Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Forza Italia > Consiglieri comunali > Deborah Onisto > Archivio atti > Mozione nr. d'ordine 1466
Contenuti della pagina

Forza Italia - Mozione nr. d'ordine 1466

Logo Forza Italia Deborah Onisto
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente data protocollo
1466 13 15/03/2019 Deborah Onisto
 
Lorenza Lavini
Saverio Centenaro
15/03/2019

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
esito15-03-2019Leggi

 

Venezia, 15 marzo 2019
nr. ordine 1466
n p.g. 13
 

Al Sindaco
Alla Presidente del Consiglio comunale
Ai Capigruppo consiliari
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Al Vicesegretario Vicario


 

Oggetto: MOZIONE COLLEGATA AL PD 11/2019 ACCORDO DI PROGRAMMA AI SENSI DELL'ART. 7 DELLA LEGGE REGIONALE 23 APRILE 2004, N 11 PER L'ATTUAZIONE DELLA RIQUALIFICAZIONE DELL'AMBITO URBANO AFFERENTE LA STAZIONE FERROVIARIA DI MESTRE E LA REALIZZAZIONE DI UNA STRUTTURA DI COLLEGAMENTO TRA MESTRE E MARGHERA. MANDATO AL SINDACO. INDIRIZZI ULTERIORI

 

PREMESSO
Che l’amministrazione comunale di Venezia ha ritenuto, viste le mutate condizioni, di procedere ad adeguare le previsioni di intervento nell’area della stazione di Mestre che fin dal 2010 ha visto la sottoscrizione di accordi tra l’Amministrazione Comunale e Rete Ferroviaria Italiana spa, Ferrovie dello Stato Italiane spa e FS Sistemi Urbani srl;
Il contenuto dell’accordo di programma, conferma le ragioni di pubblico interesse che inducono alla necessità di riqualificazione urbana e sociale del quartiere interessato;
Che nel quadro generale deve essere articolata e declinata meglio tutta la mobilità;
Che nell’accordo del 14 marzo 2011 relativamente alla soppressione del passaggio a livello di via Giustizia erano stati sottoscritti obblighi per ambo le parti che, ora, debbono essere verificati;
RILEVATO
Come sia necessario che il Consiglio Comunale, in una visione generale del territorio e di coordinamento di azioni di pianificazione importanti, indichi le linee in cui la futura progettazione debba necessariamente inserirsi;
Che con la chiusura di via Giustizia, il quartiere è stato privato di un’arteria molto importante;
Che è necessario rivalutare una sua connessione con via Trento;
Che gli spazi pubblici da individuare devono essere contemplati insieme alla mobilità/viabilità;
CONSIDERATO
Che è volontà di questa amministrazione garantire la sicurezza della viabilità di servizio all'abitato ed individuare sinergie trasportistiche e servizi legati alla mobilità ad uso dell’area ferroviaria;

PRESO ATTO
della necessità di dare degli indirizzi al fine di contribuire alla pianificazione dell’area;
TUTTO CIO' PREMESSO E CONSIDERATO
IL CONSIGLIO COMUNALE DI VENEZIA
CHIEDE
AL SINDACO E ALLA GIUNTA COMUNALE

di armonizzare gli interventi edilizi con il miglioramento della viabilità/mobilità tenendo conto di:
1. dare completezza alle rete delle ciclabili;
2. di individuare precisi spazi a servizio della mobilità, dei trasporti e dell’utenza;
3. di comprendere i motivi per cui non è stata portata a termine la pista ciclabile prevista nell’accordo del 2011 tra le vie Miranese/Fagarè/Monte San Michele/
4. di ricondurre Ferrovie dello Stato all’impegno sottoscritto per la costruzione della pista ciclabile sopradescritta o, in alternativa, ad altra opera utile;
5. di predisporre nuovo progetto di fattibilità per l’apertura di via Giustizia anche per i veicoli ;
6. che il gruppo di lavoro che verrà istituito pianifichi gli spazi da cedere sul fronte stazione, da destinarsi ad uso pubblico (sosta breve, taxi ecc.), obbligando gli attuatori a liberare le aree esterne privilegiando i loro spazi interni e venga redatto uno studio specifico della mobilità/viabilità;
7. di vincolare ogni rilascio di autorizzazione/approvazione all’avvenuta cessione di aree a servizio della collettività in un progetto complessivo di sviluppo della stazione.

 

Deborah Onisto

Lorenza Lavini
Saverio Centenaro

 
  1. Deborah Onisto
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 15-03-2019 ore 12:05
Ultima modifica 15-03-2019 ore 12:05
Stampa