Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Movimento 5 Stelle > Consiglieri comunali > Sara Visman > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 721
Contenuti della pagina

Movimento 5 Stelle - Interpellanza nr. d'ordine 721

Logo Movimento 5 Stelle Sara Visman
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
721 75 22/04/2017 Sara Visman
 
Assessore
Giorgio D'Este
 
e p. c.
Al Presidente della II Commissione
28/04/2017 28/05/2017
 
rinviata al
21/07/2017
 
rinviata al
22/06/2017
 
rinviata al
25/06/2017
in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
risposta07-08-2017Leggi
rinvio dei termini21-07-2017Leggi
rinvio dei termini22-06-2017Leggi
rinvio dei termini25-05-2017Leggi

 

Venezia, 22 aprile 2017
nr. ordine 721
n p.g. 75
 

All'Assessore Giorgio D'Este


e per conoscenza

Al Presidente della II Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare II Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Presidente della MunicipalitÓ Marghera
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Blocco dell'impianto alla Versalis di Marghera - INTERPELLANZA ai sensi dell'art. 8 del Reg. di C.C.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che

- la centrale operativa della polizia municipale di Venezia ha reso noto che il 18 aprile 2017 nell'impianto Versalis di Porto Marghera si è verificata l’attivazione delle torce di sicurezza dell’impianto CR1-3 del cracking a causa di un malfunzionamento del compressore ciclo frigo propilene P207 e del compressore etilene P216;

- da notizie di stampa si tratterebbe di «nulla di preoccupante per la salute dei cittadini: "Si è visto lo sfiato perché all'inizio la torcia brucia in maniera disomogenea, prima che arrivi il vapore. Poi il fumo si dirada - dichiara il direttore dell'agenzia ambientale regionale, Loris Tomiato - i nostri tecnici sono sul posto per capire cosa sia accaduto. L'etilene e il propilene provengono dal ciclo di produzione della virgin nafta".»

- in analoghi episodi occorsi il 7 agosto e l'8 novembre 2016 l'Ulss 12 veneziana consigliava di "tenere le finestre chiuse" in quanto il fumo emesso dalle torce “può essere irritante per gli occhi e per le vie aeree”;

considerato che

a marzo di quest'anno ENI sembrava fosse intenzionata ad investire 50 milioni di euro per la manutenzione e l’ammodernamento durante un fermo dell'impianto di 40 giorni tra settembre e ottobre. Oggi veniamo a sapere, tramite organi di stampa, che la cifra è ridimensionata a 23 milioni;

visto che


in occasione dell'incidente intercorso il 7 agosto 2016 sempre nell'impianto di cracking della Versalis è stata chiesta più volte la convocazione di una commissione dedicata al tema specifico, e precisamente con mail nei giorni 11 agosto e 7 settembre 2106, senza che queste richieste abbiano mai avuto risposta alcuna;

si interpella l'assessore affinché


1. fornisca maggiori informazioni in merito al citato malfunzionamento, l'entità e alla quantificazione delle sostanze combuste e delle relative emissioni;

2.
spieghi il perché delle mancate prescrizioni comportamentali alla popolazione durante la procedura di emergenza;

3. relazioni sulle intenzioni di ENI circa il programma di manutenzione e aggiornamento degli impianti Versalis in premessa, previsti per il prossimo autunno.

 

Sara Visman

 
  1. Sara Visman
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 22-04-2017 ore 17:21
Ultima modifica 22-04-2017 ore 17:21
Stampa