Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > III Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

III Commissione - Verbale

Seduta del 31-03-2016 ore 14:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Andrea Ferrazzi, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Francesca Rogliani, Alessandro Scarpa, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Sara Visman, Saverio Centenaro (sostituisce Paolo Pellegrini), Nicola Pellicani (sostituisce Marta Locatelli), Matteo Senno (sostituisce Chiara Visentin)

 

Altri presenti: Assessore Simone Venturini,Presidente del Consiglio Comunale Ermelinda Damiano, Presidente della Associazione AGSAV Gloria Cappello Trolese, Omiccioli Federica( Associazione AGSAV), Domenico Cardone ( Fondazione Martine Egge Onlus)

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Audizione della Associazione Genitori Soggetti Autistici Venezia in occasione della Giornata Mondiale Della Consapevolezza Dell'Autismo

Verbale

Alle ore 14.46 il Presidente della III Commissione Consiliare Alessio De Rossi, constatata la presenza del numero legale dichiara aperta la seduta illustrando l'ordine del giorno. Quindi da la parola alla Presidente del Consiglio Comunale Ermelinda Damiano

DAMIANO comunica che in occasione della IX Giornata Mondiale per la consapevolezza dell'autismo, indetta dalle Nazioni Unite per sabato 2 aprile, Ca' Farsetti e la Torre civica di Mestre si illumineranno di blu, il colore scelto per la campagna di sensibilizzazione

CAPPELLO TROLESE spiega che l'AGSAV ONLUS (Associazione Genitori Soggetti Autistici Venezia) nasce il 7 febbraio 2010 da un progetto di un gruppo di genitori con lo scopo di diffondere informazioni sulla patologia autistica al fine di ottenere una diagnosi precoce e un conseguente intervento mirato. Ora raggruppa oltre 40 famiglie veneziane. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce l'autismo " un disturbo dello sviluppo cerebrale di natura organica". Nella maggior parte dei casi questa malattia è associata a ritardo mentale, epilessia e disturbi dell'umore. Più dell'80% di coloro che sono interessati da tale disturbo non raggiungerà mai un grado di autonomia e capacità socio- relazionale e dunque avrà per sempre bisogno di un contesto di vita protetto. L'autismo non è curabile al momento, ma grazie a interventi mirati si possono ottenere miglioramenti sostanziali. Le finalità dell'Associazione sono quelle di rendere gli interventi accessibili a tutti i soggetti autistici e alle loro famiglie collaborando con le istituzioni e le altre figure giuridiche attente al tema della disabilità attraverso:
il sostegno alle famiglie, con lo sviluppo di servizi di supporto e una costante informazione;
la collaborazione con ASL, Comune e Scuola, e con gli altri enti locali pubblici e privati, affinchè si sviluppino servizi competenti sul territorio;
lo sviluppo e la formazione di nuove figure professionali attraverso la creazione di percorsi formativi in collaborazione con gli organismi competenti. Manca una sede e l'attività viene svolta a livello telefonico. Sottolinea la necessità di mettere in rete i diversi soggetti che si occupano di autismo e, più in generale di disturbi comportamentali e relazionali, con la presentazione delle più avanzate esperienze di formazione sia a livello regionale che internazionale. La giornata dell'autismo è il 2 aprile ma bisognerebbe porre in evidenza la malattia sempre in quanto la maggior parte dei familiari si trova da sola ad affrontare il problema. A fine marzo è stato firmato un protocollo d'intesa con la Regione Veneto e l'Associazione Autismo Veneto. Lo scopo è di riuscire a ripromuovere il tavolo dell'autismo e un polo di coordinamento regionale

Alle ore 14.56 esce il Consigliere D'Anna

CARDONE fa presente che è programma della Fondazione creare una rete tra settore educativo e sociale. I giovani hanno un punto di vista molto creativo non conformista. Le opere degli alunni sono interessanti. Gli autistici hanno problemi relazionali ma si orientano bene verso la scienza. E' importante il supporto dei docenti ma mancano gli insegnanti di sostegno. Informa che dal 1 al 16 aprile il Liceo Guggenheim di Venezia ospiterà numerose iniziative dedicate all'autismo e patrocinate da Comune, ASL e Università di Padova tra le quali ricorda la proiezione di un film di una cinesta francese " A Ciel ouvert" ambientato in una comunità di eccellenza tra Francia e Belgio e la mostra italo spagnola " Il mondo al singolare"

