Sei in: Home > Comune > Consiglio comunale > Gruppi consiliari > Gruppo Misto > Consiglieri comunali > Renzo Scarpa > Archivio atti > Interrogazione nr. d'ordine 1951
Contenuti della pagina

Gruppo Misto - Interrogazione nr. d'ordine 1951

Logo Gruppo Misto Renzo Scarpa
nr. d'ordine nr. protocollo data pubbl. proponente assessore competente data protocollo data scadenza tipo risposta
1951   26/06/2020 Renzo Scarpa
 
Sindaco
Luigi Brugnaro
    scritta

 
tipo comunicazionedata pubblicazionetesto
annullamento26-06-2020Leggi

 

Venezia, 26 giugno 2020
nr. ordine 1951
n p.g. ........
 

Al Sindaco Luigi Brugnaro


e per conoscenza

Alla Presidente della X Commissione
Alla Segreteria della Commissione consiliare X Commissione
Alla Presidente del Consiglio comunale
Al Capo di Gabinetto del Sindaco
Ai Capigruppo Consiliari
Al Vicesegretario Vicario

 

Oggetto: Park scambiatori, gestione del traffico e riflessi economici indotti dalla Pandemia da COVID 19.

Tipo di risposta richiesta: scritta

 

PRESO ATTO CHE:

- La società AVM, attraverso Venezia Unica, reclamizza, tra i servizi relativi alle giornate dal 25 al 28 giugno p.v., i parcheggi scambiatori gratuiti realizzati recentemente in area Pili e questo, presumibilmente, in previsione di accessi alla Città piuttosto numerosi e nell'intento di evitare intasamenti del Ponte della Libertà e il conseguente caos già verificatosi nei week end precedenti.

CONSIDERATO CHE:

- prevedere l’installazione di park scambiatori all'inizio del Ponte, può anche essere apprezzabile, ma è assolutamente necessario che il loro uso sia attentamente bilanciato affinché non si abbiano effetti positivi sul piano mobilistico, ma assolutamente negativi sul piano economico relativamente alle attività pubbliche e private veneziane che nell'attività di parcheggio, hanno fondato il loro core business;

- non solo la nostra economia, bensì l'economia mondiale, deve ancora recuperare il pesante gap imposto dalla pandemia indotta dal Covid 19 da cui il pianeta non è ancora definitivamente uscito e che potrebbe rivelarsi più pesante di quanto fino ad oggi ipotizzato.

ATTESO CHE:


- la gestione del traffico, nel proprio territorio, compete all'Ente Comune di Venezia che ha tutti i mezzi per esercitarla e che recentemente si è dotato di una sala, il control room, che consente di avere informazioni in tempo reale e agire tempestivamente.

SI CHIEDE ALL'ASSESSORE AL BILANCIO:

- se sia a conoscenza dei fatti sopra esposti e quale sia la sua valutazione in merito agli stessi.

E soprattutto se ritenga di intervenire per:


- impedire che, per effetto di una pessima gestione, una semplice attività di controllo del traffico veicolare e di prevenzione degli ingorghi, si traduca in un pesante danno economico alla stessa Azienda della Mobilità Veneziana e quindi al Comune di Venezia nonché alle imprese del territorio veneziano che, come detto, fondano la loro attività economica nel parcheggio degli automezzi privati;

- evitare che sia AVM, che lo stesso Comune di Venezia, possano essere denunciati per ostacolo alla libera attività di impresa.

 

Renzo Scarpa

 
  1. Renzo Scarpa
  2. Archivio atti
 
Pubblicata il 26-06-2020 ore 18:02
Ultima modifica 26-06-2020 ore 18:02
Stampa