Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale archivio 2015-2020 > Gruppi consiliari > Lista Civica Casson > Consiglieri comunali > Nicola Pellicani > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 64
Contenuti della pagina

Lista Civica Casson - Interpellanza nr. d'ordine 64

Logo Lista Civica Casson Nicola Pellicani
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
64 25 28/09/2015 Nicola Pellicani
 
Felice Casson
Francesca Faccini
Rocco Fiano
Giovanni Pelizzato
Andrea Ferrazzi
Monica Sambo
Assessore
Massimiliano De Martin
 
e p. c.
Alla Presidente della V Commissione
07/10/2015 06/11/2015 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare27-05-2016Leggi

 

Venezia, 28 settembre 2015
nr. ordine 64
n p.g. 25
 

All'Assessore Massimiliano De Martin


e per conoscenza

Alla Presidente della V Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Ai Presidenti delle MunicipalitÓ
Al Vicesegretario Vicario
All'Assessore Michele Zuin

 

Oggetto: Varianti verdi: riclassificazione aree edificabili in aree agricole

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che

La Regione Veneto, con legge 16 marzo 2015, n. 4, “Modifiche di leggi regionali e disposizioni in materia di governo del territorio e di aree naturali protette regionali”, ha previsto la possibilità, per gli aventi titolo ed interesse, di presentare ai comuni la richiesta di riclassificazione di aree edificabili, per privarle della loro potenzialità edificatoria riconosciuta dallo strumento urbanistico e farle ritornare quindi, a tutti gli effetti, aree agricole;


Considerato che


Uno degli obiettivi dell'Amministrazione deve essere quello di consumare meno territorio e di “costruire sul costruito”, puntando alla riqualificazione urbana ed edilizia di un territorio, come quello della terraferma veneziana, costituito da un patrimonio di circa 82mila alloggi, edificati per il 62,3% tra il 1946 e il 1971, ovvero nel periodo in cui in Italia si costruiva “in grandi quantità, in fretta e spesso molto male”.


Considerato inoltre che


Alcuni cittadini, per varie ragioni, sono nell’impossibilità sopravvenuta di edificare sulle aree di loro proprietà, ma a causa della destinazione dell’area stessa, si ritrovano a pagare alti oneri altrimenti di minor entità;


Ritenuto che

Per le ragioni esposte in precedenza sarebbe opportuno avvalersi della possibilità offerta dalla legge regionale, in modo da favorire sia il “ritorno al verde” di molte aree, sia la riclassificazione delle aree da edificabili ad agricole per i cittadini che ne facciano richiesta;

Preso atto che

Già altre amministrazioni della Città Metropolitana, tra cui il Comune di Dolo, ha inserito nelle sue linee programmatiche la “Variante Verde, ai sensi della legge regionale legge 16 marzo 2015, n. 4, per il ripristino ambientale;


Tutto ciò premesso,

SI INTERPELLANO L’ASSESSORE ALL’URBANISTICA E ALL’AMBIENTE E L'ASSESSORE AL BILANCIO

al fine di prendere in considerazione l’opportunità offerta dalla Legge Regionale nell’ottica di una riqualificazione complessiva del nostro territorio, integrando tale possibilità nelle politiche di urbanizzazione ed ambientali dell’Amministrazione stessa e iniziando un percorso virtuoso, anche attraverso il confronto con il Consiglio Comunale e la cittadinanza, che possa condurre alla restituzione a “verde” di molte aree e alla salvaguardia degli interessi dei nostri cittadini.

 

Nicola Pellicani

Felice Casson
Francesca Faccini
Rocco Fiano
Giovanni Pelizzato
Andrea Ferrazzi
Monica Sambo

 
  1. Nicola Pellicani
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 28-09-2015 ore 10:47
Ultima modifica 28-09-2015 ore 10:47
Stampa