Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Gruppi consiliari > Luigi Brugnaro Sindaco > Consiglieri comunali > Renzo Scarpa > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 360 > Risposta
Contenuti della pagina

Risposta - Interpellanza nr. d'ordine 360

da Assessore Renato Boraso

Venezia, 14 luglio 2016
n p.g. 2016/337766
 

Al Consigliere comunale Renzo Scarpa


e per conoscenza

Alla Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: risposta all'interpellanza nr. d'ordine 360 (Nr. di protocollo 35) inviata il 14-06-2016 con oggetto: Pericolo costituito dalla realizzazione della infrastruttura Tram. Integrazione della interpellanza nr. d'ordine 350.

 

In relazione all’Interpellanza nr. ordine 360 ad oggetto "Pericolo costituito dalla realizzazione della infrastruttura Tram - Integrazione della interpellanza nr. d'ordine 350", sentiti gli uffici preposti si segnala che:

· come correttamente affermato, “il Ponte della Libertà risulta adeguatamente provvisto di scarichi pluviali, per tutta la sua lunghezza e in tutta l'estensione dei suoi due lati”, come peraltro affemato nella precedente risposta all'atto ispettivo nr. d'ordine 350;
· il tratto del Ponte della Libertà da Venezia verso Mestre non è in alcun modo sguarnito di regolari scarichi pluviali e non risulta che gli stessi “siano stati eliminati/occlusi/coperti durante e a seguito dei lavori di posa del binario del Tram”;
· il tratto in argomento è, infatti, servito da una canaletta continua che raccoglie le acque, le quali vengono fatte veicolare su caditoie che convogliano il flusso verso una banchina di raccolta in materiale drenante per poi defluire successivamente nei pozzetti dedicati - tutte strutture, come già peraltro segnalato, esistenti anche prima della realizzazione dell’opera tranviaria.
Si ritiene opportuno precisare che in alcun modo P.M.V (o comunque le ditte che con essa hanno lavorato alla realizzazione del Tram) abbia modificato il sistema di raccolta e smaltimento delle acque che, infatti, risulta inalterato nel suo stato e composizione in termini di scarichi pluviali esistenti (oggi in gestione/manutenzione a Veneto Strade), immutati rispetto alla condizione esistente prima dell’avvio dei lavori.
Si sottolinea, inoltre, che in zona Pili sono state realizzate alcune caditoie per migliorare il sistema drenante in occasione dei lavori per la realizzazione di un nuovo varco per gestire le eventuali emergenze e le manifestazioni sul Ponte della Libertà.
Si comunica infine che è a disposizione, su richiesta dell'interpellante, una puntuale rassegna fotografica delle numerose strutture dedicate allo smaltimento delle acque lungo il Ponte della Libertà.

 

Renato Boraso

 
  1. Renzo Scarpa
  2. Archivio atti
 
A cura della segreteria dell'Assessorato
Pubblicazione: 14-07-2016 ore 14:44
Stampa