Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Commissioni consiliari > X Commissione > Archivio atti > Verbale
Contenuti della pagina

X Commissione - Verbale

Seduta del 10-12-2018 ore 11:30
congiunta alla VIII Commissione

 

Consiglieri componenti le Commissioni: Luca Battistella, Maika Canton, Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Marta Locatelli, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Nicola Pellicani, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Saverio Centenaro, Ciro Cotena, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Alessio De Rossi, Francesca Faccini, Rocco Fiano, Gianpaolo Formenti, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Paolo Pellegrini, Monica Sambo, Davide Scano, Alessandro Scarpa, Renzo Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Silvana Tosi, Chiara Visentin, Sara Visman, Barbara Casarin (sostituisce Marta Locatelli), Giovanni Giusto (sostituisce Luca Battistella), Lorenza Lavini (sostituisce Maika Canton), Francesca Rogliani (assiste), Emanuele Rosteghin (sostituisce Nicola Pellicani)

 

Altri presenti: Assessore Paolo Romor, Assessore Michele Zuin, Direttore Giovanni Braga, Direttore Nicola Nardin

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Esame della Proposta di Deliberazione PD 497 del 19/11/2018: Approvazione del Bilancio di previsione per gli esercizi finanziari 2019-2021 e relativi allegati e approvazione del Documento Unico di Programmazione 2019-2021 - Risorse Umane

Verbale

Alle ore 11:42 il Consigliere Fiano assume la presidenza e, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la seduta. Legge l'ordine del giorno.

ROMOR introduce l’argomento e riassume la direzione intrapresa dall’ente. Spiega il percorso di riduzione numerica con cui da più di circa 3.000 dipendenti si è passati a circa 2760, da 70 dirigenti a 50 e da 23 direttori a 13. Sostiene che le assunzioni sono mirate al fabbisogno dell’Ente e che si assumono figure necessarie: maestre, polizia municipale, giuristi e due operai per gli interventi di manutenzione nelle scuole.
Illustra le assunzione previste nel DUP (pg 184): 40 agenti di Polizia Locale e 120 agenti stagionali per fronteggiare il carico turistico; per le maestre le 12 assunzioni previste per il 2019 sono state anticipate al 2018, esaurendo la graduatoria di stabilizzazione esistente e sono state avviate le procedure di concorso per nuova graduatoria di stabilizzazione; per il personale amministrativo sono stati stabilizzati complessivamente 67 persone, 26 nel 2017 e 41 nel 2018. Sostiene che in totale sono stati stabilizzati circa 125 dipendenti.
Afferma che per il fondo dipendenti è stato destinato l’importo massimo destinabile e che in sede di trattativa sono state sottoscritte pre-intese con le sigle sindacali. Il fondo è suddiviso in tre parti uguali di circa 1,5 milioni: performance individuale, performance organizzativa e progetti. I progetti sono stati sottoscritti dalle sigle sindacali e verranno erogati. Per il 2019 sono stanziati 5,2 milioni che saranno oggetto di trattativa.

SAMBO chiede per quanto sarà ancora possibile procedere alle stabilizzazioni previste dalla legge Madia e se c’è una stima del numero di dipendenti e del fabbisogno. Relativamente alle maestre chiede se per chi non rientra nelle stabilizzazioni, sono previsti dei punteggi per  esperienza già maturata negli asili.

LA ROCCA ricorda che la struttura che si occupa di politiche comunitarie doveva essere potenziata, ma sono stati assunti solo co.co.co. Sostiene che nei prossimi tre anni ci sarà un notevole aumento dell’attività per poter fruire dei fondi erogati e i co.co.co. possono occuparsi di rendicontazione ma non possono svolgere funzioni di ricerca e partecipazione ai bandi. Quelle che la struttura si occupa di reperire sono risorse che potrebbero essere spese sul territorio, ma non sarà possibile ottenerle se non c’è il personale. Sostiene che per il Comune sono risorse mancate.

DE ROSSI concorda con la Consigliera La Rocca che potenziare la struttura è fonte di risorse. Sostiene però che in assenza di programmazione è stata data priorità alla stabilizzazione di 120 dipendenti e che per l’assunzione di personale altamente qualificato la programmazione deve essere diversa.