CAPPELLO TROLESE informa che l'Associazione collabora con l'ULSS 12 ed è stato offerto un bilocale a Mestre. C'è necessità di creare un percorso dal momento della diagnosi precoce alla fine della scuola. Si punta all'autonomia dei ragazzi in modo che possano svolgere una vita dignitosa. Le istituzioni però devono offrire un supporto anche dopo la famiglia. E' necessario creare uno sportello autismo all'interno del Comune

Alle ore 15.15 esce la Consigliera Casarin

LA ROCCA chiede chiarimenti sulla sede dell'Associazione

CAPPELLO risponde che non c'è ancora una sede anche se questa è una priorità. Non ci sono soldi per fare opere. E' necessario creare una sorta di palestra dove i bambini possano fare terapia comportamentale. L'Associazione collabora con la piscina di Sacca Fisola

DE ROSSI dichiara che si interesserà per la sede dell'Associazione

CROVATO nota che anche in Italia c'è molta attenzione per il problema dell'autismo . Chiede se è importante per gli autistici la compagnia dei normodotati. Ritiene importante trovare degli spazi adeguati dove i bambini possano esercitarsi

VENTURINI spiega che è obiettivo dell'Amministrazione Comunale individuare nuovi strumenti per rispondere alle necessità delle famiglie. Ci si muove in strutture rigide con difficoltà di accettazione del problema. La rete a livello regionale è molto utile ma serve una legge ad hoc. Inoltre bisogna trovare una copertura finanziaria

LA ROCCA propone di portare le richieste dell'Associazione presso le politiche comunitarie per la strutturazione di un progetto e i finanziamenti

CAPPELLO TROLESE informa di avere fatto un progetto chiamato " Casa di Smeraldo" ma mancano i soldi per poterlo realizzare

DE ROSSI dichiara che si farà carico della richiesta presso l'ufficio competente

LA ROCCA considera i tecnici del Comune bravi nella realizzazione dei progetti perciò basta dare l'imput giusto. Bisogna però insistere con l'Europa

VENTURINI ritiene importante l'attuazione di progetti comunitari relativi il sociale. Ma oggi la cosa è più complessa in quanto solo il 20% dei progetti passa per Bruxelles. Il grosso delle risorse passa per le Regioni ma si sviluppano non come inclusione sociale ma in altre cose. Prestare attenzione a progetti innovativi è importante ma l'ambito è molto regolato

GIACOMIN fa presente che l'Associazione Down ha già affrontato la questione del futuro dei figli quando i genitori non ci sono più in quanto tutte le Associazioni hanno queste problematiche. Bisogna trovare i fondi per i progetti anche se in Bilancio comunale è in crisi

PELIZZATO sottolinea la necessità di trovare degli spazi per l'Associazione

VENTURINI invita l'Associazione a formulare la richiesta con una lettera protocollata e di inviarne una copia anche all'Assessore al Patrimonio

VISMAN chiede come l'Associazione viene a conoscenza delle famiglie con bambini autistici

CAPPELLO TROLESE risponde che si è creata una rete di conoscenze. Inoltre c'è la casa del volontariato che ha uno sportello per gli autistici

VISMAN chiede come si può capire la malattia il prima possibile

CAPPELLO TROLESE risponde che è possibile e fondamentale capire la malattia nei primi mesi di vita del bambino

DE ROSSI fa presente che la questione è di competenza della III Commissione Consiliare ma si attiverà per sensibilizzare il Consiglio Comunale in merito

CAPPELLO TROLESE informa che si è creata una figura " progetto personalizzato" ma è necessario trovare personale competente ( terapisti)

CARDONE fa presente che Vicenza ha uno sportello provinciale dell'autismo ed è indicata come modello nazionale

Alle ore 15.55 esaurito l'ordine del giorno il Presidente dichiara sciolta la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 27-01-2017 ore 14:39
Ultima modifica 27-01-2017 ore 14:39
Stampa