Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 02-05-2016 ore 14:30
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Ciro Cotena, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Andrea Ferrazzi, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Monica Sambo, Renzo Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Francesca Rogliani (sostituisce Luca Battistella)

 

Altri presenti: Assessore Michele Zuin, Assessore Paolo Romor, Direttore Piero Dei Rossi, Amministratore Unico della SocietÓ A.M.E.S Spa Gabriele Senno, Direttore Marzio Ceselin, Direttore AMES Lorenzo Lugato, Funzionario AMES Antonio Forti, Sig.ra Nives Gargagliano

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Incontro con SocietÓ AMES Spa

Verbale

Alle ore 14.38 la Presidente della X Commissione Consiliare Marta Locatelli di concerto con il Presidente della VIII Commissione Consiliare Rocco Fiano, constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta della Commissione congiunta ed illustra l'ordine del giorno. Quindi da la parola all'Assessore Zuin

ZUIN fa presente che il bilancio dell'AMES non è stato ancora approvato dall'assemblea. Nella seduta odierna verrà affontato l'andamento della società in generale per conoscere cosa fa

LUGATO spiega che AMES è stata costituita come Azienda Speciale del Comune di Venezia nel 1996. Nel 1997 il Comune ha deliberato l'affidamento ad AMES della gestione delle 14 farmacie comunali di Venezia e dei mercati all'ingrosso, ittico e ortofrutticolo. Il 29 luglio 1999 l'azienda viene trasformata in S.P.A. Nel 2000 la gestione dei mercati viene ceduta ad altra partecipata e viene conferita ad AMES specifica competenza nella gestione di farmacie ed altre attività nell'ambito del settore socio- sanitario e dei servizi alla comunità. Dal 2006 è stata affidata alla società la gestione del nuovo settore dei servizi territoriali- personale scolastico e ristorazione. AMES fornisce 2 milioni di pasti a 14 mila tra bambini e personale delle scuole per l'infanzia comunali. Attualmente si stanno utilizzando 6 centri di cucina centralizzati. Sono previsti tre menù stagionali a rotazione programmata: autunnale/ invernale – primaverile – estivo. Sono previsti inoltre altri 9 menù per allergie/ intolleranze e scelte etiche. Negli ultimi tre anni le diete speciali sono aumentate anche per richieste etniche anche se l'introduzione di nuovi menù spesso crea complicazioni.

AMES è società in house caratterizzata da una una forte vocazione sociale rivolta allo sviluppo del bene pubblico. Il suo scopo è fare sinergia con la città metropolitana. Da giugno 2014 è stata introdotta la figura dell'amministratore unico.I servizi farmaceutici sono: la farmacia Veterinaria, la Farmacia dello Sport e la Farmacia Bio/Vegana. Per luglio è prevista l'apertura di una nuova farmacia a Salzano. Alcune farmacie che erano sorte negli anni 70 in luoghi periferici, ora essendo cambiato l'aspetto cittadino si trovano in centro. Quindi c'è la necessità di collocare delle farmacie anche in zone non remunerative per offrire servizi ai cittadini. Non c'è diversità di servizio tra farmacie comunali e quelle private. I progetti da realizzare sono l'angolo del diabetico, il magazzino automatizzato (farmacie dotate di un sistema robotizzato di gestione del magazzino ottimizzando i processi di lavoro riducendone i costi) e l'eco-cosmesi. Nel settore amministrativo lavorano 23 dipendenti, nel settore farmacia 72 e in quello scalastico 277. Il costo del personale è diminuito. Nel 2014 era di Euro 10.573.894,00, nel 2015 è di Euro 10.552.304,00 e nel 2016 il costo previsto è di Euro 10.502.000,00. Negli anni AMES si è sempre impegnata nell'organizzare corsi di formazione per tutto il personale dei diversi settori. Negli ultimi anni c'è stata una politica nazionale per ridurre il costo del farmaco. Il risultato di esercizio nel 2013 era di 50 mila euro, 70 mila nel 2014 e 400 mila nel 2015 a fronte di un costo di gestione di 10 milioni di euro