LA ROCCA afferma che il rafforzamento degli uffici può avvenire anche solo con la mobilità interna e non è necessario che siano figure apicali ma piuttosto personale stabile.

BRAGA risponde che le stabilizzazioni Madia riguardano il triennio 2018/2020 e l’unico vincolo è quello di bilancio. Attualmente sono stati stabilizzati tutti i tecnici e per gli amministrativi ci sono un paio di C e vari B residui, ma sostiene che c’è ancora tempo prima della scadenza.

SAMBO chiede un prospetto riassuntivo con i dati delle graduatorie e delle assunzioni.

BRAGA risponde che viene data priorità allo scorrimento delle graduatorie e spiega l’esaurimento delle graduatorie delle maestre. Afferma che non si intende fare assunzioni a tempo determinato per limitare il fenomeno del precariato e perchè il limite massimo per il T.D. di 36 mesi  è insuperabile.
In merito ai punteggi per le maestre spiega che il bando prevede un punteggio per servizio prestato nella pubblica amministrazione. Relativamente agli uffici per le politiche comunitarie afferma che è stata assegnata una risorsa categoria C, la quale attualmente sta coprendo un’urgenza all’ufficio gare e contratti. Al termine dell’urgenza sarà a disposizione delle politiche comunitarie e se non sarà sufficiente valuteremo per una mobilità.

SCARPA R. chiede se ci sia una linea generale poiché nel DUP ci sono solo dei confronti di dati numerici. Sostiene che la vecchia dotazione organica era strutturata secondo le necessità di funzionamento dell’ente e che il dato non riguarda solo entrate/cessazioni, ma le strategie di potenziamento o strutturazione di alcuni servizi. Chiede se c’è una dotazione organica a cui si aspira e qual è. Afferma che pare evidente come ci siano stati settori in  situazione di criticità. Sostiene anche che le spese correnti vengono gonfiate da alcune voci, per esempio il Casinò come anche il trasporto pubblico, le quali riducono le spese per l’Amministrazione, e che dovrebbero essere escluse dalla spesa corrente perché alterano il rapporto a sfavore dell’Amministrazione.

ROMOR risponde che il confronto con la vecchia dotazione organica non è rappresentativo e che la vecchia dotazione sosteneva un’organizzazione del Comune che determinava perdite di bilancio. Afferma che oltre il debito complessivo c’era un ulteriore debito occulto che è dato dalle cause pendenti in materia. Spiega che la nuova organizzazione individua il fabbisogno e la capacità assunzionale in modo completamente diverso, basato sulla sostenibilità a lungo termine.  Relativamente alle criticità dell’anagrafe, risponde che sono conseguenti alle necessità del trasferimento di sede e che quando sarà stabilizzata sarà funzionale.

BRAGA risponde che relativamente alla dotazione organica la legge Madia ha cambiato l’approccio metodologico, in precedenza le assunzioni erano giustificate secondo i carichi di lavoro e dai buchi in organico mentre oggi la dotazione organica è stabilita dalle norme ed è basata sul valore del personale in servizio (2806)  sommato a quello del personale assumibile (25% del personale cessato). Afferma che il prossimo anno dovrebbe essere assumibile il 100% del personale cessato, e che dovrà uscire una ulteriore circolare sulla dotazione organica secondo cui determinare il personale assumibile.

LA ROCCA chiede se all’anagrafe di Murano/Burano è rimasto l’orario di sportello alternato e con un solo dipendente.

DE ROSSI  chiede cosa è stato fatto relativamente alla formazione e cosa si farà.

SCARPA R. ritiene che la dotazione organica sia una scelta dell’Ente e chiede quale sia la linea di questa Amministrazione relativamente ai servizi e quale è la scelta. Afferma che l’impostazione è rimasta quella dell’Amministrazione precedente, che non c’è una effettiva riorganizzazione nei criteri della macchina comunale. Chiede se c’è una linea e qual è. Sostiene che mancando la figura del Direttore Generale è difficile avere un progetto di organizzazione e di programmazione dell’ente.

