Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Movimento 5 Stelle > Consiglieri comunali > Sara Visman > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 756
Contenuti della pagina

Movimento 5 Stelle - Interpellanza nr. d'ordine 756

Logo Movimento 5 Stelle Sara Visman
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
756 93 23/05/2017 Sara Visman
 
Assessore
Massimiliano De Martin
 
e p. c.
Alla Presidente della V Commissione
24/05/2017 23/06/2017 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare09-02-2018Leggi

 

Venezia, 23 maggio 2017
nr. ordine 756
n p.g. 93
 

All'Assessore Massimiliano De Martin


e per conoscenza

Alla Presidente della V Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare V Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Progetto per un deposito di stoccaggio di GNL a Porto Marghera - INTERPELLANZA ex art. 8 del Reg. di C.C.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che
- il Gas Naturale Liquefatto (GNL) è una miscela di idrocarburi costituito prevalentemente da metano, dapprima purificato, quindi liquefatto a pressione atmosferica mediante raffreddamento fino a -160°C: ciò permette, occupando un volume di circa 600 volte inferiore rispetto allo stato gassoso di partenza, di essere più agevolmente stoccato e trasportato;

- il GNL rientra tra quei combustibili alternativi o fonti di energia, che fungono almeno in parte, da sostituti delle fonti di petrolio fossile nella fornitura di energia per il trasporto e che possono contribuire alla sua decarbonizzazione e migliorare le prestazioni ambientali del settore dei trasporti;

- l'utilizzo di gas naturale come combustibile, per esempio, è uno dei modi che l’industria marittima può adottare per soddisfare i limiti sempre più restrittivi di emissioni in atmosfera, con riferimento a sostanze inquinanti, nocive e climalteranti, come gli ossidi di azoto (NOx), di zolfo (SOx) e l’anidride carbonica (CO2), dovute all’utilizzo di combustibili tradizionali nelle normali condizioni operative della nave. Infatti, l’impiego di GNL in alternativa ai combustibili tradizionali consente la riduzione quasi a zero delle emissioni di ossido di zolfo (SOx). Ciò nonostante, non sono da trascurare gli aspetti legati alla sicurezza che per il GNL sono quelli riconducibili ad un liquido criogenico e a quelli del gas naturale (in particolare potenziali rischi di incendio e/o esplosione);

considerato che
mezzi di informazione riportano la notizia dell'esistenza di un progetto in attuazione della direttiva europea DAFI per la costruzione, entro il 2020, di un deposito di stoccaggio da 32.000 mc di GNL nell'area dove opera l'azienda Decal di Porto Marghera:
"Il terminal dovrebbe sorgere lungo il canale Sud, in corrispondenza dell'accosto della banchina "Decal 1" (ex Italcementi) rinnovata nel 2016 e in grado di accogliere navi gasiere con capacità compresa tra 7.500 e 30.000 metri cubi, e fino a 65.000 metri cubi in condizioni meteo normali, che scaricheranno il gnl nei nuovi depositi in progettazione" (fonte Nuova Venezia del 13/05/2017).

visto che
nella direttiva DAFI che descrive il " quadro strategico nazionale della fornitura di gas naturale per il trasporto ed, in particolare, la fornitura di gas naturale liquefatto per la navigazione marittima e interna, per il trasporto stradale e gli altri usi " si riporta che nei documenti del “North European GNL Infrastructure Project”, al fine di selezionare la migliore soluzione per ogni singolo porto, si deve tener conto di una serie di parametri tra cui:
> volumi di bunkeraggio GNL;
> barriere fisiche presenti nel porto;
> aspetti logistici;
> tipologia di imbarcazioni;
> costi di investimento e di esercizio;
> sicurezza;
> normative tecniche e operative;
> questioni ambientali e normative;

considerato che
l'azienda Decal è presente nell'elenco, stilato da Arpav, delle aziende nel Veneto a rischio di incidente rilevante (RIR) secondo il D.Lgs. 334/99 e s.m.i. come deposito di tossici;

considerato anche che
altri articoli apparsi sulla stampa successivamente, riportavano dichiarazioni circa i rischi derivanti da impianti di questa natura: in caso di fuoriuscita accidentale del gas, potrebbe essere pericolosamente interessata, per disservizi top event, un'area fino a 5 chilometri di distanza dal luogo dell'incidente;


si interpella l'assessore affinché


1. confermi se la notizia, così come riportata da mezzi di informazione, di un progetto per la realizzazione di più serbatoi di stoccaggio in area Decal a Porto Marghera di GNL corrisponda al vero: in caso affermativo, si chiede che il Consiglio Comunale venga messo al corrente della qualità del progetto;

2.
si esprima riguardo la posizione dell'amministrazione veneziana rispetto all'ipotesi di costruzione di uno o più serbatoi di stoccaggio dalle notevoli dimensioni sopra descritte in un'area dove insiste un'azienda registrata a rischio di incidente rilevante, con presenza già massiccia di depositi di prodotti petroliferi, petrolchimici e chimici allo stato liquido;

3. verifichi se l'ubicazione scelta e il progetto in generale rispetti tutti i dettami normativi in materia di sicurezza per lo stoccaggio e la distribuzione del GNL così come previsti anche dalle guide tecniche del dipartimento dei vigili del fuoco.

 

Sara Visman

 
  1. Sara Visman
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 23-05-2017 ore 10:13
Ultima modifica 23-05-2017 ore 10:13
Stampa