Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Commissioni consiliari > I Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

I Commissione - Verbale

Seduta del 17-01-2019 ore 14:00
congiunta alla VII Commissione e alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Felice Casson, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Giorgia Pea, Giovanni Pelizzato, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Francesca Rogliani, Emanuele Rosteghin, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin

 

Consiglieri presenti: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Emanuele Rosteghin, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin

 

Altri presenti: Assessore Renato Boraso, Assessore Paolo Romor, Assessore Michele Zuin, Direttore Antonio Iannotta, Funzionario Mario Carulli

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della Proposta di Delibera 523/2018: Riconoscimento debito fuori bilancio - Sentenza del Tribunale di venezia n.265 pubblicata il 02/02/2018 nella causa civile R.G. n.70/2013.

Verbale

SAMBO:riscontrato il numero legale, alle ore 14.19 apre ai lavori di commissione con la lettura dell’ordine del giorno .

BORASO: ricorda che il testo della delibera riguardi un passaggio di servitù e lascia ai tecnici presenti di riepilogare quanto riportato nel testo.

CARULLI: afferma trattarsi di palazzo da Mula a Burano ed edifici situati accanto che sono stati ceduti a 4 diversi beneficiari e tra questi il Comune di Venezia e trattandosi di un passaggio di servitù che vede escludere due dei beneficiari e richiedono al Comune di poter ottenere il diritto di passaggio. Afferma trattarsi di un debito fuori bilancio di 54.000 euro e la sentenza riconosce l’onere al Comune.

IANNOTTA: sollecita al pagamento pur essendo state avviate in appello per una sentenza a favore del Comune.

SAMBO: apre al dibattito in aula.

GIACOMIN: chiede se gli uffici non evessero evidenziato prima la questione del diritto di passaggio di servitù.

IANNOTTA: dichiara che nell’atto a monte la servitù era attribuita in modo esplicito ma negli anni 90 con i nuovi lavori di ristrutturazione non si era tenuto conto del diritto a tale passaggio e I richiedenti hanno rivendicato il loro diritto al passaggio.

FIANO: afferma che due ricorrenti alla causa non apparivano in un atto di acquisto ed in parte sia stato loro riconosciuto un risarcimento di parte.

IANNOTTA: ricorda che sia stato pagato loro il mancato godimento del beneficio e la ripristinazione al libero transito.

SCARPA R.: chiede con che finalità e motivazioni sia sia proceduto in merito.

IANNOTTA: conferma che il ripristino del beneficio comporti un costo.

SCARPA R.: chiede se vi sia stato un tentativo di conciliazione tra le parti.

IANNOTTA: Afferma vi siano stati dei contatti ma senza alcuna alternativa.

DE ROSSI: nel merito al ricorso chiede qundo sia avvenuto e con quali motivazioni.

IANNOTTA: dichiara che il ricorso sia avvenuto nella primavera del 2018 e la motivazione dell’atto di compravendita conteneva l’aspetto di carattere generale sul diritto del passaggio di servitù.

FORMENTI: ritiene, da come spiegata che vi sia stata “qualche leggerezza” per il mancato controllo e se sia imputabile una quanche responsabilità al venditore e se ci si possa rivalere in merito.

IANNOTTA: pur riconoscendo che poteve esserci una responsabilità attribuibile in parte al notaio cal momento attuale non sia possibile determinarne la colpa.

TOSI: chiede a cosa serve tale passaggio di servitù.
IANNOTTA: afferma trattarsi di un edificio non residenziale ma di una attività commerciale e lamentavano un disagio per il macato benificio del passaggio di servitù.

BARISON: ricorda che la questione riguardava la ricollocazione di una centralina elettrica e che al momento crea un impedimento al ripristino del passaggio di servitù.

SAMBO. Afferma che per una questione tecnica si ritiene di licenziare la delibera in oggetto in Consiglio Comunale. Alle ore 14.40 chiude i lavori di commissione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 27-08-2019 ore 09:43
Ultima modifica 27-08-2019 ore 09:43
Stampa