Alle ore 14.46 entra la Consigliera La Rocca

Alle ore 14.58 esce il Consigliere De Rossi

Alle ore 14.59 entra la Consigliera Tosi

Alle ore 15.05 esce il Consigliere D'Anna

SENNO fa presente che le 14 farmacie comunali nel 2013 e nel 2014 avevano chiuso i bilanci con 50 mila euro di attivo e nel 2015 hanno avuto un saldo positivo di 400 mila euro. L'utile maggiore è derivato dalla farmacia dell'Auchan che ora è stata chiusa. Quando poi è stata chiusa anche la farmacia del Cavallino gli utili sono scesi di molto. Ci sarà un nuovo punto a Salzano ma ci vorrà un po' di tempo prima che la farmacia apra. Nel frattempo si è pensato ad alcune iniziative che dovrebbero aumentare gli incassi. Si punta molto sulla promozione. I possessori della card Venezia Unica potranno accedere a buoni sconti per diversi prodotti: creme per il viso, integratori, prodotti veterinari e sportivi. Sono previste agevolazioni sull'assistenza sanitaria come il servizio di prenotazione delle visite. Un'altra importante iniziativa è distrubuire a domicilio i farmaci agli anziani e ai disabili usando i droni. Tra le strategie c'è anche l'idea di ampliare i servizi di refezione scolastica estendendoli negli altri comuni della città metropolitana ma bisogna capire se porterà benefici. Si sta stipulando anche una convenzione con le scuole per recuperare il cibo non mangiato dai bambini e destinarlo ai cani e gatti randagi. Altri obiettivi previsti sono: una maggiore flessibilità del personale, il risparmio energetico e l'ampliamento del sito internet di AMES

GIACOMIN chiede:
se si sono visti miglioramenti da quando è entrato in funzione il ticket elettronico;
quali sono le problematiche della farmacia di Salzano;
chiarimenti sul ricorso al TAR in merito alla farmacia di Marcon
se è prevista la cessione del ramo farmaceutico a privati

LUGATO risponde che il ticket elettronico rappresenta un passo in avanti in quanto comporta un risparmio economico (eliminazione buoni pasto cartacei, eliminazione conteggio manuale), l'automatizzazione del lavoro e la velocità della ricarica che può essere fatta anche attraverso il bonifico bancario. Si sta puntando ad una maggiore informazione sull'utilizzo di tale strumento. Strumento che va anche affinato perchè deve tenere conto di altri soggetti oltre il bambino. E' importante sincronizzare sempre di più le attività delle scuole con quelle dell'azienda. Per quanto riguarda la farmacia di Salzano non c'è nessun problema ma bisogna rispettare norme e procedure. L'apertura è prevista ai primi di luglio. La società ha fatto ricorso al TAR e al Consiglio di Stato contro l'apertura di una farmacia a Marcon da parte di privati. La presenza di AMES è importante in zone meno appetibili

PELLEGRINI nota che il risultato di esercizio nel 2015 è molto più alto rispetto agli anni precedenti. Quindi chiede:
quale è stato il fattore che ha creato tale aumento;
quali sono gli utili dei due rami dell'azienda;
il motivo per cui il costo del personale è così basso

LUGATO risponde che l'aumento del risultato di esercizio nel 2015 si è avuto grazie alle farmacie dell'Auchan e del Cavallino. Nel 2016 gli utili scenderanno di molto perchè tali esercizi sono stati chiusi. C'è stata una maggiore razionalizzazione del personale è ciò ha diminuito i costi. Il premio di risultato dei dipendenti è dato dall'andamento delle farmacie

