Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Movimento 5 Stelle > Consiglieri comunali > Davide Scano > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 981
Contenuti della pagina

Movimento 5 Stelle - Interpellanza nr. d'ordine 981

Logo Movimento 5 Stelle Davide Scano
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
981 37 12/02/2018 Davide Scano
 
Assessore
Renato Boraso
 
e p. c.
Al Presidente della IV Commissione
13/02/2018 15/03/2018 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare21-09-2018Leggi

 

Venezia, 12 febbraio 2018
nr. ordine 981
n p.g. 37
 

All'Assessore Renato Boraso


e per conoscenza

Al Presidente della IV Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare IV Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Attivazione ZTL in via Del Lavoratore a Marghera - INTERPELLANZA ai sensi dellĺart. 8 del Reg. C.C.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che
1. l'art. 3, comma 1, del D.Lgs. 30 aprile 1992 n. 285 (Codice della Strada) fornisce al numero 54) la definizione di “Zona a traffico limitato: area in cui l’accesso e la circolazione veicolare sono limitati ad ore prestabilite o a particolari categorie di utenti e di veicoli”;
2. con deliberazione di GC n. 388 del 13.07.2007 è stata approvata la delimitazione della Zona a Traffico Limitato per i Veicoli a Motore (ZTL VAM), articolata in diversi ambiti che prevedono anche limitazioni per i veicoli adibiti al trasporto di cose con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate e tra queste aree vi è anche “Marghera centro” (corrispondente alla ZTL VAM 5);
3. in attuazione della suddetta delibera, è stata formulata l'ordinanza n. 155 del 14.04.2011, specifica per la ZTL VAM 5, che stabilisce: “i veicoli isolati di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t possono svolgere all'interno della ZTL operazioni di carico/scarico secondo specifiche fasce orarie e seguendo percorsi indicati nelle ordinanze dirigenziali. Nel caso le operazioni di carico/scarico dovessero svolgersi al di fuori delle fasce orarie e dei percorsi è necessaria un'autorizzazione rilascita dalla Direzione Mobiltà e Trasporti”;
4. l'ordinanza precisa inoltre che “l’istituzione delle ZTL VAM, consente di regolamentare anche le operazioni di carico/scarico ed il transito dei mezzi pesanti, permettendo di ridurre il traffico di attraversamento, dirottandolo su percorsi alternativi esterni” e che essa “consente inoltre, in futuro, una gestione automatica del controllo delle limitazioni alla circolazione attraverso l’installazione di varchi elettronici”;
5. per quanto attiene gli orari, è scritto che “l’accesso e la circolazione all’interno della ZTL VAM 5 è consentita ai soli veicoli isolati, di massa complessiva a pieno carico superiore ai 3.5 t, per operazioni di carico/scarico nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 06.00 alle ore 07.30; dalle ore 09.00 alle ore 11.30; dalle ore 13.00 alle ore 16.30”;
6. il perimetro della qui ricordata ZTL VAM è stato individuato con specifica planimetria allegata all'ordinanza e disponibile nel sito web comunale;
7. a quanto sopra va aggiunto che, con l'ordinanza dirigenziale n. 455 del 28.06.2013, è stato introdotto su tutte le ZTL vigenti il divieto di transito ai veicoli e ai complessi di veicoli non adibiti al trasporto di persone ed aventi una lunghezza uguale o maggiore a 7,5m;

considerato che
8. la scorsa settimana, alcuni operai hanno collocato in via Del Lavoratore, a Marghera, un nuovo segnale stradale di “DIVIETO DI TRANSITO AUTOCARRI” di cui al mod. II 8/d art. 83 del C.d.S., con annessa telecamera (varco elettronico): tale segnale prescrive il divieto di transito per i veicoli con massa superiore alle 3,5 t e per quelli con lunghezza uguale o superiore ai 7,5 metri, senza alcuna precisazione oraria (quindi valevole h24);
9. questa nuova segnaletica, posta praticamente a 20 metri da un accesso utilizzato da almeno una mezza dozzina di imprese artigianali e industriali (50-60 addetti complessivamente), una volta attivata la telecamera, comporterebbe un grave pregiudizio alla attività produttive presenti per l’impossibilità di ricevere forniture e/o spedire ordinativi ad orari diversi da quelli indicati nell’ordinanza;
10. gli insediamenti produttivi di cui sopra preesistono al vicino quartiere residenziale che, correttamente, si vuol tutelare dall’impatto del traffico pesante. Peraltro, la quasi totalità dei veicoli interessati dal trasporto merce alle ditte coinvolte compie un circuito di entrata/uscita dall’area privata (via Lazzarini, via Del Lavoratore e via Monzani) senza alcun intralcio alla viabilità “urbana” successiva;
11. l’attivazione della telecamera, a distanza di ben sette anni dall’emissione dell’ordinanza n. 155, potrebbe causare pericolose ed improvvise manovre di inversione di marcia dei mezzi pesanti dinnanzi al segnale, in un’area di intersezione stradale piuttosto trafficata a causa dei vicini parchi commerciali;

premesso e considerato tutto quanto sopra,
si chiede


1. di spiegare se e come l’Amministrazione abbia valutato l’installazione della descritta segnaletica, con telecamera, dopo una curva e quasi davanti all’ingresso di un gruppo di aziende che necessitano, per lavoro, del’impiego di mezzi eccedenti i limiti ora vietati;
2. di spiegare se e come si stia valutando la necessità di aggiornare e modificare la regolamentazione del transito e sosta nelle ZTL VAM, per rispondere meglio alle esigenze delle imprese produttive, contemperando al tempo stesso le esigenze della residenzialità, con eventuali misure e opere di compensazione;
3. di valutare almeno, nell’immediato, lo spostamento del varco elettronico, escludendo dalla ZTL VAM 5 i due fabbricati produttivi presenti ai due lati di via Del Lavoratore.


Allegati
 
Foto 1 (jpg - 235 kb)
Foto 2 (jpg - 297 kb)

 

Davide Scano

 
  1. Davide Scano
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 12-02-2018 ore 16:29
Ultima modifica 12-02-2018 ore 16:29
Stampa