Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Partito Democratico > Consiglieri comunali > Monica Sambo > Archivio atti > Interpellanza nr. d'ordine 584
Contenuti della pagina

Partito Democratico - Interpellanza nr. d'ordine 584

Logo Partito Democratico Monica Sambo
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
584 1 09/01/2017 Monica Sambo
 
Andrea Ferrazzi
Bruno Lazzaro
Nicola Pellicani
Francesca Faccini
Rocco Fiano
Giovanni Pelizzato
Assessore
Paolo Romor
 
e p. c.
Alla Presidente della X Commissione
09/01/2017 08/02/2017 in Commissione

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
verbale seduta commissione consiliare26-03-2019Leggi

 

Venezia, 9 gennaio 2017
nr. ordine 584
n p.g. 1
 

All'Assessore Paolo Romor


e per conoscenza

Alla Presidente della X Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare X Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Riorganizzazione e riduzione dei servizi

Tipo di risposta richiesta: in Commissione

 

Premesso che

-è in corso di svolgimento la riorganizzazione dei servizi da parte delll Amministrazione Comunale;

- nel periodo compreso tra l'inizio e  la fine di dicembre ad un centinaio di lavoratori del Comune di Venezia, assunti a tempo determinato, è scaduto il contratto di lavoro;

Atteso che

- risultano esservi degli uffici in cui la presenza del personale assunto a tempo determinato risultava essere preponderante;

- non risulta esservi stata assegnazione di personale per sopperire alla carenza di organico creatasi;

Considerato che

cessato il personale precario, sembra che all'interno dell'Ufficio Protocollo Generale del Comune di Venezia, siano rimaste inevase moltissime PEC le quali non vengono lavorate per la mancanza di personale e, che, per analogo motivo, il servizio Immigrazione della Direzione Coesione Sociale, Servizi alla persona e Benessere di Comunità sia stato costretto a ridimensionare la sua attività ricevendo unicamente su appuntamento con gravi ripercussioni sull'utenza;

Considerato ancora che

si smentisce da sola un'Amministrazione che non rinnova i contratti di lavoro a 119 precari (tra cui 28 tra assistenti sociali ed educatori di strada) e al contempo dichiara che non ha tagliato né ha intenzione di tagliare alcun servizio alla cittadinanza;

Si interpella l'Assessore competente per sapere

come intenda affrontare tali situazioni e se vi sia l'intenzione di assumere i 119 precari oggi disoccupati, per garantire l'erogazione di servizi essenziali per la cittadinanza;

 

Monica Sambo

Andrea Ferrazzi
Bruno Lazzaro
Nicola Pellicani
Francesca Faccini
Rocco Fiano
Giovanni Pelizzato

 
 
Pubblicata il 09-01-2017 ore 15:08
Ultima modifica 09-01-2017 ore 15:08
Stampa