ZUIN sottolinea che AMES ha cercato di incrementare il valore del fatturato delle farmacie. Si crede nelle capacità dell'azienda. Non c'è intenzione di privatizzare in quanto si rischierebbe di lasciare scoperte le zone periferiche dove un privato non ha alcun interesse a investire

SERENA invita a rasserenare alcuni farmacisti sulla vendita al privato. Chiede chiarimenti in merito alla possibilità che una ditta europea prenda l'appalto delle derrate alimentari. Quindi evidenzia la necessità di un raccordo maggiore sulle consulenze

SENO risponde che c'è una diminuzione della richiesta di consulenze. C'è una ditta europea che potrebbe occuparsi delle derrate alimentari ma la cosa non è stata ancora perfezionata. La società che ha vinto l'appalto è la stessa di un anno e mezzo fa e il contratto scade dopo i 3 anni

FERRAZZI ritiene un grande passo in avanti il sistema del ticket elettronico in quanto viene risolto il problema di chi non paga

SENO fa presente che AMES sta lavorando con l'ASL ad una card per pacchetti sanitari ai turisti anche in convenzione con i privati

ZUIN sottolinea che nella maggior parte dei paesi europei ci sono convenzioni particolari

VISMAN chiede quante persone oltre ai bambini iscritti usufruiscono del servizio mensa

ANTONIO FORTI risponde che usufruiscono del servizio mensa molti utenti ausiliari

LA ROCCA chiede:
quante sono le persone che si rivolgono al centro unico di prenotazioni;
chiarimenti sulla gara europea per derrate alimentari
chiarimenti sul capitolato di gara;
la provenienza delle derrate alimentari degli asili nido;
quanti sono i canoni di locazione;
qual'è la situazione debitoria dell'azienda;
se ci sono flussi di cassa

LUGATO risponde che nel capitolato di gara ci sono tutte le spiegazioni sulle derrate alimentari degli asilo nido. Ci sono canoni di locazione solo per le farmacie mentre gli uffici sono di proprietà del Comune. Non ci sono debiti fuori bilancio. Gli unici debiti sono quelli correnti per la gestione ordinaria della società. I flussi di cassa sono zero per le farmacie, mentre sulle scuole in house c'è discussione

ZUIN ribadisce che si stanno efficientando sempre di più le aziende in modo che i costi siano minori

LUGATO informa che i dati del CUP verranno trasmessi alla segreteria della Commissione

LA ROCCA chiede chiarimenti sul regolamento comunale delle mense

FIANO domanda se i centri di cottura sono sufficientemente organizzati per portare il cibo alle scuole. Chiede inoltre se c'è qualche convenzione a titolo gratuito con l'ULSS in merito ai menù

SENO risponde che per quanto riguarda i centri di cottura non ci saranno cambiamenti

FORTI risponde che non c'è nessuna convenzione con l'ULSS

LOCATELLI nota che il settore scolastico ha un valore di produzione più alto rispetto alle farmacie. Chiede qual'è la previsione per il 2016

GAVAGNIN domanda se è prevista la gestione dei codici bianchi visto che c'è un progetto con l'ULSS per il primo intervento

SENNO risponde che AMES sta allargando i suoi servizi e potrebbe inserire anche la gestione dei codici bianchi

FERRAZZI ritiene importante creare nelle farmacie dei presidi del territorio. Chiede a quanto ammonta il debito dell'AMES nei confronti dei fornitori

SENNO risponde che il debito ammonta a 5 milioni di euro. Ogni mese si paga circa 2 milioni di euro a 30 o 60 giorni

ZUIN fa presente che a breve verranno comunicati i debiti effettivi dell'azienda. Comunque ci sono solo debiti a lungo termine

GIACOMIN spera che non ci siano sovrapposizioni tra AMES e ULSS in merito ai codici bianchi

Alle ore 16.35 esaurito l'ordine del giorno la Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 01-09-2016 ore 14:51
Ultima modifica 01-09-2016 ore 14:51
Stampa