Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Partito Democratico > Consiglieri comunali > Monica Sambo > Archivio atti > Interrogazione nr. d'ordine 1653
Contenuti della pagina

Partito Democratico - Interrogazione nr. d'ordine 1653

Logo Partito Democratico Monica Sambo
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
1653 198 31/07/2019 Monica Sambo
 
Emanuele Rosteghin
Bruno Lazzaro
Nicola Pellicani
Vicesindaco
Luciana Colle
 
e p. c.
Al Presidente della VII Commissione
05/08/2019 04/09/2019
 
rinviata al
16/09/2019
in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare26-02-2020Leggi
sospensione termini09-08-2019Sospensione dei termini di scadenza per interruzione dei lavori dal 12-08-2019 al 23-08-2019 ai sensi dell'art. 35 del Regolamento del Consiglio Comunale.

 

Venezia, 31 luglio 2019
nr. ordine 1653
n p.g. 198
 

Alla Vicesindaco Luciana Colle


e per conoscenza

Al Presidente della VII Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare VII Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Nuovo regolamento per lĺedilizia residenziale pubblica: rischio emergenza abitativa

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

PREMESSO CHE:
- la Regione Veneto, in seguito alla legge regionale n. 39 del 2017, ha approvato con DGR/2018/1119 il Regolamento Regionale n. 4/2018;
- con detta legge è stata riformulata la normativa in materia di edilizia residenziale pubblica in Veneto. La suddetta legge regolamenta anche l’attività delle Ater e disciplina l’accesso all’edilizia residenziale pubblica, oltre che l’ammontare dei canoni e le procedure attraverso le quali si procede alla decadenza;
- con DGR n. 1173/2018 la Regione Veneto ha approvato gli schemi di bando di concorso per l’assegnazione dell’alloggio e lo schema di domanda;


ATTESO CHE
- tra i nuovi requisiti introdotti dalle citate DGR e relativi allegati, vi è l’obbligo che i richiedenti l’alloggio debbano possedere “una situazione economica del nucleo famigliare, rappresentata dall’ISEE-ERP del valore non superiore a 20.000,00 euro”;
- la DGR ed in particolare il regolamento prevedono la rideterminazione dei canoni di locazione;


CONSIDERATO CHE:

- a due anni dall’approvazione del sopra citato provvedimento e dopo diverse simulazioni riguardanti l’applicazione dell’indicatore ISEE - ERP (strumento introdotto per consentire l’accesso agli alloggi, per stabilire il valore dei canoni di locazione e per procedere alla decadenza), a partire da giugno 2019, sono state recapitate alle famiglie che risiedono in Veneto con regolare contratto ERP e già assegnatarie dell’alloggio le missive contenenti il ricalcolo del canone e, in migliaia di casi, la comunicazione di avvio della procedura di sfratto;
- si registrano aumenti del canone di locazione insostenibili per molte famiglie, visto che superano il 40% del reddito (spesso da pensione) percepito;


CONSIDERATO INOLTRE CHE:
- anche nel Comune di Venezia si sono già registrati numerosi casi di aumento del canone di locazione insostenibili, nonché di comunicazione della procedura di sfratto entro due anni, sia per le abitazioni ATER che di proprietà del Comune;
- in particolare, la Città storica di Venezia non può essere considerata alla stregua delle altre città e dunque il limite di 20.000 euro risulta essere troppo basso;


VISTO CHE:
- le procedure di applicazione della citata Legge Regionale appaiono inique, non corrispondendo agli obiettivi previsti dalla normativa stessa, che parla di canoni sostenibili e di tutela delle famiglie fragili e vulnerabili;


TUTTO QUANTO PREMESSO E CONSIDERATO,
SI INTERROGA L’ASSESSORE COMPETENTE PER SAPERE


- quale sia la situazione degli inquilini degli alloggi ATER e comunali siti nel territorio del Comune di Venezia;
- se intenda aprire immediatamente un confronto con la Regione Veneto per sospendere la sua applicazione in attesa degli adeguati correttivi che emergeranno dal tavolo tecnico appositamente insediato;
- cosa intenda fare per risolvere questa grave situazione che si è venuta a creare.

 

Monica Sambo

Emanuele Rosteghin
Bruno Lazzaro
Nicola Pellicani

 
 
Pubblicata il 31-07-2019 ore 14:06
Ultima modifica 31-07-2019 ore 14:06
Stampa