ROMOR risponde che con meno direttori, meno dirigenti e meno dipendenti, con meno dipendenti generici e assunzione di dipendenti specializzati, il cambiamento è evidente. La nuova impostazione, che deriva dalla legge Madia, è di flessibilità e risposta alle esigenze specifiche.

BRAGA risponde che per la formazione sono stati stanziati 120.000 euro e che quest’anno è stato attivato un questionario per la rilevazione del fabbisogno formativo. Ci sono due contenuti, uno riguarda l’Ente complessivamente (es. codice di comportamento, anticorruzione ecc.) che viene fatto inhouse con competenze interne, mentre per la formazione più specialistica (es. carta d’identità elettronica, urbanistica ecc.) ci si rivolge ad enti esterni e formatori. E’ poi in corso una rilevazione dei fabbisogni di soft skills su cui si avvierà formazione.

DE ROSSI chiede se relativamente ai progetti trasversali c’è un report e se siano un obbiettivo nel piano delle performance.

LA ROCCA chiede relativamente al metodo LIN cosa è stato fatto e che risultati si sono ottenuti.

BRAGA in merito ai progetti risponde che sono stati erogati 400.000 euro prima delle nuove norme e ne delinea le modalità di gestione. Spiega che oggi i progetti devono essere mappati all’interno dei fabbisogni dell’Ente e non svincolati da questi. E’ stato chiesto ai direttori di produrre delle schede per poter intervenire sulle aree non coperte dai progetti specifici.
In merito al metodo LIN risponde che da giugno 2018 è attivo un gruppo di lavoro apposito, il quale si sta occupando della mappatura delle competenze.

FIANO chiede chiarimenti in merito alla procedura di mobilità.

BRAGA risponde che prima di indire concorsi è necessario pubblicare l’avviso di mobilità.

SCANO chiede qual è il bilancio tra entrate e uscite di personale in mobilità. Relativamente a premi e progetti, sottolinea la sproporzione esistente tra le varie categorie di dipendenti, poiché per Polizia Municipale, Protezione Civile, Centro Maree e Ufficio Stampa sono stanziati 1,5 milioni mentre per tutti gli altri settori solo 400.000 euro. Chiede se è confermato il blocco delle assunzione per le partecipate.

ZUIN risponde in merito alle partecipate, che è stato proposto un atto di indirizzo per il quale c’è il blocco di assunzioni a tempo determinato e indeterminato, e che prevede eventuali possibilità solo sentita l’Amministrazione Comunale.

ROSTEGHIN chiede copia dell’atto di indirizzo.

FIANO chiede se nelle partecipate sono previste stabilizzazioni.

ZUIN risponde negativamente e che ci sono solo dei casi specifici, come per es. La Fenice per la quale si è in attesa di norme specifiche per lo spettacolo con il Decreto Dignità

ROMOR spiega che relativamente ai premi e ai progetti, che il progetto è legato al piano delle perfomance per norma nazionale. L’Ente ha definito le priorità e in conseguenza si hanno le quantificazioni degli importi stanzianti. Afferma che i progetti sono una declinazione del metodo LIN.

BRAGA spiega che oltre le mobilità, in uscita ci sono anche i comandi. Afferma che attualmente sono circa una decina, per es. all’Agenzia delle Entrate, Regione, Procura, e delinea le modalità e convenzioni con i vari enti.

TOSI afferma che da verifica risulta che lo sportello anagrafe sia aperto 2 volte a Murano e 3 volte a Burano, anche se il numero di utenti a Burano dovrebbe essere minore. Chiede per quale ragione.

ROMOR risponde che verificherà con la Dirigente.

LA ROCCA chiede quale sia la differenza tra il comando e il distacco.

BRAGA spiega le differenti caratteristiche dei due istituti.

GAVAGNIN chiede se ci sono comandi o distacchi in Procura.

BRAGA risponde affermativamente e che esiste da molto tempo.

LA ROCCA chiede di avere i dati relativi ai tempi di evasione delle domande di mobilità, sia per le domande pendenti e che per quelle evase.

Alle ore 13:05 il Presidente Fiano, esaurito l’ordine del giorno, dichiara chiusa la seduta. 

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 21-12-2018 ore 13:10
Ultima modifica 21-12-2018 ore 13:10
Stampa