Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Gruppo Misto > Consiglieri comunali > Renzo Scarpa > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 928
Contenuti della pagina

Gruppo Misto - Interpellanza nr. d'ordine 928

Logo Gruppo Misto Renzo Scarpa
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
928 192 15/12/2017 Renzo Scarpa
 
Ottavio Serena
Vicesindaco
Luciana Colle
 
e p. c.
Al Presidente della VII Commissione
19/12/2017 18/01/2018 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare22-08-2018Leggi

 

Venezia, 15 dicembre 2017
nr. ordine 928
n p.g. 192
 

Alla Vicesindaco Luciana Colle


e per conoscenza

Al Presidente della VII Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare VII Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Bando di concorso - anno 2017 - per n. 60 alloggi di via Mattuglie - LocalitÓ Gazzera.

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

PREMESSO CHE:


■ Il Comune di Venezia ai sensi della delibera di Giunta Comunale n. 257, approvata in data 26/10/2017, ha indetto un Bando ad evidenza pubblica valido per la locazione in regime di social housing, di sessanta alloggi esclusi dall’ambito di applicazione dell’edilizia residenziale pubblica (legge regionale n. 37/2017 e ss.mm.ii.) facenti parte dell’intervento di Riqualificazione Urbana per alloggi a Canone Sostenibile in località Gazzera – via Mattuglie (allegato 1).


■ L’Amministrazione comunale di Venezia, con la Deliberazione di Giunta n. 257 del 26.10.2017 (allegato 2), ha indicato i requisiti e criteri di punteggio per la formulazione di tale bando indicando al primo punto del “Premesso che":


- il Comune di Venezia è da tempo dichiarato “Comune ad alta tensione abitativa” e che la stessa è generata, non solo dal gran numero di sfratti in esecuzione nel territorio comunale, ma anche dagli squilibri derivanti, soprattutto nella Cittá insulare, dalle dinamiche dei prezzi di locazione degli alloggi,

e al secondo punto del “Premesso che":


- il Comune di Venezia, con propria deliberazione di Consiglio Comunale n. 101 del 23/07/2007, ripresa nella deliberazione di Giunta Comunale n. 320 del 08/07/2013, ha individuato nell'Immobiliare Veneziana S.r.l. (di seguito I.Ve.) il soggetto per realizzare, in stretto raccordo con l'Amministrazione Comunale, l'intervento strategico di realizzazione e gestione di alloggi da locare ad atto sociale, detto anche social housing, con canoni a valori intermedi tra il mercato libero, quello sovvenzionato, sostenuto dalle politiche abitative tradizionalmente attestate nella sola Edilizia Residenziale Pubblica, a favore prioritariamente delle fasce intermedie della popolazione, in particolare delle giovani coppie, e dei soggetti sottoposti a procedure esecutive di sfratto per finita locazione;

indicando chiaramente che la principale finalità di destinazione delle abitazioni realizzate in via Mattuglie è al sostegno alla residenza, della propria popolazione, messa in grave tensione dalle dinamiche presenti nel territorio comunale di propria competenza.

PRESO ATTO CHE
:


■ per la realizzazione di detti alloggi il Comune di Venezia ha investito proprio patrimonio e risorse ed ha attinto a finanziamenti regionali molto selettivi sul piano dei requisiti di accesso e di ottenimento dei fondi.


CONSIDERATO CHE:

■ in realtà, detto bando prevede, tra i requisiti per la partecipazione anche la “Residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale nel territorio della Città Metropolitana di Venezia” equiparando il valore della residenza anagrafica a quello dell’attività lavorativa (10 punti) ai fini dell’assegnazione;

 

 


■ tale possibilità, oltre a mettere in competizione i già residenti nel Comune di Venezia, di fatto finanziatori dell’intervento di via Mattuglie, con altre persone provenienti da altre località che non hanno contribuito con la propria fiscalità e quota parte di titolarità di patrimonio pubblico al finanziamento delle opere, di fatto non risponde ai requisiti di attenzione nei confronti della “alta tensione abitativa” di cui la Giunta Comunale si è fatta carico con la propria Deliberazione n. 257;


■ la media degli sfratti/sloggi all’interno del territorio del Comune di Venezia è ancora a livelli altissimi dato che si parla di una media giornaliera, sull’intero anno solare, di 6 sfratti/sloggi al giorno e che necessita fronteggiare questo grave aspetto che aggredisce la popolazione del Comune di Venezia incentivandone l’esodo verso altri comuni limitrofi.

CONSIDERATO INOLTRE CHE:

 

■ in precedenza il Comune di Venezia ha emanato il Bando di Concorso - Anno 2017 - per gli Alloggi del P.I.R.U.E.A. Lido - Nucleo N. 4, Via Pividor, con caratteristiche completamente diverse;


■ in merito ai contenuti di detto bando (requisiti e priorità) i sottoscritti consiglieri comunali hanno segnalato lo scorso 17 novembre 2017, con la lettera all’assessore competente, qui allegata in copia, (allegato 3) alcune rilevanti criticità, relative al mancato rispetto delle normative superiori, che richiederebbero di revocare in autotutela detto bando;

 
■ ad avvalorare quella nostra richiesta abbiamo portato (allegato 4) il confronto con l’approvazione temporalmente successiva, contenuta proprio nella deliberazione di Giunta n. 257 del 26.10.2017, dei requisiti e criteri di punteggio per l'emanazione di un bando ad evidenza pubblica valido per la locazione in Social Housing dei 60 alloggi previsti nell’intervento di Riqualificazione Urbana per Alloggi a Canone Sostenibile in località Gazzera - via Mattuglie, dal quale emerge una sostanziale e inaccettabile disparità territoriale.

SI INTERPELLA L’ASSESSORE COMUNALE ALLA CASA, PER CONOSCERE:

1) le ragioni che sono alla base della suddetta disparità territoriale;


2) se a fronte delle diversità dei bandi emessi e delle diverse valutazioni e innovazioni contenutevi, circa i requisiti per la partecipazione e i valori per l’assegnazione, esista una precisa strategia di composizione anagrafica o di censo, della popolazione che dovrebbe andare ad abitare nelle diverse parti che compongono il territorio del Comune di Venezia, e quale essa sia;


3) se sia chiaro, alla Giunta Comunale e all’assessore competente, che entrambi i bandi succitati, emanati dal Comune di Venezia, espongono lo stesso Comune al rischio di impugnazione e ricorsi in sede giuridica;


4) a quale parte della legge 37/2017 e ss.mm.ii faccia riferimento il bando di via Mattuglie.


Allegati
 
Allegato 1 (pdf - 125 kb)
Allegato 2 (pdf - 166 kb)
Allegato 3 (pdf - 1,2 Mb)
Allegato 4 (pdf - 60 kb)

 

Renzo Scarpa

Ottavio Serena

 
  1. Renzo Scarpa
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 15-12-2017 ore 16:21
Ultima modifica 15-12-2017 ore 16:21
Stampa