Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > V Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

V Commissione - Verbale

Seduta del 22-01-2019 ore 14:30
congiunta alla IV Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Paolo Pellegrini, Francesca Rogliani, Emanuele Rosteghin, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Gianpaolo Formenti, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Francesca Rogliani, Emanuele Rosteghin, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Chiara Visentin, Sara Visman, Enrico Gavagnin (sostituisce Marta Locatelli), Silvana Tosi (sostituisce Luca Battistella)

 

Altri presenti: Assessore Massimiliano De Martin, Direttore Danilo Gerotto, Direttore del Consorzio Acque Risorgive Carlo Bendoricchio, Denurchis Davide ( Consorzio Acque Risorgive) Funzionaria Francesca Marton

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della proposta di deliberazione PD 474 del 30.10.2018: Revisione del Piano delle Acque del Comune di Venezia- ADOZIONE

Verbale

Alle ore 14.47 la Presidente della V Commissione Consiliare di concerto con il Presidente della IV Commissione Consiliare Gianpaolo Formenti, assume la presidenza della Commissione congiunta e constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta illustrando l’ordine del giorno. Quindi dà la parola al Dott. Davide Denurchis

DAVIDE DENURCHIS ( Consorzio Acque Risorgive) spiega che il Piano delle Acque è uno strumento di supporto alla pianificazione urbanistica territoriale e di controllo del rischio idrogeologico. Il Piano è stato costruito partendo da un’analisi del territorio tenendo conto delle criticità riscontrate. Vengono individuate delle soluzioni attraverso studi di fattibilità tecnico- economica. Il primo Piano delle Acque è stato redatto nel 2005. Quindi illustra delle slides sottolineando che tale Piano è stato aggiornato. Sono state elaborate da Veritas e dal Consorzio Acque Risorgive 66 schede di criticità. Tecnici e operai hanno censito fiumi, collettori, idrovore, fossi, pozzetti e scoli. Dove si sono riscontrate problematiche sono state fatte delle video ispezioni e ciò ha portato all’identificazione della rete mista. Il Piano fa delle ipotesi di gestione ma non dei progetti definiti . Gli importi riportati nelle schede sono solo delle stime per capire quali siano le necessità. La stima però non costituisce una base per gli stanziamenti e la programmazione ma solo una valutazione di massima

GIACOMIN ritiene il Piano delle Acque un intervento molto importante per il territorio. Fa notare che Favaro ha 13 criticità R2 e R3 e chiede come saranno risolte quelle che deriveranno dal Bypass di Campalto. Sottolinea la necessità di intervenire sulle criticità che vengono provocate da fenomeni come le bombe d’acqua. Chiede se sono previsti interventi sul fiume Osellino. Chiede inoltre se sono state messe a Bilancio le risorse necessarie per far fronte agli interventi

LAZZARO ricorda che aveva chiesto un sopralluogo a Trivignano. Dichiara che il Consorzio Acque Risorgive nella figura del Dott. Denurchis ha dimostrato molta competenza nell’affrontare le varie criticità del territorio

ROSTEGHIN chiede un focus sulla scheda n.13. Teme che le criticità della zona possano essere collegate agli interventi di nuova edificazione

LAVINI propone di visionare i pareri delle Municipalità

Alle ore 15.07 entra la Consigliera Pea

BENDORICCHIO spiega che il progetto sul riordino delle rive dell’Osellino è stato approvato come stralcio funzionale e complessivo. Ci sarà una procedura espropriativa su tutto il tratto. Sarà avviata anche una progettazione di un secondo lotto per 5 milioni di Euro . Il progetto sarà esecutivo in estate .Per quanto riguarda la scheda n.13 sono stati fatti alcuni interventi di potenziamento del collettore Cimetto verso il Marzenego e sull’idrovora

DENURCHIS sottolinea che sono state fatte le opere di urbanizzazione per le nuove edificazioni di via Mattuglie, con uno scarico diretto nel Cimetto. Perciò tale area è in sicurezza

ROSTEGHIN nota che nel Piano delle Acque è scritto che mancano due pompe

RENZO SCARPA ritiene che ci sia una scarsa manutenzione delle condotte e degli impianti . Chiede come viene affrontato l’aspetto della piena funzionalità degli impianti

FRANCESCA MARTON fa presente che c’è in essere una convenzione con il Consorzio per affrontare le problematiche del territorio e per altre criticità derivanti dalle segnalazioni dei cittadini. Per le manutenzioni immediate, come interventi di fognature bianche e caditoie stradali, c’è un budget di 400 mila euro finanziati dal Patto per Venezia. Si sta partendo con interventi molto importanti

