro, Assessore Paola Mar, Direttore Maurizio Carlin, Dirigente Stefano Pillinini, Segretario del Gruppo Tecnico di Lavoro Nicola Callegaro, VicePresidente Italia Nostra Paolo Lanapoppi

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Gestione Flussi Turistici - Proposte per la gestione del turismo (rif odg del 23.12.2015 ): Audizione di Paolo Lanapoppi per il Progetto Italia Nostra.

Verbale

I numeri riportati tra parentesi ,dopo il nominativi di coloro che intervengono, si riferiscono agli interventi consultabili nella registrazione della diretta streaming :


http://streaming.comune.venezia.it/basestream.php?tipo=commissione&data=07112016&cal=atti_conv_327

PEA ( 6:47) constatato il numero legale, da inizio ai lavori della Commissione congiunta sul tema dei Flussi Turistici ,ringraziando per la presenza delle Consigliere e Consiglieri ,il Gruppo di Lavoro Tecnico e l'assessore Mar. Da inizio ai lavori con la presentazione del relatore Paolo Lanapoppi per il progetto "Italia Nostra".
LANAPOPPI (8:20) ringraziando per l'opportunità di poter presentare il progetto , consultabile sul sito web di Italia Nostra ( www.italianostra-venezia.org ), sulla gestione dei flussi turistici a Venezia. Riprendendo spunto da uno studio di molti anni addietro per comprendere la capacità massima di portata turistica , che calcola il numero massimo di persone che visitano una determinata località senza comprometterne le caratteristiche ambientali ,fisiche, economiche-culturali e senza ridurre il livello di soddisfazioni generali per i turisti. Ricorda che da ultimi dati su Venezia vi e' un transito turistico di circa 30 milioni di persone. Nella proposta in analisi si tiene conto anche della questione del turismo escursionista e delle ricadute ed effetti sulla città e viene evidenziato la problematica nel contenere questo flusso. In merito a tale tipologia turistica si fa riferimento all'escursionista indipendente e quelli che appartengono a gruppi veri e propri ,mentre con il turista del primo caso si ha difficoltà ad intervenire mentre coloro che fanno parte di gruppi organizzati si puo' intervenire, che sono spesso causa di intasamento e sono facilmente identificabili.Viene quindi auspicato un sistema di prenotazioni con l'utilizzo di pass per l'accesso turistico giornaliero ,oltre a dei benifici di riscontro economica dai profitti di tale sistemi di ingresso a prenotazione (Tassa Soggiorno, VeneziaUnica,Pass etc>). Sul tema dei turisti pernottanti viene analizzato il trasformarsi di strutture abitative ormai che sono di gestione turistica ,con ricaduta sulla viabilità stanziale di residenti locali e percio' si dovrebbe agevolare i residenti e rivedere gli affitti turistici ,come accade in altre città al mondo dove si puo' affittare solamente per 90 giorni l'anno al fine di rendere meno attraente sul piano economico rispetto a degli affitti destinati ai residenti.Inoltre si viene a considerare il turismo proveniente da navi da crociera che sarà gestito con le stesse modalità per coloro che vengono a Venezia, con le forme previste di qualsiasi altra prenotazione. Ed in conclusione illustra un progetto anche se non direttamente pertinente al turismo ma che riguarda una serie di bonus per incrementare la residenzialita' a Venezia ,quali misure fiscali ed incentivi residenziali che volte ad attività commerciali.
PEA (44:36) ringraziando per l'esposizione apre al dibattito dando avvio agli interventi.
SAMBO ( 45:32) affronta la necessita' di intervenire sulla legge regionale in merito alla questione delle affittanze ed intervenire sugli alloggi turistici abusivi , oltre al bisogno di intervenire sulla diversa tassazione per quanto riguarda gli immobili .Nel merito della interessante relazione proposta pone dei chiarimenti in merito ai cambi di destinazione d'uso e all'incentivo di una possibile proposta per l'aqcquisto della seconda casa.
LANAPOPPI (49:38) entrando nel merito dei cambiamenti di destinazione d'uso afferma che si possono dare solo delle idee generali da adottare ma l'importante e' contenere questo problema ,magari cercando di invertire il fenomeno e nel caso di acquisto della prima casa sarebbe da rincentivare.
SERENA (52:06) entrando nel merito della questione della defiscalizzazione ,con cui concorda con quanto affermato dal relatore. Affrontando la questione relativa al turismo escursionista riscontra delle incongruenze , da una parte si auspica un eventuale ticket d' ingresso mentre il relatore ad un punto della programma in audizione dichiara che l'accesso alla città non dovrà dipendere dal pagamento di eventuali ticket e quindi non si comprende se vi sia intenzione di far pagare o meno per l'accesso alla città .
