Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Gruppi consiliari > Luigi Brugnaro Sindaco > Consiglieri comunali > Gianpaolo Formenti > Archivio atti > Mozione nr. d'ordine 1535
Contenuti della pagina

Luigi Brugnaro Sindaco - Mozione nr. d'ordine 1535

Logo Luigi Brugnaro Sindaco Gianpaolo Formenti
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente data protocollo
1535 38 17/05/2019 Gianpaolo Formenti
 
Alessio De Rossi
Maika Canton
Silvana Tosi
Alessandro Scarpa
Paolino D'Anna
17/05/2019

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
esito17-05-2019Leggi

 

Venezia, 17 maggio 2019
nr. ordine 1535
n p.g. 38
 

Al Sindaco
Alla Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo consiliari
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario


 

Oggetto: MOZIONE COLLEGATA ALLA PD 271/2018

 

Premesso che


il miglioramento della sicurezza, anche quella percepita, è una delle priorità della Amministrazione;
Dal 2015 ad oggi l’Amministrazione ha investito nel potenziamento dell’organico della Polizia Locale, con l’aumento di personale, soprattutto giovani sotto i 32 anni, che passerà da 375 a 550 unità, sia con l’aggiornamento dei mezzi e delle attrezzature, da ultimo aderendo alla sperimentazione voluta dal Ministero dell'Interno del "taser";
Nella sede del Tronchetto sono in corso i lavori per la realizzazione della “Smart Control Room”, vera e propria centrale operativa della città, anche nella sua accezione metropolitana;

Considerato che

Con il nuovo Regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana, il Consiglio Comunale di Venezia ha aggiornato le norme, applicando le novità legislative, al fine di garantire alle Forze dell’Ordine maggiori strumenti per tutelare il decoro e l’ordine in città, ma sarebbe necessario dare più poteri, mezzi e risorse ai sindaci in materia di sicurezza pubblica e urbana per contrastare micro-criminalità e degrado;
Vanno messe in atto azioni che indichino chiaramente che alcuni comportamenti sono sbagliati e vengano subito puniti, senza che questo però appesantisca il sistema della giustizia e quello carcerario;

Preso atto che

Già nel gennaio 2017 è stata presentata una proposta di legge “Interventi legislativi volti a contrastare i comportamenti lesivi della sicurezza e del decoro urbano”,  per ridurre reati come l’accattonaggio molesto o con impiego di minori, disabili, animali e l’accattonaggio esercitato professionalmente; l’abuso di assunzione di sostanze alcoliche e stupefacenti e che generino comportamenti molesti o violenti; il danneggiamento di edifici pubblici e privati; l’occupazione di suolo pubblico o l’invasione di edifici abbandonati; il commercio abusivo su suolo pubblico; gli atti contrari alla pubblica decenza; la reiterata occupazione del suolo pubblico; la prostituzione di strada con i connessi atti osceni in luogo pubblico

Si impegna il Sindaco e la Giunta a

Proseguire l’impegno legislativo a livello governativo, così da modificare l’attuale normativa attribuendo al Giudice di Pace penale la competenza a decidere sugli illeciti costituiti da comportamenti lesivi del bene giuridico sicurezza urbana e riconoscere la facoltà di infliggere una nuova forma di sanzione che consiste nella permanenza presso la polizia giudiziaria fino ad un massimo di 10 giorni.

 

Gianpaolo Formenti

Alessio De Rossi
Maika Canton
Silvana Tosi
Alessandro Scarpa
Paolino D'Anna

 
  1. Gianpaolo Formenti
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 17-05-2019 ore 10:00
Ultima modifica 17-05-2019 ore 10:00
Stampa