Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Atti delle Commissioni > XI Commissione - Verbale
Contenuti della pagina

XI Commissione - Verbale

Seduta del 12-04-2018 ore 09:30

 

Consiglieri componenti la Commissione: Luca Battistella, Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Giovanni Giusto, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Francesca Rogliani, Monica Sambo, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman

 

Consiglieri presenti: Maika Canton, Barbara Casarin, Maurizio Crovato, Paolino D'Anna, Rocco Fiano, Enrico Gavagnin, Giancarlo Giacomin, Elena La Rocca, Lorenza Lavini, Bruno Lazzaro, Deborah Onisto, Giovanni Pelizzato, Monica Sambo, Alessandro Scarpa, Matteo Senno, Ottavio Serena, Chiara Visentin, Sara Visman, Saverio Centenaro (assiste), Alessio De Rossi (sostituisce Luca Battistella), Silvana Tosi (sostituisce Giovanni Giusto)

 

Altri presenti: Assessore Paolo Romor, Dirigente Silvia Grandese

 

Ordine del giorno della seduta

  1. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 794 (nr. prot. 120) con oggetto "Richiesta di ritiro della delega all'Assessore Romor - INTERPELLANZA ex art. 8 del Reg. di C.C.", inviata da Elena La Rocca
  2. Discussione dell'interpellanza nr. d'ordine 909 (nr. prot. 182) con oggetto "Insegnante di appoggio per i nidi collocati in pi¨ piani ", inviata da Monica Sambo

Verbale

Alle ore 10.00 il Presidente Senno constatato il numero legale apre la riunione di Commissione e legge l’o.d.g.
LA ROCCA ritiene che questa riunione di commissione poteva esser convocata nel pomeriggio per consentire ai cittadini di partecipare. Pone una riflessione sulla poca disponibilità dell’assessore.
ROMOR ritiene di essere tra gli assessori più disponibili, comunque l'assessore ha il compito principale da assolvere è quello di lavorare per i cittadini.
CENTENARO ritiene che questa interpellanza chiedendo il ritiro della delega dell’assessore non sia da ritenersi rituale, è compito del Sindaco ritirare le deleghe al proprio Assessore.
PELIZZATO chiede ai consiglieri Lazzaro e Centenaro e nelle precedenti consigliature c’erano più riunioni di commissioni.
SENNO chiede di procedere con la riunione.
LA ROCCA ritiene utile leggere l’interpellanza considerando che risale a 10 mesi fa. Evidenzia l’utilizzo del personale interno per coprire le malattie e le assenze attraverso lo spostamento dei dipendenti. Sottolinea che il personale spostato interagisce malamente con i neonati di 2 e 3 anni. Ricorda le fasi dell’età evolutiva e le difficoltà legate allo spostamento dell’educatore che viene avvisato all’ultimo momento. Ritiene che questo sistema non va bene.
DE ROSSI risponde chiarendo che la legge 22 viene rispettata, mediaticamente non è passata la vera realtà, i rischi e i carichi di lavoro sono sotto controllo. Rileva che c’è stata disinformazione. Ritiene non corretto chiedere il ritiro della delega dell’assessore in questa riunione si affronta la questione politica e amministrativa e non sindacale.
VISENTIN evidenzia che educare bene i nostri figli è una priorità già 10 anni fa c’era il problema della compresenza ora la situazione economica è più difficile.
SAMBO fa sapere che nelle precedenti amministrazioni non c’erano spostamenti, questa amministrazione ha assunto agenti di Polizia Locale e non Maestre. Rimarca il fatto che gli spostamenti delle maestre sono stati fatti nel 2017 più volte e senza programmazione con la conseguenza che la didattica inevitabilmente subisce un problema. Fa sapere che la questione spostamenti è stata riferita dai genitori. Fa notare che l’interpellanza è rivolta al Sindaco.
CANTON ricorda che sono stati assunti gli agenti di Polizia Locale ma anche stabilizzate 53 insegnanti.
DE ROSSI propone di chiedere alla Regione veneto l’aumento della proporzione del rapporto educatori e bambini. Ritiene che la gestione nidi e materne è da ritenersi molto buona. Domanda perché il privato riesce a controllare le situazioni e il pubblico non c’è la fa. Ritiene che si stia facendo disinformazione creando ansia, propone di avere un comportamento più responsabile, ricorda che con il precariato l’amministrazione si è mossa assumendo ulteriore personale.
FIANO chiede di riportare l’attenzione all’interno dell’interpellanza. Sottolinea che sulla sicurezza nella scuola l’Assessore e i tecnici devono essere massimamente responsabili, 25 spostamenti nei primi 62 giorni.
ROMOR fa sapere che nell’anno scolastico 2016/2017 ci sono stati picchi di spostamenti perché da gennaio non si potevano prendere più supplenti perché l’anno era già avviato; gli spostamenti sono avvenuti non sempre alle stesse persone e non per tempi così lunghi. Fa sapere che il dato dei 25 spostamenti in 62 giorni riguarda solo una scuola e comunque siamo dentro la media. Fa sapere che sul ritiro della delega, il Sindaco ha ritenuto di non rispondere direttamente e quindi ha già risposto. Ritiene che l’interpellanza si focalizza solo dove ci sono problemi per ottenere più consenso, ugualmente la campagna mediatica è stata costruita per questo motivo. Fa sapere che questa amministrazione garantisce il rapporto 1 a 6 e per l’handicap 1 a 1; l’ASL ha certificato che la legge è stata rispettata e anche il regolamento è stato rispettato. Fa sapere che in Facebook sono state pubblicate immagini modificate e questo verrà preso in considerazione nelle sedi opportune. Ricorda che a Torino politici hanno telefonato per togliere le multe.
LAZZARO fa sapere che a Trivignano la mobilità è peggio che al Lido.
ROMOR evidenzia che nella questione dell'evacuazione per incendio nell’anno 2016/17 c’è un unico caso in cui la prova è stata ritardata. Suggerisce di leggere il verbale dove si è descritta la questione, in un solo caso non si è riusciti a farla.
VISMAN evidenzia che sulla raccolta firme quando i cittadini le consegnano non si possono nascondere si deve dar voce alle questioni.
LA ROCCA risponde dicendo di non essere soddisfatta perché il Sindaco non era presente, ritiene che l’assessore non abbia spiegato bene i dati. Fa sapere che la foto dell’assessore con il prosciutto sugli occhi non era stata postata. Ritiene che da questa riunione si evinca che l’amministrazione comunale disconosca i dati di questo problema.
SAMBO esprime il proprio dispiacere sulla questione dell’immagine.
DE ROSSI chiede che si possa aggiornare il secondo punto all’o.d.g.
FIANO propone di organizzare una riunione di commissione sui centri estivi.
Alle ore 11.30 il Presidente chiude la riunione di Commissione.

 

 

 

 

Atti collegati
convocazione tabella presenze resoconto sintetico
leggi apri leggi
 
 
A cura della segreteria della Commissione
Pubblicato il 03-05-2019 ore 11:27
Ultima modifica 03-05-2019 ore 11:27
Stampa