Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Gruppi consiliari > Luigi Brugnaro Sindaco > Consiglieri comunali > Gianpaolo Formenti > Archivio atti > Mozione nr. d'ordine 1990
Contenuti della pagina

Luigi Brugnaro Sindaco - Mozione nr. d'ordine 1990

Logo Luigi Brugnaro Sindaco Gianpaolo Formenti
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente data protocollo
1990 37 29/07/2020 Gianpaolo Formenti
 
Alessio De Rossi
30/07/2020

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
esito30-07-2020Leggi

 

Venezia, 29 luglio 2020
nr. ordine 1990
n p.g. 37
 

Al Sindaco
Alla Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo consiliari
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario


 

Oggetto: Mozione collegata alla P.D. n.2020-0076 su Accordo Pubblico-Privato ai sensi dell'art.6 della L.R. 11/20004, relativo all'Area per attrezzature pubbliche e private di via Ulloa a Marghera. Variante n.11 al Piano degli Interventi, ai sensi dell'art.18 della L.R. 11/2004. Controdeduzione alle osservazioni e approvazione della Variante n.11 e del Rapporto ambientale e della Sintesi non tecnica e dai relativi allegati.

 

Premesso che

 

- il Consiglio Comunale ha approvato la variante di cui all'oggetto, con la quale si intende realizzare un accesso diretto alla Stazione Ferroviaria dal lato Marghera attraverso la nuova infrastruttura area di collegamento progettata da RFI;

 

considerato che

 

- gli spazi attorno alle stazioni ferroviarie sono spesso ambiti dove si concentra anche il disagio sociale e una variegata tipologia di criminalità;

 

- tale tema deve essere considerato già in fase di progettazione urbana per poter meglio individuare specifiche misure di prevenzione e controllo;

 

- la sicurezza degli spazi urbani deve essere garantita per mantenere un livello qualitativo elevato in grado di favorire politiche di rigenerazione urbana;

 

il Consiglio Comunale di Venezia

 

impegna il signor Sindaco, la Giunta e gli uffici

 

a mettere in atto tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza dello spazio urbano attraverso attrezzature tecnologiche che consentano la sorveglianza da remoto (Smart Control Room) e impegnare i soggetti attuatori ad individuare precise soluzioni che prevedano la presenza sul posto di personale di sorveglianza con la funzione di controllo dell'accesso alla stazione degli autobus, al parcheggio multipiano e alla stazione ferroviaria.

 

Gianpaolo Formenti

Alessio De Rossi

 
  1. Gianpaolo Formenti
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 29-07-2020 ore 12:07
Ultima modifica 29-07-2020 ore 12:07
Stampa