Logo della CittÓ di Venezia
Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Gruppi consiliari > Lista Civica Casson > Consiglieri comunali > Nicola Pellicani > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 73
Contenuti della pagina

Lista Civica Casson - Interpellanza nr. d'ordine 73

Logo Lista Civica Casson Nicola Pellicani
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
73 31 13/10/2015 Nicola Pellicani
 
Andrea Ferrazzi
Assessore
Renato Boraso
 
e p. c.
Al Presidente della IV Commissione
14/10/2015 13/11/2015 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare01-09-2017Leggi
risposta12-11-2015Leggi

 

Venezia, 13 ottobre 2015
nr. ordine 73
n p.g. 31
 

All'Assessore Renato Boraso


e per conoscenza

Al Presidente della IV Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare IV Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Ai Presidenti delle MunicipalitÓ
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Realizzazione linea tranviaria per San Basilio

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che
Il Comune di Venezia ha completato la realizzazione del sistema metro tranviario su gomma, che è entrato in servizio il 16 settembre 2015.

Nel corso del 2014 il Comune di Venezia ha programmato una estensione della rete verso San Basilio, con una tratta di lunghezza 1,7 km., che consentirà di attestare il servizio su una direttrice esterna di penetrazione in città nella zona sudoccidentale, lungo il canale della Giudecca, decongestionando piazzale Roma e la direttrice del Canal Grande, anche con un significativo alleggerimento del traffico acqueo in prosecuzione verso il centro città.

Considerato che
L’intervento era stato specificatamente inserito nel Piano Urbano della Mobilità, approvato nel 2010.

L’art. 1 comma 88 della legge di stabilità 2014 ha previsto espressamente la facoltà di destinare risorse finanziarie, confluite in un’apposita nuova sezione di fondo, derivante da revoche di finanziamenti già assegnati per interventi similari.

In tale contesto, appunto nel 2014, il Comune di Venezia ha approvato il progetto preliminare dell’estensione a San Basilio, che è stato positivamente sottoposto a verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale ed è stato trasmesso al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, ai fini dell’ammissione al finanziamento.

Constatato che
l’intervento ipotizzato ha un costo di € 28,7 milioni di cui € 17,2 a carico della Stato e la differenza viene coperta da un mutuo che verrà contratto da PMV, garantendo al gestore AVM/Actv l’equilibrio gestionale mediante la mera revisione tariffaria dello 0,7 % e ricordando infine che la Regione ha stanziato a favore del Comune di Venezia una specifica somma di € 1,8 milioni per l’acquisto di vetture tranviarie.

Ritenuto che

Il progetto ha raggiunto un notevole grado di dettaglio, così come accertato dal Ministero delle Infrastrutture. Tale dettaglio progettuale si è reso possibile anche e soprattutto a seguito dello specifico approfondimento effettuato d’intesa con l’Autorità Portuale di Venezia, che ha fornito utili e pregevoli supporti tecnici per la predisposizione del progetto preliminare.
L’Autorità Portuale e il Comune di Venezia hanno inoltre predisposto uno specifico Accordo di Programma in merito, oggetto di specifica deliberazione n. 1 del Consiglio Comunale di Venezia in data 14 gennaio 2013, che consente l’utilizzo del sedime portuale nell’area in questione e delle eventuali strutture, da integrare con il previsto terminal per l’interscambio mare/terra, a ridosso dell’area di San Basilio.

L’intervento proposto costituisce un importante completamento della rete tranviaria ed è finalizzato alla miglior gestione dei flussi in arrivo nel centro storico, rappresentando un intervento infrastrutturale di ampio respiro utile a rallentare la congestione della navigazione in Canal Grande, assicurando maggiori condizioni di sicurezza di circolazione, a tutela dell’incolumità pubblica e privata.

Ciò premesso
Alla luce delle considerazioni esposte, nel ritenere che l’intervento in questione rientri a pieno titolo nella voce “ reti metropolitane in aree metropolitane”, quali si configurano la rete metro tranviaria e l’area metropolitana di Venezia.

Si chiede
al Sindaco e alla Giunta Comunale di attivarsi per rendere operativa la soluzione prospettata, in una visione strategica della mobilità metropolitana.

 

Nicola Pellicani

Andrea Ferrazzi

 
  1. Nicola Pellicani
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 13-10-2015 ore 13:14
Ultima modifica 13-10-2015 ore 13:14
Stampa