LAVINI esamina il parere della Municipalità di Chirignago Zelarino che esprime parere favorevole con alcune segnalazioni tra cui :
• valutare la possibilità di utilizzo del fossato di Forte Gazzera – attualmente ristagnante- e il ripristino della rete dei fossati del Forte Mezzacapo al fine di metterli in rete con il sistema idrico esistente quali bacini di invaso ;
• ristagno di acqua piovana in via Novelli, ubicata ad est del fossato Trecento, in località Trivignano, in quanto in caso di pioggia l’acqua non trova via di deflusso

MARTON risponde che le segnalazioni verranno prese in considerazione. In merito al Forte Mezzacapo è previsto un bacino di laminazione. Per quanto riguarda Forte Gazzera si era già a conoscenza della criticità e ci si ripromette di andare a verificare sul posto. La scheda n.43 del Piano delle Acque verrà integrata con la segnalazione su via Novelli

ROSTEGHIN chiede chiarimenti sulla scheda n.13 del Piano delle Acque di via Mattuglie

VISMAN chiede se per il Consorzio esiste un portale come Iris per il Comune di Venezia

BENDORICCHIO risponde che esiste un’applicazione da smartphone o tablet e la segnalazione arriva agli uffici

LAVINI passa ad esaminare il parere della Municipalità di Mestre – Carpenedo che ha espresso parere favorevole chiedendo all’Amministrazione comunale di prevedere i necessari finanziamenti per eliminare le criticità individuate nel Piano delle Acque e mettere in sicurezza dal rischio idrogeologico il territorio della Municipalità

DENURCHIS spiega che per via Terraglietto c’è una scheda di criticità e che è in programma un sopralluogo per vedere se e come implementare la scheda 37

LAVINI passa ad esaminare il parere della Municipalità di Favaro Veneto che eprime parere favorevole

DENURCHIS nota che nel documento non sono emerse criticità. Fa presente però che nel momento in cui sono in azione le pompe d’acqua bisogna essere più solerti ad aprire le paratoie . A ridosso della tenuta Sorato c’è una canaletta non pulita. Nella zona di Fossa Pagana c’è un tubo pendente da ultimare.In via delle Muneghe ci sono dei scantinati con grosse criticità. In tutto presso la Municipalità di Favaro Veneto sono stati fatti 13 interventi

BENDORICCHIO ritiene che l’osservazione sulle paratoie sia un po’ datata in quanto sono stati potenziati gli sfioratori e non sono partite le 3 pompe. Il sistema indica su quale canale mandare l’acqua

GIACOMIN chiede come saranno risolte quelle criticità che deriveranno dal Bypass di Campalto. Illustra le criticità di via Martello e chiede di chi è la competenza del fosso che tracima al verificarsi di violenti nubifragi come le bombe d’acqua. Domanda inoltre se è in programma un intervento a breve per la criticità R4 di via Gobbi.

DENURCHIS risponde che il Bypass di Campalto ha l’obiettivo di migliorare il contesto idraulico. Relativamente a via Martello risponde che è una criticità che si sta verificando ora, in relazione ai lavori che sta facendo ANAS. In via Gobbi è stato redatto il progetto idraulico della strada. Si è cercato di trovare la strategia migliore per salvare la strada

LAVINI passa ad esaminare il parere della Municipalità di Marghera che esprime parere favorevole ma con alcune considerazioni sulla scheda criticità 3 ( Via Colombara), sulla scheda criticità 4 ( Marghera Sud) e sulle schede criticità 1 e 2 ( Malcontenta e Ca’ Sabbioni)

DENURCHIS risponde che in merito alla scheda criticità 3 ( Via Colombara) si è in fase di progettazione . Relativamente alla scheda criticità 4 ( Marghera Sud) le considerazioni della Municipalità richiamano icontenuti della scheda. In riferimento alle schede criticità 1 e 2 ( Malcontenta e Ca’ Sabbioni) vengono fatte le segnalazioni di due corsi d’acqua ( il naviglio Brenta ed il canale artificiale “ della Rana” che sono in gestione al Genio Civile

Alle ore 16.00 la Presidente dichiara chiusa la seduta

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 05-08-2019 ore 14:58
Ultima modifica 05-08-2019 ore 14:58
Stampa