Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Gruppi consiliari > Movimento 5 Stelle > Consiglieri comunali > Sara Visman > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 1237
Contenuti della pagina

Movimento 5 Stelle - Interpellanza nr. d'ordine 1237

Logo Movimento 5 Stelle Sara Visman
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
1237 218 03/09/2018 Sara Visman
 
Assessore
Renato Boraso
 
e p. c.
Al Presidente della IV Commissione
04/09/2018 04/10/2018 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare26-03-2019Leggi

 

Venezia, 3 settembre 2018
nr. ordine 1237
n p.g. 218
 

All'Assessore Renato Boraso


e per conoscenza

Al Presidente della IV Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare IV Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: situazione precaria per le famiglie residenti in Via Carlo Martello a seguito dei lavori per la realizzazione della variante alla S.S.14 "della Venezia-Giulia" nota come bypass di Campalto.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che
- con deliberazione di C.C n°8 del 21.01.2008 è stato approvato il “progetto preliminare relativo ai lavori di nuova viabilità Bissuola compreso bypass Favaro Veneto ( bypass di Campalto) da S.S.14bis a Via Triestina – Favaro Veneto (C.I. 10573/1) con contestuale adozione variante al P.R.G.;
- con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 30/31 Gennaio 2012 è stato adottato il
Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.), ai sensi dell’art. 15 della Legge Regionale n. 11
del 23 Aprile 2004;
- il P.C.P (programma di coordinamento preventivo) approvato il 12 novembre 2012, ha recepito il tracciato del progetto definitivo della variante approvato con Dispositivo dell’Amministratore Unico dell’Anas del 17.01.2012, in attuazione della Determinazione di approvazione n. 106 del 13.01.2012;
- il bypass, variante alla SS 14 “della Venezia Giulia”, è realizzato da ANAS con un investimento di 60 milioni di euro, è lungo circa 2 km ed è stato progettato per evitare che il traffico pesante transiti lungo via Orlanda nel tratto di strada dove attraversa l'area di Campalto, teatro di numerosi incidenti, anche mortali. Inserito tra due nuove maxi rotatorie, la prima all’altezza del Don Vecchi e la seconda all'altezza di via Carlo Martello, in corrispondenza della strada che porta al villaggio Laguna;
- la nuova arteria stradale attraversa numerose aree private (sono stati necessari ben 150 espropri) e prevede la realizzazione di un sottopasso che permetterà di evitare di tagliare in due via Gobbi;
- a marzo del 2017, partiti i lavori, è stato illustrato l'intervento ai cittadini di Campalto nel corso di un’assemblea pubblica con i tecnici di ANAS e gli assessori Renato Boraso e Francesca Zaccariotto per il Comune. Dei lavori previsti, compresa l'attenzione da porre sulla mitigazione dell’impatto ambientale, con barriere fonoassorbenti e fasce divisorie di arbusti ed alberi, si è rassicurata la cittadinanza sull' inclusione anche degli allacciamenti fognari di via Casilina e via Morosina, oltre che di via Carlo Martello;
- l’apertura di parte della rotatoria est, in direzione Tessera, è prevista entro la metà di settembre 2018, mentre l’apertura di parte della rotatoria ovest, in direzione Venezia, per la metà del mese di ottobre 2018;
- per quanto riguarda l’asse principale della variante, è previsto l'avvio dei lavori di pavimentazione all’inizio del mese di novembre 2018.

considerato che
- al termine di via Carlo Martello, nel tratto sterrato, sono presenti alcune case i cui abitanti, con l’inizio dei lavori, vivono in condizioni veramente disagiate e pericolose;
- le persone si trovano, infatti, a convivere con un cantiere davanti casa, segnalato solo da un nastro arancione che ne delimita l'area d'intervento: il continuo spostamento dei mezzi di lavoro provoca, oltre ad un denso e continuo innalzamento di polvere che costringe gli abitanti a tenere sempre chiuse le finestre, il formarsi di grosse buche che, con la pioggia, diventano malsani acquitrini;
- queste buche son state anche causa di alcune cadute da parte degli abitanti, tra cui vari anziani e bambini;
- a quanto sopra si aggiunge la già disastrosa situazione del resto della via che è sede di numerose attività produttive interessate da un notevole traffico pesante pressoché giornaliero: camion autocisterna e bus turistici soprattutto. Proprio in ragione di ciò, anche il manto stradale di questa parte della strada è fortemente lesionato, con buche ed avvallamenti vari;
- via Carlo Martello è inoltre priva di marciapiedi ed illuminazione pubblica perché è, catastalmente, strada privata e non è mai stata assunta la decisione di asservirla ad uso pubblico. Insomma, le circa trenta famiglie che vivono in questa strada, nel centro di Campalto, rischiano la vita ogni giorno se decidono di muoversi a piedi o in bicicletta;
- recentemente, via Carlo Martello, è stata anche interessata da un cedimento del suolo con relativa apertura di una voragine, successivamente riparata;

considerato anche che
- l’apertura di parte della rotatoria est, in direzione Tessera, è prevista entro la metà di settembre 2018, mentre l’apertura di parte della rotatoria ovest, in direzione Venezia, è prevista per la metà del mese di ottobre 2018;
- per quanto riguarda l’asse principale della variante, si prevede di avviare i lavori di pavimentazione all’inizio del mese di novembre 2018;
- l’apertura al traffico della variante è prevista entro il primo semestre del 2019
- affiancato al succitato pezzo della variante, a partire dal fronte delle case di queste famiglie, è presente un tratto di strada pedonabile ma che non arriva fino all'intersezione con via Gobbi lasciando, a tutti gli effetti, questo insediamento residenziale, prigioniero tra due strade;

tutto ciò premesso e considerato si chiede agli Assessori


1) di valutare l’urgente necessità di asservire ad uso pubblico la via Carlo Martello, nella sua interezza, realizzando almeno un marciapiede e l’essenziale illuminazione pubblica;
2) se l’Amministrazione abbia intenzione di aprire il sottopasso ciclopedonale al futuro bypass, situato in corrispondenza delle ultime case di via Carlo Martello e già predisposto con “scatolare” da parte di ANAS;
3) se e quali misure possano essere adottate nell'immediato dal Comune e da ANAS per rendere meno invasiva la presenza del cantiere di lavoro.

 

Sara Visman

 
  1. Sara Visman
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 03-09-2018 ore 15:48
Ultima modifica 03-09-2018 ore 16:23
Stampa