LANAPOPPI (58:07) ricorda che il senso della proposta e' nel porre una tassa nel caso dei gruppi organizzati e nel caso di turisti dipendenti presupporre una eventuale tassa e sarà poi compito dell'Amministrazione decidere un eventuale importo .
PEA (59:40) da quanto riportato dal relatore su dati di capienza alberghiera ormai obsoleti e forse sarebbe necessaria una valutazione sullo stato attuale dell'offerta di strutture ricettive per il turismo ,non prima di proseguire con gli interventi previsti da parte dei consiglieri presenti.
PELLEGRINI (1:00:46) interviene considerando il numero di presenze in base all'estensione del territorio , con un numero di zero presenze in talune zone rispetto alla massima presenza nei punti di rilievo turistico ,con conseguenza che un quarto della città subisce il cento per cento del valore massimo di affluenza turistica. Nel considerare il turismo regolare ,che gia' paga una tassa d' ingresso ,come la ZTL per gli autobus turistici, che comunque debba essere adeguata anche alla tipologia degli alberghi dove si soggiarna . Ricorda il problema delle agenzie e guide turistiche non autorizzate che agiscono sul territorio e riprendendo le modalità restrittive di affittanza turistica attuate in altre nazioni auspica un sistema di controllo adeguato anche per la città di Venezia.Nel proseguire ricorda la questione del commercio ambulante e la difficoltà di gestire le diverse componenti tra loro nel mediare e trovare accordi che accontenti i banchetti, plateatici,cittadini,Sopraintendenza e Comune che tende a mediare a tutte le necessità ed e' tale situazione lo specchio di una non definizione della città che si vuole ,lasciando alla libera ed indipendente iniziativa di tutti lo sviluppo turistico senza aver dato una progettualità per i prossimi anni .
CROVATO (1:10:42) evidenzia la scarsa oggettibilità dei dati riportati nel progetto in audizione e lamenta la mancanza di progettualità in quanto esposto. Nel ricordare la Costituzione e sul limite dei flussi turistici proposti lamenta che non si puo' inibire, proibire e selezionare il turismo in modo cosi' drastico ,senza scordare quante persone lavorano con e per il turismo quale fonte economica della città .
LANAPOPPI (1:16:12) in merito alla proposta di "spalmare" il flusso turistico nelle varie zone ritiene che sarà una scelta da parte dell'Amministrazione , per quanta riguarda la questione delle zone ZTL turistiche propone un limite di accesso di entrata del flusso in città e contrastare anche la diffusione di affitanze turistiche con una normativa che venga comunque attuata. Sul tema delle richieste poste dalla Sovraintendenza non sono ritenute eccessive anzi adirittura non sufficienti e non si comprende perche' si dovrebbe recedere in contrapposizione alle richieste dei commercianti ed esercenti. Ricorda come l'economia cittadina sia stata determinente negli ultimi trent'anni dalle troppe concessioni che sono state fatte al turismo di massa. Sulla questione dei dati esposti ribadisce che sono dati ragionati con la massima misurazione.
PEA (1:23:42) richiede sulla questione delle presenze giornaliere ,di circa 83.000, se la proposta e' di ridurle diel 50 % con il rischio di creare cosi' una danno rilevante per l'economia della citta?
LANAPOPPI (1:23:42) concorda sul rischio di un danno economico e propone un percorso graduale per il contenimento del flusso turistico .
PEA (1:25:38) pone la questione di come conciliare quanto proposto con la zona ZTL bus.
LANAPOPPI (1:25:54) afferma di non conoscere i n modo dettagliato i dati riguardanti le zono ZTL ed i relativi benefici per il Comune ed i dati forniti servono come indicazione su quale tipo di scelta vuole operare l'Amministrazione.
SAMBO (1:25:54) nel merito della eventuale diminuzione di flusso turistico e l'impatto sulla economia cittadina ,ritenendolo un percorso da affrontare negli anni , considera positivamente il ripristinarsi di un commercio volto per i residenti e percio' auspica che possano esserci negozi a tutela della tradizione e della vita quotidiana a tutela dell'identità a tutela della città.
PEA (1:33:17) auspiace la ripresa per l'intera area comunale dei negozi del vicinato che consentano ai cittadini di non andare in grandi strutture ed in concluisione lascia la parola all'Assessora Mar .
MAR (1:34:00) ritiene opportuno ragionare sui i numeri delle frequenze turistiche ma non concorda su dati riportati sull'esposizione in audizione.
PEA (1:34:54) ringrazia tutti coloro che hanno partecipato alla seduto e dichiara chiusi i lavori di Commissione alle ore 18.14.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 27-08-2018 ore 10:52
Ultima modifica 27-08-2018 ore 10:52
Stampa